Da Genova a Ventimiglia su un treno storico, domenica da non perdere in Riviera

Un treno storico degli anni 30 collegherà Genova a Ventimiglia, domenica 18 settembre, in occasione del 150° anniversario della linea ferroviaria Genova Voltri – Ventimiglia.

Trenitalia (Gruppo Fs Italiane) e Regione Liguria hanno organizzato un collegamento straordinario composto da vetture degli anni 30 della tipologia “Centoporte”, messe a disposizione da Fondazione FS, che partirà da Genova Brignole alle ore 9.45 con destinazione Ventimiglia.  Fermate intermedie nelle stazioni di Genova Piazza Principe, Genova Sampierdarena, Genova Sestri Ponente Aeroporto, Genova Voltri, Savona, Spotorno – Noli, Finale Ligure Marina, Pietra Ligure, Loano, Albenga, Alassio, Diano, Imperia, Taggia Arma, Sanremo, Bordighera.

Il treno effettuerà una sosta di 50 minuti alla stazione di Taggia Arma per consentire ai viaggiatori la visita al Museo Nazionale dei Trasporti, mentre all’arrivo nella stazione di Ventimiglia, ore 13.50, si potrà visitare la mostra dedicata alla storia della linea ferroviaria, una linea costiera di enorme fascino che ha contribuito in maniera fondamentale allo sviluppo turistico ed economico della Liguria di Ponente.

Il treno di ritorno partirà da Ventimiglia alle ore 15.40 con arrivo a Genova Piazza Principe alle ore 18.41, Genova Brignole ore 18.47 e fermata nelle stesse località dell’andata.

I biglietti  per poter viaggiare a bordo del treno storico, nell’intero percorso o anche in parte e fino all’esaurimento dei posti a sedere disponibili, sono in vendita su tutti i canali di vendita Trenitalia, biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su sito e app Trenitalia. I bambini fino ai 4 anni non compiuti, accompagnati da un adulto con biglietto, viaggiano gratuitamente.

Pesaro, il Premio Apoxiomeno 2022 a Liliana Segre, Dodi Battaglia, Vittorio Brumotti e Sergio Rubini

A Pesaro, città predestinata ad essere incoronata capitale della cultura italiana 2024,  si sta svolgendo la ventiseiesima edizione dell’International Police Award Arts Festival (IPAAF). Dal 9 settembre al teatro sperimentale in via Gioacchino Rossini, a cura del direttore artistico Orazio Anania, il Festival propone incontri artistici e culturali di ampio respiro internazionale che ampliano e arricchiscono il palinsesto degli eventi cittadini. L’iniziativa si contraddistingue per la notevole varietà delle arti presentate, avvicinando, fra le altre, cinema, letteratura, pittura e musica. Fra i numerosi ospiti presenti nelle giornate precedenti si annoverano nomi come i Manetti Bros., Lucia Mascino, Gianni Dall’Aglio, Toni Capuozzo, Sara Lucaroni e Marco Tullio Giordana.

Domenica 18 settembre alle 18, sempre al teatro sperimentale, avrà luogo la serata di gala del Premio Apoxiomeno che quest’anno sarà assegnato a Carlo Mari, per la sezione Arte; Gaetano Savatteri e Cinzia Tani per la Letteratura; Marco Pontecorvo, Desiree Noferini, Alexis Sweet, Richie Mehta, Shefali Shah, Sergio Rubini e Francesco Acquaroli per la Televisione; Marco Simon Puccioni, Parinaz Izadyar per il Cinema; Gaetano Aronica per il Teatro, Dodi Battaglia e Mauro Maur per la Musica; Domenico Romano e Pietro Angelo Lo Bue per lo Sport; Vittorio Brumotti per il Giornalismo e Radio Esercito per il Sociale. Premi sono stati attribuiti al film “Ostaggi” di Eleonora Ivone; a Enrico Franceschini e Sara Lucaroni per Letteratura; a Daniela Poggi per il Cinema. Riconoscimenti al regista Max Nardari; ai film DIA 1991 e Rebibbia Lockdown.

“Oggi il Premio Apoxiomeno compie 26 anni – afferma Orazio Anania, direttore artistico del Premio e del Festival – in cui tante storie sono state raccontate e grandi emozioni vissute al fianco dei tutori dell’ordine di tutto il mondo. Un viaggio stimolante e divertente in cui i veri eroi della polizia condividono un momento speciale con gli attori e tanti personaggi famosi che hanno raccontato, attraverso le varie discipline artistiche, le loro gesta e il loro duro lavoro quotidiano. L’International Police Award Arts Festival è questo: un momento di lieta e franca riflessione sulla legalità e sulla sicurezza, affrontato con leggerezza e responsabile passione”.

