Mario Armanino dell’Agriturismo La Cuccagna di Rapallo rappresenterà ad Amatrice gli chef degli agriturismi liguri

Sarà Mario Armanino dell’Agriturismo La Cuccagna di Rapallo a rappresentare ad Amatrice gli chef degli agriturismi liguri alla finale della manifestazione “Agrichef” promossa da Cia Agricoltori Italiani.

La tappa ligure si è tenuta oggi nelle cucine di Isforcoop Varazze. Otto agrichef si sono sfidati tra primi piatti, secondi e dolci. La giuria – composta da docenti, blogger, chef ed esperti –  ha premiato i tortelli di broccolo lavagnino e patate con guazzetto di pescato che il 32enne Mario Armanino, ormai più di 10 anni di attività alle spalle, ha preparato.

Tagliatelle, tortelli, trofie, torte, polenta: tutti i piatti sono stati rigorosamente preparati con prodotti tipici liguri accompagnati da vini rigorosamente della nostra regione.  Tanti i giovani chef protagonisti che hanno presentato i piatti degli altri agriturismi Mammachica della Spezia;  Alla Mal Parata (Bastia – Savona);  Palmero di Alassio;  Al  Santuario di Rezzo (Imperia); Cà Sottane di Borgomaro (Imperia); Le Lagore di Levanto;  Le Navi in Cielo di  Imperia.

“ Una sfida ai fornelli che ha dimostrato come sia possibile valorizzare una cucina diversa legata alla stagionalità dei prodotti  e al territorio – commenta Federica Crotti, presidente di Turismo Verde Cia Liguria -.  Una cucina considerata storicamente “povera”, caratterizzata da prodotti di altissima qualità, coltivati nelle nostre aziende liguri. Non è stata una sorpresa trovarci di fronte a tanti chef molto giovani, le nuove generazioni hanno capito le opportunità che la nostra regione può offrire sul fronte eno-gastronomico”.

“Benzene”, il singolo che anticipa il nuovo album della band “Ginez e il bulbo della ventola”

Il racconto di una società che genera mostri visto con l’ottica di una vita ai margini. Benzene è una canzone a sfondo sociale. Il testo parla della vita quotidiana di un uomo che vive completamente al di fuori della società, ma che allo stesso modo ne è succube. Per non sentirsi vittima si è costruito una specie di universo parallelo, dove lui è l’amministratore, colui che regna il luogo dove passa tutte le sue giornate. Il suo mondo è tra il bar e la panchina. Da lì osserva, giudica, riflette. Non ama il mondo e la gente, anzi schernisce gli altri, disprezza le quotidianità altrui. Allo stesso tempo ama le sue regole, sbeffeggia Dio ma scrive agli angeli.

Musicalmente il singolo conduce ad un immaginario urbano. Il riff è quasi ipnotico e i suoni sono espressamente riconducibili al pulsare nevrotico della metropoli. Per questo brano è stato aggiunto l’organo Hammond, magistralmente suonato da Piero Dondi. Il brano è stato registrato a Injun Studio, registrato e mixato da Davide Galletti e masterizzato da Salvatore Addeo presso Aemme Recording Studios.

Ginez e il bulbo della ventola è una band ligure che nasce nel 2016. Ginez alla chitarra e voce e autore dei brani, Daniele Duchini al basso e Gianni Licini alle percussioni. Nel 2017 al posto di Licini entra Roberto Ascoli e successivamente si aggiunge Fabio Pollono alla chitarra solista. Esce il primo album “Canzoni, bottiglie e altre battaglie” che riscuote molti apprezzamenti da parte degli addetti ai lavori. Nel 2019 la band pubblica “L’ultima cena”, un album più intimista del precedente registrato in due giorni in “presa diretta”. A fine 2019 al posto di Fabio Pollono arriva Aliano de Franceschi. Il gruppo, oltre a molti concerti live, ha partecipato a diverse manifestazioni, finalisti al “Varigotti Festival” e vincitori al “Rockantina Contest” di Inveruno e al “Giovani Musicisti Contest” di Beinasco.

