A Cherasco il Festival della Chiocciola

Noi le ChiamiAMO Chiocciole è l’evento in cui la stagione dell’elicicoltura vive il suo culmine, una vetrina dedicata a tutti gli operatori, gli appassionati ed i curiosi per mostrare l’incredibile capacità del settore di rinnovarsi ed arricchirsi. Dal 28 settembre al 1° ottobre 2018 Cherasco ospita il 47° Incontro Internazionale di Elicicoltura e il 13° Festival della Chiocciola in Cucina. Saranno 4 giorni intensi, con una fitta scaletta di appuntamenti ed opportunità: convegni tecnici con i più autorevoli esperti del settore, eventi gastronomici, laboratori didattici, intrattenimento per grandi e piccini, musica e momenti dedicati alla solidarietà. La novità più evidente di quest’anno è il cambio di sede. La festa si sposta al di fuori delle mura, in un contesto più adatto ad ospitare un evento che per le sue dimensioni non riusciva ad essere contenuto all’interno della storica piazza di Cherasco.

Il PalaChiocciola, ExpoChiocciola e la Piazza degli Elicicoltori saranno i punti cardinali per vivere un’esperienza immersiva nel mondo dell’elicicoltura, in particolare dell’Elicicoltura 2.0, un settore attento alla tradizione ed alla sostenibilità ambientale, ma anche dinamico grazie alla capacità di muoversi dalla dimensione del cibo a quella del benessere.

Dal mondo delle Chiocciole la solidarietà con #mattiperlechiocciole
Noi le ChiamiAMO Chiocciole è una manifestazione che mette la solidarietà al centro del suo progetto e attraverso l’evento desidera raccogliere risorse per aiutare e sostenere associazioni impegnate nel sociale.
“Nei mesi scorsi – spiega il direttore dell’Istituto Internazionale di Elicoltura, Simone Sampò – abbiamo avuto la straordinaria fortuna di incontrare persone speciali, che ci hanno permesso di conoscere una realtà fatta di amore, accudimento, responsabilità. La città di Fossano ospita dal 1914 l’Istituto Monsignor Signori, struttura che accoglie ed accompagna in un percorso di cura ed emancipazione persone afflitte da problemi di disagio mentale. Il Monsignor Signori è un’oasi che allontana in maniera definitiva lo stereotipo spaventoso che accompagna il racconto su questi luoghi perché, grazie all’impegno ed alla passione di lavoratori e collaboratori, è stato possibile dimostrare che anche in quel mondo esistono colori, passione e risate. Il nostro aiuto si concretizza nell’offerta di un impianto elicicolo completo e di tutta l’assistenza per la sua gestione; si tratta di un progetto che ha la forza di coinvolgere gli ospiti attraverso il lavoro, costruendo il risultato un giorno alla volta, passando dall’aspettativa alla gioia del raccolto. Le chiocciole di questo allevamento saranno destinate alla trasformazione gastronomica creando appositamente una speciale linea di prodotti che chiameremo “Buone da Matti!” e saranno commercializzati per finanziare nuove iniziative”.

Il sostegno alla Marco Berry Onlus
Un altro progetto “solidale” che arriva dall’Accademia Chiocciola Metodo Cherasco è a favore della Marco Berry Onlus, un sodalizio nato nel 2011, realizzato insieme a prestigiosi partner, anche istituzionali. Uno fra tutti, l’ospedale pediatrico Mas Children che in questi anni ha curato gratuitamente oltre sessantamila bambini e lo scorso anno ha inaugurato il blocco operatorio che consente di curare le patologie chirurgiche in modo completo. Berry e la sua Onlus sono attualmente impegnati in un progetto tutto italiano, “Iron Mind”, dedicato ai minori con disabilità motoria, sensoriale o affetti da malattia grave. Iron Mind vuole avvicinare questi ragazzi alla pratica dello sport e abbattere le barriere mentali, economiche e logistiche. Per sostenere i progetti della fondazione Marco Berry Onlus l’evento cheraschese promuove una lotteria benefica dove il primo premio non può che essere un impianto elicicolo di 10 recinti. Interessanti anche gli altri premi: un weekend all inclusive per due persone presso Reva Vino & Resort e Percorso Benessere by S’Agapò a Monforte d’Alba (Cn), una cena per due persone al ristorante Da Francesco (1 stella Michelin) con spettacolo “magico” di Marco Berry, un weekend all inclusive presso l’agriturismo “I poderi” di Montemerano con gita con i cavalli della Maremma a Manciano (Grosseto), una fornitura completa della linea cosmetica S’Agapò del valore di 800 euro, una fornitura completa linea gastronomica “Chiocciola Metodo Cherasco” del valore di 690 euro. Il costo del singolo biglietto di euro 2,50.

