Al via il nuovo servizio East Mediterranean America che collega il nuovo Container Terminal di Vado Gateway

Al via il nuovo servizio settimanale EMA (East Mediterranean America) che collega il nuovo Container Terminal di Vado Gateway, tra i più tecnologicamente avanzati del Mediterraneo, con i porti di New York, Norfolk e Savannah.

 

Presso la banchina del terminal deep-sea vadese è atteso per domani sera l’arrivo della MV Seaspan Chiba, prima di 4 portacontainer circa 4.500 teus impiegate nel collegamento che scalerà settimanalmente Vado Gateway, gestito dalle compagnie marittime Cosco Shipping Line, O.N.E. (Ocean Network Express) e OOCL (Orient Overseas Container Line).

 

La nave, partita dal porto di Iskenderun, giungerà a Vado Gateway dopo gli scali in Turchia e al Pireo e proseguirà il proprio viaggio verso i porti della costa atlantica americana.

 

«L’arrivo del servizio EMA è un ulteriore passaggio fondamentale nel percorso di crescita di Vado Gateway e ne testimonia il ruolo strategico nella geografia portuale del Mediterraneo» ha dichiarato Paolo Cornetto – Amministratore Delegato Vado Gateway.

 

«Quello statunitense – ha proseguito Cornetto – è un mercato strategico per il nostro Paese e poter avere un collegamento diretto da Vado Ligure è di grande importanza per i nostri piani di sviluppo. Siamo grati a Cosco Shipping Line, O.N.E. e O.O.C.L. per la fiducia che ci hanno accordato».

 

Attraverso il sistema di prenotazione “APMT TermPoint Appointments”, disponibile anche con un’app scaricabile gratuitamente da Google Play Store e App Store, le compagnie di trasporto potranno accedere al terminal per le operazioni di ritiro e consegna dei containers.

 

Il nuovo servizio “EMA” si affianca alle altre linee marittime attive presso il Container Terminal con scali settimanali (ME2, Mediterraneo – Medio Oriente e India; VAX, Vado Ligure – porto del Pireo; L75 Mediterraneo Francia – Spagna – Marocco).

Costa presenta le crociere per l’estate nel Mediterraneo

 L’estate si avvicina e con essa anche il desiderio e la possibilità di pianificare finalmente momenti di svago, relax e vacanza all’insegna del blu del mare e del giallo del sole. Proprio gli stessi colori di Costa Crociere, che presenta oggi i suoi nuovi programmi per l’estate 2021, con protocolli sanitari e misure di sicurezza rafforzati e tante entusiasmanti novità per le crociere nelle splendide destinazioni nel Mediterraneo.

Gli itinerari nel Mediterraneo della compagnia italiana prevedono due navi nella parte occidentale e due in quella orientale, che visiteranno Italia, Francia, Spagna e Grecia, con crociere accessibili da 13 diversi porti di imbarco, soste prolungate ed escursioni a terra organizzate in esclusiva per gli ospiti. Su ogni nave sarà attivo il Costa Safety Protocol, il protocollo che include procedure di salute e sicurezza rafforzate per tutti gli aspetti dell’esperienza di crociera, sia a bordo sia a terra, già implementate negli ultimi mesi di operazioni di crociera.

Abbiamo aggiornato il nostro programma per quest’estate in base ad uno scenario di riaperture di porti e destinazioni che sta diventato sempre più chiaro e che ci consente ora di pianificare al meglio le nostre operazioni, offrendo straordinarie crociere ai tanti ospiti che non vedono l’ora di trascorrere vacanze piacevoli e rilassanti” – ha dichiarato Mario ZanettiDirettore Generale di Costa Crociere. “Abbiamo deciso di concentrarci su destinazioni nel Mediterraneo, vicine ai nostri ospiti europei, che potranno essere quindi scoperte o ri-scoperte in modo davvero unico. Ora possiamo finalmente dire che l’estate di Costa ha inizio e non vediamo l’ora di ritrovare a bordo i nostri ospiti più affezionati e accogliere anche nuovi clienti, che con noi possono contare su una elevata qualità di servizio, ristorazione e intrattenimento, splendide destinazioni e un’eccezionale esperienza a bordo con protocolli sanitari rafforzati”.