La band ha calcato palchi importanti come quello del “Tenco Ascolta” e del festival “Su La Testa”. Nel 2020 Ginez e il bulbo della ventola si aggiudicano il “Premio Social VIC” miglior video musicale autoprodotto 2020 scelto dal pubblico, per il videoclip “La Vanvera”. Per il 2023 è prevista l’uscita del nuovo album.

Ginez e il bulbo della ventola

Ginez – chitarra e voce

Daniele Duchini – basso

Roberto Ascoli – percussioni

Aliano de Franceschi – chitarra

Ginez e il bulbo della ventola – social

YouTube: https://bit.ly/2rCTrqS

Facebook: https://bit.ly/2IuedDP

Spotify: https://spoti.fi/2IiG4mR

Website: https://bit.ly/2GdhKBh

l’altoparlante – comunicazione musicale

www.laltoparlante.it

info@laltoparlante.it

“C’era una volta… Ennio”, al teatro Sacco di Savona omaggio al maestro Ennio Morricone

“C’era una volta… Ennio”, omaggio al maestro Ennio Morricone domenica 5 febbraio alle 18 al Teatro Sacco di Savona. Lo spettacolo teatrale con musica dal vivo vedrà protagonista Giulia Isnardi accompagnata alla fisarmonica da Diego Trivellini

Si tratta di un omaggio al grande compositore Ennio Morricone, recentemente scomparso e già entrato nella leggenda della musica. Lo spettacolo parte da un’idea di Giulia Isnardi, attrice che interpreta la parte teatrale-narrativa con i testi curati da Silvana Ansaldo e con il maestro Diego Trivellini appassionato interprete della musica di Ennio Morricone, che suonerà uno strumento davvero unico: una speciale fisarmonica elettronica che riproduce i suoni di tutte le sezioni dell’orchestra sinfonica, dagli archi agli ottoni, dai legni alle percussioni, con un risultato che cerca di avvicinarsi il più possibile alle partiture originali del Maestro.

Lo spettacolo sarà arricchito da intermezzi di danza a cura di Vania Romagna. L’insieme di tutti questi elementi cercherà di valorizzare le emozioni che il Maestro aveva tanto sapientemente infuso nella sua musica.

Il Teatro Sacco ha una disponibilità di posti a sedere limitata pertanto la prenotazione è consigliata.

INFO E PRENOTAZIONI

TEL: 331.77.39.633 

EMAIL: info@teatrosacco.com

Alessandra Mele di Cisano sul Neva “regina” su Spotify

Alessandra Mele di Cisano sul Neva “regina” su Spotify. Quasi 2 milioni di ascolti per la canzone di Alessandra Mele «Queen of the Kings». Un brano che le ha permesso di accedere alla finalissima del «Melodi Grand Prix», in Norvegia. Per la precisione sulla piattaforma «streaming on demand» più conosciuta al mondo il brano della cantante di Cisano sul Neva che vive in Scandinavia è stata ascoltata un milione e 800 mila volte. 

Alessandra Mele festeggia un successo dopo l’altro. Sabato 14 gennaio ha passato il turno alle semifinali dell’importante festival nazionale norvegese assicurandosi il pass per la finale del concorso «Melodi Grand Prix». Sfiderà altri 8 artisti il prossimo 4 febbraio a Trondheim. Il vincitore parteciperà all’«Eurovision Song Contest 2023» alla Liverpool Arena dal 9 al 13 maggio. Il sogno della cantante ventenne è quello di rappresentare la Norvegia, ma con l’Italia nel cuore, insieme ai big della musica internazionale provenienti da altri Paesi. «Non mi aspettavo tutto questo successo – racconta – Ho un buon seguito sui social e questo mi sprona sempre a fare meglio in vista del grand finale di febbraio». Alessandra sta frequentando la scuola Limpi a Lillehammer, scrive canzoni praticamente ogni giorno. «Non potevo fare quello che volevo fare, mi ha spinto nella musica. Quindi, ho deciso di trasferirmi in Norvegia, per concentrarmi sulla musica».