Il Convegno Internazionale di Elicicoltura domenica 30 settembre
Il Convegno Tecnico annuale del settore che si svolgerà domenica 30 settembre 2018 al Palachiocciola, dalle 9 alle 13, sarà un’occasione unica per comprendere tutte le dinamiche che si sviluppano nel perimetro dell’elicicoltura. Gli aspetti tecnici saranno illustrati da relatori qualifi cati in un’ottica multidisciplinare, indagando i temi legati all’agronomia ed alla zootecnia, ma anche all’alimentazione ed alle proprietà nutrizionali, la bava di lumaca e le sue numerose applicazioni, il mercato del food e della cosmetica, i progetti didattici per bambini e i corsi di formazione per adulti. Uno spazio importante sarà dedicato al tema della sostenibilità ambientale e come l’elicicoltura sappia esaltare i princìpi della Blue Economy. Le esperienze degli elicicoltori off riranno un contributo fondamentale e di prima mano, utilissimo per avere la prospettiva più genuina e maturare un’impressione completa sul mondo dell’elicicoltura. L’incontro di domenica mattina vedrà anche la premiazione del Premio Giornalistico Nazionale “Chiocciola Metodo Cherasco” e “Città di Cherasco – Chiocciola Metodo Cherasco”.

Gli appuntamenti a tavola
La kermesse gastronomica si apre venerdì 28 settembre 2018 alle 20 con le Osterie d’Italia. In tavola arriveranno il “Tris di Chiocciola Metodo Cherasco” proposto da Lumacheria Italiana, le chiocciole in umico con giardiniera dell’Osteria dell’Arco, le chiocciole in crema di gorgonzola della Cantina dei Cacciatori, la vellutata di broccoli con spiedino di chiocciole proposta dall’Osteria del Boccondivino, le chiocciole in guazzetto del ristorante Battaglino e il dolce Chiocciolato al sale di Maldon della pasticceria Barbero.
Sabato 29 settembre sarà invece la volta dei ristoranti di Cherasco che scendono in sala con i piatti della Locanda del Prof, Vittorio Veneto, Cosa Bolle in Pentola, Bistrot sotto le Stelle, Pane e Vino, La Rosa Rossa, Osteria La Torre, Il Teatro del Monastero di Cherasco. Dal 30 settembre al 1° ottobre la cena (domenica anche a pranzo) ci sarà lo sfizioso Menù del festival con Tris di Chiocciola Metodo Cherasco, Chiocciole gratinate alla cheraschese, raviolo ripieno di chiocciola burro e salvia, chiocciole fritte con le tre salse, chiocciole alla boscaiola, chiocciole con guscio alla maniera di Segno, Chiocciolato al Sale di Maldon. Durante tutta la manifestazione saranno disponibili anche un Menù alternativo a cura de La Granda con piatti tipici della tradizione e il menu bimbi.

I laboratori e lo spazio benessere
Sabato 29 e domenica 30 settembre va in scena anche F-Helicicolutra, laboratori didattici per bambini dai 3 ai 12 anni. Due le proposte: Mani in pasta Oggi cucino io e L’orto delle chiocciole Costruiamo un micro allevamento. I laboratori sono anche per gli adulti: sabato 29 lo chef stellato Francesco Oberto e lo chef Paolo Meneguz del Fre di Monforte d’Alba propongono il laboratorio di cucina, ovvero come ottenere ottimi piatti a base di chiocciole.
Domenica 30 al mattino ci saranno i laboratori sensoriali dedicati a chiocciole & birra e chiocciole & vino, oltre che i trattamenti benessere “Coccole e Chiocciole” di S’Agapò Cosmetici.

Una domenica spettacolare Noi le ChiamiAMO Chiocciole è anche divertimento. Domenica 30 settembre in calendario c’è una ricca giornata per tutti: spettacoli dei burattini, clown, evoluzione di trampolieri, virtuosismi di giocoleria, bolle di sapone giganti, danze occitane, mercato della terra di Slow Food con i racconti dei contadini e alla sera il magico spettacolo di Marco Berry. Inoltre sabato e domenica si possono fare belle passeggiate a cavallo con i cavalli maremmani.

Programma completo e informazioni su: www.istitutodielicicoltura.it