L’esperienza dei nuovi itinerari dell’estate sarà caratterizzata da soste prolungate nelle destinazioni per consentire agli ospiti di trascorrere più tempo a terra. Costa introdurrà anche un programma di escursioni totalmente rinnovato, che permetterà di scoprire località poco conosciute, in esclusiva per gli ospiti Costa. Anche l’esperienza di bordo verrà ulteriormente arricchita da nuove proposte di menù, tra cui gli imperdibili “destination dish”, ovvero i piatti legati alla tradizione delle località toccate dagli itinerari delle navi Costa.

Nel Mediterraneo occidentale opereranno le due navi più nuove e innovative della flotta: Costa Smeralda, l’ammiraglia alimentata a LNG, e Costa Firenze, la nuova nave ispirata al Rinascimento fiorentino e consegnata lo scorso dicembre, che vivrà un vero e proprio debutto.

Come già annunciato, la prima nave a ripartire sarà Costa Smeralda, il 1° maggio, che porterà gli ospiti nelle più belle località italiane, grazie a mini-crociere di tre e quattro giorni, che consentiranno di godere di una vacanza più breve o, in alternativa, un’intera crociera di una settimana, con scali a Savona, La Spezia, Civitavecchia, Napoli, Messina e Cagliari. Questo itinerario dedicato all’Italia sarà prolungato sino al 3 luglio, quando la nave tornerà a proporre crociere di una settimana che visiteranno Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Palermo e Civitavecchia.

Le crociere in Italia continueranno a essere disponibili proprio grazie a Costa Firenze, che partirà per il suo primo viaggio il 4 luglio, con un itinerario tutto italiano, che comprende Savona, Civitavecchia, Palermo, Napoli, Messina e Cagliari. Dal 12 settembre e sino a metà ottobre anche Costa Firenze proporrà crociere internazionali di una settimana, che comprendono Savona, Civitavecchia, Napoli, Ibiza, Barcellona e Marsiglia.

Sul versante orientale del Mediterraneo navigheranno altre due navi, le gemelle Costa Luminosa e Costa Deliziosa. 

La ripartenza di Costa Luminosa è confermata il 16 maggio da Trieste, e il giorno successivo da Bari, con un itinerario incentrato sulle destinazioni greche di Corfù, Atene, Mykonos e Katakolon.

Costa Deliziosa riprenderà le crociere dal 26 giugno, proponendo un itinerario di una settimana, con Venezia, una meravigliosa sosta lunga di un giorno e una notte a Mykonos, seguita da Katakolon, Corfù e Bari.

Costa sta lavorando con le autorità nazionali e locali dei Paesi compresi negli itinerari delle sue navi, per definire nel dettaglio le modalità di svolgimento delle sue operazioni.

La stagione estiva in Nord Europa, così come tutte le altre crociere previste fino a metà settembre 2021 non incluse negli itinerari aggiornati oggi, sono annullate a causa del livello di incertezza sulla riapertura di diverse destinazioni, che non garantisce al momento la fattibilità degli itinerari. Costa sta informando gli agenti di viaggio e i clienti interessati dai cambiamenti, fornendo tutti i dettagli necessari a seconda delle partenze.

I nuovi itinerari estivi 2021 saranno progressivamente disponibili sui nostri sistemi nei prossimi giorni.

La brezza di mare tra i sapori del Mediterraneo, serate magiche al ristorante dello Yacht Club di Loano

La brezza di mare che sale sulle due terrazze del grande panfilo dello Yacht Club Marina di Loano per serate gastronomiche speciali. Vacanze di gusto, immersi nei sapori della cucina Mediterranea per un’estate da ricordare. La pinsa del martedì, gli apericena del giovedì, le serate glamour fino alla domenica. Al ristorante della marina di Loano si vive come i veri lupi di mare.