Contemporaneamente sta continuando a lavorare per migliorare il suo modo interpretare le canzoni con la testa prima Trondheim e poi a Liverpool.

Canzoni e dolci per un Festival di gusto

Al Festival fiori, dolci e canzoni. La città della musica è pronta a regalare sorrisi. Durante la kermesse canora di Sanremo, il 10 febbraio 2023 infatti, si riderà anche per strada. Quindi non solo all’Ariston. Marco Dottore e Federico Doc sono pronti a girare per la città con Luigi Bongiovanni alla camera. Tutti e tre a caccia di talenti per rivivere i grandi successi dei 73 anni di Festival. Ai protagonisti canterini, ed è questa la curiosità, verrà conferito un gustoso premio firmato Galup che a Sanremo vuole proseguire i festeggiamenti dei suoi 100 anni di qualità e rispetto delle tradizioni.

Al Festival fiori, dolci e canzoni

Le clip più divertenti verranno inserite nel format tv Tgevents Television in onda su un network di 80 emittenti più web tv, social e alcuni emittenti oltre frontiera. “Questa iniziativa – dice Marco Dottore, uno degli autori – si completa quest’anno con la vetrina di Imperiatv.it che rinasce dall’entusiasmo e la voglia di valorizzare sempre di più la nostra bella Liguria fuori regione”.

Ogni clip ha una durata di trenta secondi con dilettanti allo sbaraglio mixati a talenti di ogni dove ospiti della città dei fiori. “Non è da escludere – dice Federico Doc – che davanti al grande microfono Galup possano cantare, divertendosi, anche i “big” in gara e di passaggio tra le vie della città. Con noi tutto è possibile. L’importante è volare nel blu come diceva Modugno”.

A Villanova d’Albenga l’ottava edizione di “Assaggi di Vino” con Peirano

Assaggi di Vini 2023, è l’iniziativa varata da Peirano bevande di Albenga prevista  per martedì 31 gennaio dalle 10,30 alle 19,30. Sarà il Salone dei fiori di Villanova d’Albenga ad ospitare l’evento che festeggerà gli otto anni di vita. Dopo essere stato sospeso a causa della pandemia saranno protagoniste una serie di eccellenze italiane e straniere distribuite in Riviera dalla storica ditta ingauna.

Per la Liguria saranno presenti le aziende Alta Via, Anfossi, la Vecchia Cantina, Gaiaudo, Zangani, Il Cascin, La Polenza, Deperi, Teciallo, Costamagna. Per il Piemonte ci saranno Acquesi, Ada Nada, Cocchi, Pio Cesare, Prunotto, la Spinetta, Contratto, Cossetti, la Fusina, Forteto della Luja, Patrizi, Marcalberto, Santero, Marcalberto, Marchesi Alfieri, Santero. 

La Lombardia sarà presente con Marchesi Antinori, Castello Bonomi. Vanzini. Medici Ermete rappresenta l’Emilia Romagna, mentre il Friuli Venezia Giulia sarà presente con Marco Felluga, Forchir, Jermann. Il Trentino Alto Adige presenta Erste Neue, Ferrari, Rotari, Terrazze della Luna, Mastri Vernacoli, Altemasi-Cavit, Hofstatter, Rametz. Poi la Toscana con Marchesi Antinori, Castelvecchi, Fattoria Mantellassi, Campe delle Comete, Frescobaldi, Grillesino, Ludovico Antinori. Umani Ronchi rappresenterà l’Abruzzo mentre Castello della Sala e Tenuita Ferrari Lunelli saranno i portacolori  dell’Umbria. La Campania propone Feudi di San Gregorio, la Puglia Varvaglione, Tormaresca. Sicilia presente con Tasca d’Almerita, Martinez, Barone Montalto. Tenute Gregu rappresenta la Sardegna. Non mancano etichette straniere come Jean Aubry e Michel Maillard per la zona dello Champagne, Domaine Eugene Meyer per l’Alsazia. E ancora, per restare in Francia, Perrier Jouet, Pol Roger e Billecart Salmon, sempre in Champagne. Spazio anche a liquori e distillati. Presenti anche 48 birre alla spina e una lunga selezione di birre  in bottiglia, mentre Rivea presenterà le birre savonesi.