Non solo antipasti e piatti di pesce, ma anche di carne per conoscere la girandola di sapori della terra di Liguria accompagnati da bottiglie di una ricca cantina selezionata dallo staff.

Atmosfera accogliente nelle due terrazze con musica in sottofondo e serate live per rendere ancora più piacevole i momenti di relax in compagnia o in intimità Il ristorante della Marina di Loano è aperto anche la domenica a mezzogiorno. Un pranzo per incorniciare l’inizio o la fine di una vacanza da non dimenticare lungo la West Coast della Liguria.

Gli organismi viventi nel Mediterraneo sono in pericolo

Sono meno di settecento gli esemplari di foca monaca nel mar Mediterraneo, sono dunque una specie più minacciata dei panda, ma non l’unica a rischio nelle acque del Mare Nostrum. A fare un quadro delle specie più a rischio nei mari italiani è Leonardo Tunesi, Responsabile dell’Area Tutela Biodiversità, Habitat e Specie Marine Protette per Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) nel focus sulla biodiversità marina di In a bottle.

Fre le specie più a rischio Tunesi cita la Pinna Nobilis, mollusco chiamato anche Nacchera per la sua forma, ora minacciato da parassiti specifici, motivo per cui si consiglia a chi fa immersioni di “non infastidirlo”. C’è poi la patella ferrigna, ovvero la patella più grande del Mediterraneo che supera i 10 centimetri, la posidonia oceanica, pianta che crea praterie sottomarine che proteggono la costa dall’erosione e sono allo stesso tempo ed è habitat e nutrizione di molti organismi animali e vegetali e i coralli bianchi profondi, messi a rischio dallo strascico e da alcune attività di pesca sportiva.

“Il Mediterraneo – spiegano da In a bottle -, pur avendo una superficie pari a circa l’uno per cento di quella di tutti gli oceani, ospita oltre 12.000 specie marine, ovvero tra il 4% e 12% della biodiversità marina mondiale Purtroppo, gli organismi viventi nelle acque e il loro habitat sono in pericolo a causa principalmente dell’inquinamento da acque reflue e dello sfruttamento irrazionale delle risorse viventi”.

Il ristorante dello Yacht Club Marina di Loano salpa per un viaggio tra i sapori del Mediterraneo

“Piatti originali con abbinamenti fantasiosi”, “Ottima posizione di questo locale”, “Una location così non l’avevo mai vista”. Sono i commenti pubblicati su Tripadvisor che esaltano e promuovono il ristorante dello Yacht Club Marina di Loano che ha da poco salpato gli ormeggi per una stagione estiva all’insegna del nuovo cibo. «Sarà una stagione dalle forti emozioni», assicurano dallo staff del ristorante che ha riaperto una delle location più esclusive nel porto turistico che anche quest’anno ha conquistato la Bandiera Blu della Fee.

Riconoscimenti prestigiosi a livello internazionale per l’approdo e altre ambizioni per lo chef e la sua squadra che vogliono promuovere la vera cucina mediterranea con piatti di terra e di mare esaltando i sapori originali della cucina mediterranea. Location suggestiva ed unica con vista mozzafiato cibo indubbiamente di alta qualità. Aggiungiamo anche che al ristorante dello Yacht Club Marina di Loano si può mangiare pesce fresco e altre prelibatezze davvero speciali.

Il personale di sala accompagna con cortesia e simpatia la cena lasciando che i commensali vengano accarezzati dalla brezza di mare ammirando un panorama sul mare che spazia da Bergeggi a Capo Mele. Dall’antipasto al dolce tutto viene accompagnato da bollicine di qualità.

Una cena dove è impossibile non lasciarsi travolgere dal gusto, dalle ottime pietanze quanto dal servizio senza dimenticare che la Marina di Loano è un porto “esclusivamente per tutti”, un luogo aperto a chiunque desideri trascorrere una giornata di relax in una delle realtà turistiche più importanti del Mediterraneo.

Riapre il ristorante della Marina di Loano per dare il benvenuto all’estate

E come essere su un atollo in mezzo al mare. Tra mega yacht si possono assaporare piatti della cucina Mediterranea.

Al ristorante della Marina Yachting Club di Loano ogni piatto si sposa con il blu del mare e l’azzurro del cielo. Ed é il mare a guidare chi si siede a tavola nella costruzione di un’esperienza gastronomica in alta definizione in uno scenario unico e elegante.

Il ristorante della Marina di Loano offre colori nitidi e profumi penetranti del mare. Si ritrovano tutti nei piatti che diventano dunque preziosi binomi di tradizione e innovazione.

Il ristorante dello Yachting Club Marina di Loano é pronto a lasciare gli ormeggi per una nuova importante stagione. Lo farà venerdì 12 giugno alle 19 con una serata di benvenuto all’estate. Il pontile tornerà ad animarsi per un evento all’insegna del gusto ma soprattutto del buon cibo.

Cucina ricca, gustosa, fantasiosa e sempre accompagnata da un’accurata selezione di materie prime di altissima qualità. I menù cambiano seguendo il corso delle stagioni e dei prodotti che ciascuna offre, mantenendo un’estrema raffinatezza nella preparazione e presentazione.

Ma sono gli ambienti di grande fascino a fare la differenza: ideali per pranzi o buffet di lavoro, galà e ricevimenti, grazie anche ai tanti terrazzi polifunzionali e di grande impatto scenografico, immersi nei profumi mediterranei, riservati e d’atmosfera. Le terrazze sulla darsena sono perfette per organizzare matrimoni ed eventi speciali. Ideale anche per convegni, convention e meeting con una vista mozzafiato sul porto e sulla collina di Loano.

La ristorazione prevede una cucina espressa con servizio all’italiana: i banchetti hanno quindi tempi veloci ed assicurano allo stesso tempo gustosi e ricercati piatti preparati ed elaborati con cura e ingredienti di 1° scelta, dagli chef. Tutto avviene in un ambiente raffinato ed elegante per un ristorante glamour e di classe inserito in una cornice davvero unica, spettacolare.

Per prenotare e partecipare alla cena di benvenuto all’estate é a disposizione il numero telefonico 345.9908641

 

 

Alla scoperta delle Alpi Marittime con guide alpine esperte

In cima a mete insolite e sulle vette più prestigiose delle Alpi Marittime con le guide alpine di Global Mountain.
L’associazione Ecoturismo in Marittime in occasione delle inedite condizioni dell’estate 2020, ormai alle porte, lancia un’iniziativa originale per promuovere l’alpinismo e i soggiorni nel territorio del Parco delle Alpi Marittime dove operano i soci.
Gli imprenditori turistici del sodalizio in collaborazione con le guide hanno programmato un calendario di tredici ascensioni di escursionismo impegnativo o alpinistiche il cui costo di accompagnamentosarà pagato per metà da Ecoturismo a chi pernotterà almeno una notte in una struttura ricettiva associata.


Organizzazione ed accompagnamento: Adriano Ferrero/ Guide Alpine Globalmountain; informazioni e tutti i dettagli al 3356663082 o adriano@globalmountain.it.