Non mancheranno nemmeno distillati e infusi, con uno spazio per i liquori liguri.

Non mancheranno tre masterclass (posti limitati, prenotazione allo 0182548079): alle 11,30 un laboratorio sulle birre con il biersommelier Roberto Parodi che tratterà gli abbinamenti cibo-birre;  alle 14 masterclass di Angelo Canessa sul il mondo dei rhum e le avanguardie della mixology Velier; alle 15,30 Lo straordinario mondo dello champagne con Leo Damiani, direttore commerciale & marketing di Perrier Jouet.

Rally, prorogate le iscrizioni alla 9^ Ronde della Val Merula

Si potrà inviare l’adesione sino a lunedì 30 gennaio

Ci si potrà iscrivere sino a lunedì prossimo, 30 gennaio, alla 9^ edizione della Ronde della Val Merula, in calendario il 4 e 5 febbraio. I vertici dell’Asd Sport Infinity, sodalizio organizzatore della prima gara della stagione 2023, onde venire incontro ai concorrenti, alle prese con il problema dell’adozione dei nuovi serbatoi di sicurezza, hanno infatti chiesto ed ottenuto da AciSport la proroga delle adesioni.

Di recente, sempre per favorire le richieste di concorrenti e noleggiatori, l’Asd Sport Infinity si è proposta per poter effettuare sessioni di rilascio, rinnovo e aggiornamento di passaporti tecnici. AciSport, ed in particolare l’Area Tecnica, ha autorizzato tali sessioni, che saranno possibili con la collaborazione di Commissari Tecnici Nazionali e che saranno effettuate ad Andora il venerdì precedente la gara, ossia il 3 febbraio.

La 9^ Ronde della Val Merula ricalcherà l’apprezzato format delle edizioni precedenti: partenza ed arrivo ad Andora, percorso di 205,23 km, 44 dei quali relativi alla nuova prova speciale “Madonna della Guardia”, da Caso a Villalunga, che verrà ripetuta quattro volte. La gara assegnerà il 1° “Memorial Davide Elena”, istituito per ricordare un giovane componente del gruppo di lavoro scomparso di recente. L’emittente televisiva Primocanale seguirà l’evento con servizi.

Tutte le informazioni sulla 9^ Ronde della Val Merula sono reperibili sul portale dell’organizzazione all’indirizzo https://www.sportinfinity.it.

Foto Alessandro Turrini

Le spiagge caraibiche del Venezuela rientrano nella nuova programmazione Eco Luxury di Tour2000AmericaLatina con due #viaggiimperdibili in collaborazione con AIR EUROPA

Tour2000AmericaLatina, tour operator specializzato da oltre 25 anni nell’organizzazione di viaggi in tutti i Paesi del Centro, Sud America, Messico e Caraibi, presenta due nuovi Viaggi Imperdibili in Venezuela, riaprendo una delle destinazioni più famose dell’America Latina.

I Viaggi Imperdibili di Tour2000AmericaLatina sono viaggi a conferma immediata con minimo due partecipanti, partenze a date fisse con inclusi nella quota a persona voli intercontinentali e domestici, hotel e trasferimenti.

Prima partenza il 4 Aprile per Pasqua per il tour Venezuela: lagune, cascate e spiagge incontaminate, 11gg/9 notti alla scoperta del parco nazionale di Canaima, una delle zone geologiche più antiche della Terra, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, dove si trova il Salto Angel, la cascata più alta del mondo. Il viaggio prosegue poi per l’arcipelago di Los Roques con i suoi isolotti intatti e disabitati circondati da un mare paradisiaco con soggiorno sull’unica isola abitata di Los Roques in una semplice “posada” a diretto contatto con la natura straordinaria.