GLI ANGOLI SEGRETI DEL PARCO

Sabato 27 giugno
PUNTA STELLA 2567 m
Gruppo 4 persone. Quota di partecipazione individuale: euro 75,00

Sabato 4 Luglio
ASTA SOTTANA 2903 m
Gruppo 2 persone. Quota di partecipazione individuale euro 175,00

Sabato 11 Luglio
COLLE DEL FILO DI FERRO 2800 m E CIMA CENTRALE DI VALROSSA 2894 m
Gruppo 2 persone. Quota di partecipazione individuale euro 150,00

Sabato 18 Luglio
CIMA DELLA MADRE DI DIO 2800 m
Gruppo 2 persone. Quota di partecipazione individuale euro 180,00

Sabato 25 Luglio
LA CRESTA DI PAGARì DE SALESE
Gruppo 2 persone; quota di partecipazione individuale euro 165,00

Domenica 12 luglio
TRAVERSATA DEL PASSAGGIO DEI GHIACCIAI
Gruppo 4 persone; quota di partecipazione individuale euro 95,00


LE GRANDI CLASSICHE DELLE MARITTIME

Sabato 1 agosto
CIMA ARGENTERA 3297 m
Gruppo 3 persone; quota di partecipazione individuale euro 150,00

Sabato 8 Agosto
ARGENTERA: traversata CIMA NORD 3286 m – CIMA SUD 3297 m 
Gruppo 2 persone; quota di partecipazione individuale euro 220,00

Lunedì 10 Agosto e mercoledi 12 Agosto
GELAS 3143 m

  • La Via Normale, (Lunedi 10 Agosto) che si snoda a partire dal Rif. Ellena Soria lungo nevai e canaletti per sbucare in vetta superando tratti di facile arrampicata su roccia. Gruppo: 3 persone; quota di partecipazione individuale euro 180,00
  • La “traversata degli Italiani” (mercoledi 12 Agosto) parte dal Rif. Pagarì ed unisce in un’unica infilata di bellissime creste la Cima della Maledia, la Punta Borello, Il Chafrion, ed infine Cima Balcone e Gelas. Difficoltà contenute nel II/III grado, numerosi tratti nevosi e panorama incredibile sul mare fanno di questa traversata un’esperienza unica! Gruppo 2 persone; quota di partecipazione individuale euro 300,00

Sabato 22 Agosto
CORNO STELLA 3051 m Gruppo: essendo questa una ascensione che prevede la progressione in cordata lungo l’itinerario ed in conseguenza delle restrizioni previste a causa del Covid, proponiamo qui solamente la formula “guida + 1 cliente”. Diversamente può essere realizzata anche con l’accompagnamento di 2 persone. Quota di partecipazione: euro 350,00

Sabato 22 Agosto
MONTE MATTO 3088 m
Gruppo 5 persone; quota di partecipazione individuale euro 100,00

Sabato 29 Agosto
CIMA DI NASTA 3108 m e BROCAN 3054 m
Gruppo 3 persone; quota di partecipazione individuale euro 100,00

La promozione del 50% della tariffa indicata sarà applicato esclusivamente dietro almeno un pernottamento con prima colazione (ove possibile) in una delle strutture di Ecoturismo in Marittime elencate:

VALDIERI
– Rifugio Livio Bianco 0171 97328 – 335 5461677
– Rifugio Valasco 0171 1935229 – 347 0531456
– Rifugio Questa 0171 97338 – 391 1721708
– Rifugio Remondino 0171 97327 – 328 5440495
– Rifugio Genova 340 4614189
– Rifugio Pagarì 380 7108075
– Rifugio Ellena Soria 340 2240558
– Rifugio Ecursionistico Casa Savoia 327 0116545
– Hotel Terme di Valdieri 0171 97106
– Locanda Alpina Balma Meris Sant’Anna di Valdieri 371 3565914
– LaCasaregina Sant’Anna di Valdieri 333 3600575
– LaCasaalpina Sant’Anna di Valdieri 333 2666450
– Biomagia nelle Marittime 348 7966407
– Agriturismo Lu Garun Rus Andonno 346 3613934

ENTRACQUE
– Hotel Trois Etoiles Entracque 0171 978283
– Campeggio Valle Gesso 0171 9782247
– Hotel Miramonti 0171 978222
– Casa dello Speziale 339 4712726
– Aktiv Hotel 335 593 1749
– Locanda del Sorriso 0171 978388
– Rifugio Escursionistico Baita Monte Gelas San Giacomo d’Entracque 0171 978704
– Campeggio sotto il faggio San Giacomo d’Entracque 349 7305438

VALLE VERMENAGNA
Chalet Arrucador Limonetto 348 2902263
Albergo Nazionale di Vernante 0171 920181

Il Falkensteiner Club Funimation Garden Calabria aprirà i battenti il 4 luglio

Il Falkensteiner Club Funimation Garden Calabria, che aprirà i battenti il 4 luglio è la gradita ed attesa novità 2020 del gruppo che per quest’estate annuncia la sua “verince” e l’entrata nel prestigioso gruppo.

Situato a breve distanza dalla Costa degli Dei in Calabria, la nuova struttura “Falkensteiner Club Funimation Garden Calabria” è un luogo incantevole, dove assaporare il flair mediterraneo in un ambiente nuovo e raffinato, a pochi chilometri dalle bellezze di Tropea, Capo Vaticano, Scilla e con le isole Eolie situate proprio di fronte, raggiungibili in barca.

I focus di questa nuova acquisizione, sono le famiglie, il benessere, la buona cucina e le numerose attività sportive, essendo una vera oasi di benessere e divertimento immersa nella natura e affacciata sul mare. Per raggiungere la lunga spiaggia si attraversa una verde ed ombrosa pineta per circa 300 metri, prospicente il mare, tra i più belli del Mediterraneo, dalle mille sfumature di azzurro che si fondono con quelle della Costa degli Dei, uno dei tratti più paradisiaci della costa calabra, caratterizzato da baie, calette, lunghe spiagge e incantevoli panorami. La spiaggia dell’hotel è privata e attrezzata di lettini e ombrelloni.

Dopo il Covid l’altra emergenza nel Mediterraneo è la siccità

A lanciare l’allarme è la rivista “Africa Vera”. Dopo il Covid-19, il bacino del Mediterraneo potrebbe far fronte nei prossimi mesi a una devastante siccità. Per fare il punto della situazione a Napoli la segreteria dell’Unione per il Mediterraneo (UpM) e l’Istituto Mediterraneo per l’Acqua hanno incontrato i rappresentanti del settore idrico di Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Libano, Malta, Marocco, Palestina, Spagna, Tunisia e Turchia.

I partecipanti alla riunione hanno convenuto che procurare un accesso sostenibile all’acqua è essenziale per molte attività lavorative e hanno discusso i propri piani per rispondere alla carenza nel Mediterraneo in un anno che si preannuncia molto secco.

Un incontro che però ha cercato di guardare anche in prospettiva la situazione viste le previsioni che circa 250 milioni di persone avranno poca acqua nei prossimi 20 anni nella regione Euro-Mediterranea, con numeri che rischiano di peggiorare anche a causa della pandemia di Covid-19, a causa della necessità di sanificazioni frequenti. Giordania e Turchia hanno problemi di acqua, mentre altri Paesi hanno deviato l’acqua ad uso agricolo verso le abitazioni.

L’Unione per il Mediterraneo, si legge in una nota, sta lavorando insieme al Joint Research Centre (JRC), dipartimento della Commissione Europea, per cercare una risposta scientifica alla siccità dovuta all’epidemia, in particolare per quei Paesi che usano acque reflue trattate per le attività agricole.

Dai dialoghi è emerso anche come tre attività lavorative su quattro sono legate all’acqua e serve un dialogo internazionale sul tema con l’UpM che è pronta a sostenere politiche e piani d’azione a cominciare da tre Paesi pilota del Maghreb, del Mashrek e dei Balcani.

“I segreti del mare” di Piero Angela rinviati a settembre

“I segreti del mare”, lo spettacolo multimediale con Piero Angela e Alberto Luca Recchi, viene rimandato a causa dell’emergenza sanitaria.