La proposta Los Roques Ecoluxury 9gg/7notti con partenze ogni 15 gg dai principali aeroporti italiani è pensato per chi vuole trascorrere una settimana di relax in uno dei mari più belli del mondo nel paradiso incontaminato del Mar dei Caraibi per disconnettersi totalmente dalla vita frenetica dei nostri giorni.

“Riaprire il Venezuela è per noi un momento unico ed emozionante se pensiamo che fino ad una decina di anni fa questo Paese era la nostra prima destinazione per fatturato – afferma Marino Pagni, General Manager di Tour2000AmericaLatina. “Abbiamo voluto tornare a programmare la destinazione con due viaggi eco luxury per permettere ai clienti di immergersi in un paradiso fatto di mare cristallino e spiagge bianchissime in totale sicurezza”.

La programmazione è stata creata in collaborazione con Air Europa, top partner di Tour2000AmericaLatina per i voli in Sud America, grazie ai servizi di alto livello offerti. La flotta di Air Europa è una delle più moderne del continente e tutti i voli sono operati dai nuovi Boeing 787 DreamLiner configurati con la nuova cabina di Business Class ed Economy Class. In alternativa, è possibile acquistare la Premium Economy laddove operi il Boeing 787 DreamLiner configurato con cabina Premium.

Air Europa, membro ufficiale dell’Alleanza SkyTeam, consente di raggiungere facilmente il Venezuela ed il resto delle destinazioni in America Latina e Centro America, grazie alle ottime coincidenze da Milano Malpensa e Roma Fiumicino, via Madrid.

Per maggiori informazioni sui nuovi Eco Luxury di Tour2000AmericaLatina in Venezuela scrivere visitare il sito www.tour2000.it o inviare un’email a booking@tour2000.it.

2023: nuove scelte e nuovi scenari per le Navi Gialle

Dopo una stagione che ha registrato numeri pre-pandemia per tutte le destinazioni servite, con oltre 3.700.000 passeggeri totali trasportati nel 2022, la Compagnia delle Navi Gialle inizia l’anno con nuovi progetti e conferme per il futuro.

Corsica Sardinia Ferries, che da anni segue la rotta della transizione ecologica e della riduzione dell’impronta ambientale delle sue attività, attraverso azioni, tecnologie e progetti, investe su navi ro-ro “a vela”.

Ro-ro “a vela”

Una partnership con Neoline Armateur permetterà di sviluppare il progetto di una nave da carico lunga 136 metri e alimentata principalmente dal vento, che consentirà di risparmiare fino all’80% di carburante rispetto ad una nave tradizionale.

L’innovativo ro-ro due alberi, che accoglierà 3.000 m² di vele rigide a controllo automatico, navigherà ad una velocità commerciale di 11 nodi, combinando risparmio energetico e ottimizzazione dei tempi di trasporto. Questa nuova nave da carico potrà trasportare 1.200 metri lineari, 400 auto o 265 container, che rappresentano fino a 5.000 tonnellate di merci.

Dopo aver limitato il più possibile la nostra impronta di carbonio in una fase iniziale, ora dobbiamo rivolgerci alle alternative ai combustibili fossili. Oggi si aprono nuove possibilità con l’idrogeno verde e la propulsione velica. Come Società Armatoriale responsabile, abbiamo il dovere di sostenere la transizione energetica appoggiando queste soluzioni lungimiranti, che sono veri e propri laboratori per la propulsione del trasporto marittimo di domani” commenta Pierre Mattei, Presidente di Corsica Sardinia Ferries.

Rosa dei Venti (Ro-ro Cargo)

La Compagnia, che punta anche sulla diversificazione delle sue attività, ha recentemente acquistato la nave ro-ro italiana Rosa dei Venti da Visentini Trasporti.