Per questo motivo sono state fissate le nuove date: il 22 settembre al Teatro degli Arcimboldi e il 26 settembre nella capitale all’Auditorium Conciliazione. I biglietti acquistati restano validi per i nuovi appuntamenti.

La conduzione è affidata a Pino Straboli, maestro di cerimonia di un viaggio tra la magia del racconto del maestro della divulgazione scientifica e i video e le immagini fotografiche inedite dell’esploratore e fotografo del mare Alberto Luca Recchi. Protagonista delle prime spedizioni nel Mediterraneo alla ricerca di squali e balene, e l’unico italiano ad aver realizzato un libro fotografico per National Geographic, mostrerà per la prima volta al pubblico fotografie e filmati mai visti prima.

Per la data di Milano sarà un attore del calibro di Giancarlo Giannini a dare la voce a quel mondo muto e silenzioso che è il mare; mentre l’evocativo tappeto sonoro è affidato al talento del cantautore Enrico Giaretta. A caratterizzare il nuovo appuntamento romano sarà un ospite speciale ancora segreto.

I segreti del mare è articolato attraverso un doppio sguardo: quello ravvicinato del fotografo-esploratore e quello più distaccato e scientifico del padre di Quark. Piero Angela sedurrà gli spettatori mettendo in evidenza l’importanza del mare per l’essere umano e per il nostro pianeta, con una prospettiva più legata alla ricerca. Recchi affronterà gli argomenti legati alle sue esperienze subacquee, rivelando aneddoti e curiosità sui pesci e sulle affascinanti creature che popolano i nostri oceani come i delfini e le balene.

Due narrazioni diverse unite da una grande passione e un profondo rispetto per questo paradiso blu ancora parzialmente inesplorato che rischiamo di perdere prima ancora di averlo conosciuto a fondo.

Pronti a fare le valigie? Una vacanza a Linosa, l’isola hawaiana nel Mediterraneo

Dista 50 km da Lampedusa, 165 km dal continente africano esattamente da capo Africa Mahdia e 167 km dalla Sicilia precisamente da Licata.

Una vacanza da sogno per la prossima estate? Linosa. Interamente vulcanica, appartiene alla Pelagie, solo per la posizione geografica ma non nel senso geologico. E’ costituita da un’associazione di antichi recinti craterici e di coni vulcanici tra i quali: M. Vulcano 195 m è anche uno dei più recenti. Dati radiometrici evidenziano per l’isola un’età di un milione di anni. 

Linosa è collegata alla Sicilia dalla nave della linea Siremar con partenza tutti i giorni alle ore 23.00 dal porto di Porto Empedocle per arrivare a Linosa alle ore 6.30 del mattino successivo.

Per informazioni ci si può rivolgere alle biglietterie di Porto Empedocle tel. 0922.636683 – 0922.636685 o di Linosa tel. 0922.972062. In alternativa si può usufruire del servizio aliscafi della Ustica Lines sia per il collegamento dalla Sicilia (Porto Empedocle) che da Lampedusa per Linosa.

Da Lampedusa il servizio aliscafo prevede due corse giornaliere (guarda gli orari su questo sito) con un tragitto di circa 45 minuti. Per informazioni ci si può rivolgere alla Ustica Lines o alla Siremar di Lampedusa o Linosa.

Tra i vari servizi offerti ai turisti, si trovano alcune scuole di immersione subacquea, la possibilità di noleggiare barche, macchine, motorini e biciclette. Molte sono le località da visitare, come le due vedette militari di M. Rosso e M. Vulcano, la “Fossa del Cappellano” ed il sito di nidificazione della Berta Maggiore. Circumnavigando l’isola, si possono ammirare la spiaggia di Pozzolana di Ponente, unico sito di ovodeposizione della tartaruga “Caretta caretta”, i Faraglioni, la Grotta del Greco, i Fili.