La Rosa dei Venti, costruita nel 2018 per le necessità di Grendi, ha una capacità di carico di 2.500 metri lineari e ha la stiva progettata per accogliere l’innovativo sistema di movimentazione dei container con “cassette” per imbarcare e sbarcare in doppia altezza, raddoppiando lo sfruttamento dei metri lineari disponibili di garage e dimezzando i tempi di movimentazione del carico.

La nave è attualmente noleggiata al Gruppo Grendi, che ne manterrà il charter per i prossimi 5 anni, continuando ad operare fra la Toscana e la Sardegna e impiegando il personale marittimo di Corsica Sardinia Ferries e il suo know how.

Core Business: trasporto passeggeri

Per il 2023, Corsica Sardinia Ferries conferma la programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleariottimizzando gli orari, in base alle esigenze del mercato, e la pianificazione delle rotte, per ridurre le emissioni, con la “tensione costante a migliorare l’offerta commerciale e ad essere sempre più Green Oriented

Digitale e virtuale, il gambling è sempre più nerd

È un mondo, quello del gambling, che si muove tra passato e presente, con un occhio stabilmente puntato sul futuro. Questa la ricetta vincente di un settore in costante crescita, capace di coniare la tradizione e l’innovazione, in grado di partire da capisaldi di ieri per cambiare il domani del gioco.

In questa parabola si deve leggere anche un’altra oscillazione del gambling, quella che lo ha portato da essere un ambiente di nicchia ad essere un fenomeno transgenerazionale. Lo dimostrano gli ultimi dati del report stilato dalla Business Research Company proprio su device e gioco online, che mettono in evidenza quattro grandi fattori di cambiamento. Il primo è quello di una maggiore disponibilità di rete internet migliore e illimitata, una nuova possibilità che apre grandi opportunità agli utenti. Poi la sicurezza nelle transizioni economiche, diventate più solide e controllate anche da mobile; la consapevolezza crescente delle aziende di gambling verso questo argomento, con la conseguente crescita di app e piattaforme pensate a misura di smartphone e infine proprio il ruolo centrale svolto da questi ultimi. Il report si sofferma poi sulle cifre del mercato globale del gambling che nel 2023 dovrebbe raggiungere e superare la quota dei 702 miliardi di dollari negli USA per arrivare a 847 miliardi nel 2032.

Accanto a questa dimensione mainstream, di massa, il gambling continua però a parlare ad un piccolo ambiente di riferimento, fatto di patiti del settore e soprattutto di grandi esperti di tecnologia. Sì, perché dietro a ogni singola slot machine online ci sono meccanismi e competenze che rimangono sconosciute ai più. Stiamo parlando di tecnologie immersive come il 4D e la Realtà virtuale oppure i linguaggi di programmazione HTML 5, il C++, lo Swift e tanti altri. Oppure i tanti programmi di game engine e di ingegneria informatica, elementi essenziali per fare di una slot o di gioco online un grande successo.

Forse è proprio questo il grande segreto del gambling, la capacità di aver mantenuto intatto il suo status iniziale e allo stesso tempo di ingrandire il proprio target di riferimento. È così infatti che il gioco pubblico è diventato un fenomeno di massa, tanto che presto arriverà a dominare anche la zona asiatica. Basti pensare a quanto dimostrato dal China Welfare Lottery, che ha registrato una crescita di quasi 13 punti percentuali. Una crescita incredibile, che parte da solide basi. Quelle della tradizione. Quelle di una nicchia capace di diventare massa.

T-shirt e jeans con le toppe? A Savona riprendono vita

Ridurre i consumi e azzerare gli sprechi. Mercoledì 25 gennaio alle 17,30 saranno presentati i laboratori e le lezioni della serie “Slow & lab”, aperti a tutti, che si svolgeranno ogni mercoledì dalle 17,30 alle 19 presso il laboratorio “Ada Augeri Creazioni” di piazza Martiri 25R a Savona.

«La nostra casa – spiegano le organizzatrici Francesca Gagliardi e Ada Augeri – è il primo laboratorio di ecologia dove sperimentare piccoli utili cambiamenti, negli incontri e laboratori vi proporremo idee e attività per aiutare il clima, il pianeta e noi stessi a stare meglio e risparmiare materie prime, energia, inquinamento».

Il primo febbraio si parlerà di “Nuova energia con il Feng Shui”. Aggiungono le organizzatrici: «Sarà una lezione sull’antica arte cinese che agisce sulle energie della casa per rinnovare e migliorare la nostra vita, con semplici stratagemmi a portata di mano. Avete la planimetria della vostra casa? Portatela con voi per leggere le energie positive e come rimediare a influenze negative».

L’8 e il 15 febbraio saranno due date dedicate a laboratori dal titolo: “Riciclo creativo con le t-shirt e i jeans”. Ecco le istruzioni di Gagliardi e Augeri: «Avete delle magliette ormai consumate vecchi jeans con le toppe? Le avresti buttate via? Diamo una seconda vita a questi indumenti, realizzando nuovi oggetti e cose per la casa. Portate anche forbici, ferri da maglia e uncinetti grossi».

Il ciclo di febbraio si concluderà il 22 con il laboratorio dedicato a “Autoproduzione di candele con la cera di Natale”. Aggiungono Gagliardi e Augeri: «Speriamo che abbiate ancora le vecchie candele di Natale, daremo nuove forme agli avanzi di cera delle feste».

Ada Augeri dice si sé: «La caratteristica che più mi rappresenta è la manualità. Una abilità nel fare che ha accompagnato tutta la mia vita. Comunicare attraverso le forme che nascono dai più diversi tipi di oggetti e materiali considerati di scarto e ridare loro vita mi appartiene profondamente; l’upcycling è stato per me un punto di arrivo, da qualsiasi oggetto può nascere qualcosa di inaspettato e unico. Ho lavorato come grafica nella progettazione di tessuti presso studi professionali lombardi e nel settore dell’editoria in ambito locale. Ultimamente mi sono occupata di arredamento di interni per locali-bar. È importante per me dare compimento a quello in cui credo e che amo, in una visione di collaborazione e condivisione».

Francesca Gagliardi dice di sé: «di professione architetto, mi sono sempre interessata alla sostenibilità in svariati ambiti. Ho esperienza in permacultura, autocostruzione, uso di materiali e tecniche rispettose dell’ambiente. Mi occupo di formazione e laboratori su questi argomenti con l’obiettivo di divulgare conoscenze e sensibilizzare sui temi ambientali».

Per info: 349.4566548 / 349.1686929

“Vedo Buio” di e con Alberto Patrucco sabato 28 gennaio al Teatro Sacco di Savona

Al Teatro Sacco di Savona arriva sabato sera alle 21 «Vedo Buio», lo spettacolo di Alberto Patrucco.

I più fedeli estimatori di Alberto Patrucco ricorderanno questo titolo in libreria e come incipit dei suoi monologhi televisivi (Zelig e Colorado) Ma Vedo Buio è prima di tutto uno spettacolo dal vivo; una panoramica al vetriolo sui tempi che stiamo vivendo, intrisa di comicità vera, dunque non indulgente o auto-consolatoria.

Liberato dagli orpelli del quotidiano, lo spettacolo assume in questo modo tutta un’altra angolazione: attinge dalla cronaca, certo, ma si alimenta anche di più ampi scenari storici. Sullo sfondo, le tante vicende che hanno condizionato – e segnano ancora – il nostro attuale stile di vita. In VEDO BUIO! Alberto Patrucco non risparmia niente, nessuno e nemmeno se stesso.

Così, tanto per tornare a ridere… sul serio.

Il Teatro Sacco ha una disponibilità di posti a sedere limitata pertanto la prenotazione è consigliata.

INFO E PRENOTAZIONI

TEL: 331.77.39.633 

EMAIL: info@teatrosacco.com