Un itinerario ancora più interessante può risultare quello compiuto in immersione subacquea che permette la scoperta di un fondale eccezionalmente ricco di flora e fauna marina nonché di reperti archeologici.

Prima di partire date un’occhiata a questa guida 

A Roma la grande fiera del cibo mediterraneo

La fiera di Roma ha aperto le porte al Mercato Mediterraneo, il salone dell’agroalimentare mediterraneo che si è appena concluso con un fitto programma di lavori per propmuovere e valorizzare cibi, produzioni, tradizioni e culture della civiltà mediterranea in un’ottica di sviluppo economico e di dialogo

A parlare di cibi, culture e mescolanze, ma anche saperi, idee ed esperienze per raccontare l’immenso patrimonio agroalimentare e la millenaria civiltà del mediterraneo saranno aziende, buyer nazionali e internazionali, rappresentanti istituzionali, studiosi ed esperti di livello mondiale per accendere i riflettori sulle produzioni dei Paesi che si affacciano su questo grande bacino che oggi conta 450 milioni di abitanti e rappresenta un mercato strategico e di crescente centralità.

Dall’olio extravergine d’oliva al vino, dalla pasta ai grani antichi, dal caffè ai superfood alle verdure conservate, sono stati numerosi i prodotti del Med al centro del salone che, attraverso un fitto programma di incontri, approfondirà le sfide future del settore ittico e della filiera dell’olio EVO, i nuovi sviluppi commerciali che legano Cina e Mediterraneo, i progetti europei per la crescita agricola di questa area, i temi della sostenibilità in agricoltura e non solo, le infrastrutture e le vie di collegamento intese anche come driver di turismo oltre che di connessione.

‘Narratori’ d’eccezione, relatori dal calibro internazionale come Paolo De Castro, Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento europeo; Alexandra Devarrenne, fondatrice dell’associazione Calathena e di Olive Oil Alliance in California – Yale University; Kyriakides Tassos e Vasilis Vasiliou dell’Università di Yale, Educational Department; Emanuele Dughera, di Slow Food International; Michele Bungaro, capo comunicazione Consiglio Olivicolo Internazionale.

Mercato Mediterraneo risponde in pieno alla vocazione di salone professionale dal respiro internazionale, grazie al coinvolgimento attivo di aziende del settore, buyer selezionati, associazioni, consorzi, enti pubblici e privati, università e organismi di ricerca. Ma è, allo stesso tempo, un appuntamento cruciale per tutti i portatori d’interesse perché in grado di offrire in soli quattro giorni un quadro d’insieme esaustivo sulle produzioni e le opportunità del Mediterraneo, ponendo l’accento sulle occasioni di business legate al comparto agroalimentare che, per l’Italia, e il Lazio in particolare, rappresenta un asset produttivo importante per il territorio.

Il concept di Mercato Mediterraneo sarà quindi AgroFoodMed è stat sviluppato attraverso 6 cluster: OlioMed e Polifenolica, dedicati al prodotto chiave del paradigma della dieta mediterranea e ai suoi effetti benefici per la salute; VerdeMare, sulle produzioni ittiche sostenibili; Kaffeina, area destinata alla bevanda più amata al mondo, dove si alterneranno i racconti delle torrefazioni artigianali, compreso quello dello storico Caffè Florian (la prima caffetteria in Italia), e gli incontri con i “caffettieri” del Med, con un occhio attento alle produzioni dei cosiddetti “super food”, quali ad esempio cioccolato, peperoncino e avocado; Organic, che stimolerà i consumatori sulla conoscenza dell’origine delle materie prime biologiche e sui metodi per ottenere cibi salutari; Fuori Casa, che prevede anche l’organizzazione del seminario “Il Cibo del Mare” con la partecipazione di oltre 150 cuochi di APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani, presenti a Roma per il Congresso Annuale “Les Toques Blanches d’Honneur”, nel quale hanno ricevuto un’onorificenza alla carriera.