Rimanendo in linea con le edizioni precedenti, l’IPAAF presenta anche quest’anno opere provenienti da tutto il mondo, quali Dheli Crime di Richie Mehta, regista premiato assieme ai protagonisti dell’opera fra cui spicca Shefali Shah, diva bhollywoodiana in ascesa.

La conclusione del Festival, che porterà alla consegna del premio Apoxiomeno 2022, è affidata alle ultime tre giornate che vedranno la presenza di grandi proiezioni e nomi fra cui, oggi,  Crimine Infinito, il libro di Cristiano Barbarossa e Fulvio Benelli, ispirato all’estenuante operazione contro la ‘Ndrangheta, già tradotto in serie tv sotto il titolo di Sirene e il lungometraggio Notes to a lover from Jenny Adam and her beautiful family di Sudeep Ranjan Sarkar e Rita Jhawar.

Sabato 17 settembre alle 21 si svolgerà la sesta edizione dell’“Alberto Sordi Family Award”, ideato e condotto dal giornalista e conduttore radiotelevisivo Rai Igor Righetti, cugino del grande attore.

La Robiola di Roccaverano tra i protagonisti del Salone del Gusto

La Robiola di Roccaverano è tra i grandi nomi che animeranno l’edizione 2022 del Salone del Gusto di Torino (al Parco Dora dal 22 al 26 settembre), dallo Stand della Regione Piemonte (Stand H01). Infatti, è solo qui che, guidati dai Maestri Assaggiatori dell’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi), i visitatori potranno degustare le Dop nelle sue diverse stagionature. Organizzate nell’area convegni, adiacente lo stand, e gratuite fino a esaurimento posti, le degustazioni si terranno: giovedì 22 ore 19-20, sabato 24 ore 18-19, domenica 25 – ore 15-16, lunedì 26 ore 16-17.

Il Consorzio della Roccaverano è ospite della postazione regionale insieme all’Associazione di cui è socio fondatore: Alte Terre Dop, n Proprio alle attività e ai componenti di Alte Terre Dop è dedicato un momento di approfondimento giovedì 22 alle ore 12:00, nell’ambito delle presentazione dello stand regionale, alla presenza degli altri componenti dell’Associazione che, oltre al Consorzio per la tutela del formaggio Robiola di Roccaverano, sono: il Consorzio per la tutela del formaggio Murazzano, il Consorzio per la tutela la promozione e la valorizzazione del formaggio Ossolano, il Consorzio di Tutela della Dop Riso di Baraggia Biellese e Vercellese.

«La nostra storia ha radici profonde. Nei secoli è stata fatta molta strada mettendo sempre al centro la qualità e ancora oggi il Roccaverano DOP è l’unica Dop caprina a coagulazione lattica dell’intero panorama caseario italiano – racconta il presidente del Consorzio, Fabrizio Garbarino –.  Quest’anno, dopo i festeggiamenti per la designazione del comune di Roccaverano come Città del Formaggio, siamo anche al Salone del Gusto, ospiti dello Stand della Regione Piemonte che è un altro importante riconoscimento del nostro valore e rappresentatività del territorio»

La Robiola di Roccaverano Dop si conferma dunque protagonista nel mondo del food e con Alte Terre Dop il Consorzio del Roccaverano intende consolidare il proprio ruolo di ambasciatore delle prelibatezze casearie di qualità prodotte in quota partecipando ad altri importanti eventi, come Golosaria, a Milano dal 5 al 7 novembre. Mentre negli stessi giorni del Salone del Gusto, il Roccaverano sarà anche in concorso “All’ombra della Madonnina”, il più importante evento in Italia riservato a formaggi, ricotte e yogurt da latte di capra, a Milano, e a “Formaggi della fattoria”, in occasione di “Caseus Veneti”, a Piazzola sul Brenta (PD).

È disponibile ovunque “Valvola”, il primo EP di Carrese

È disponibile ovunque “Valvola” (The Orchard / Rumore di Zona https://orcd.co/carrese-valvola), il primo EP di CARRESE, cantautrice e finalista di The Voice of Italy. Il disco è stato anticipato dalla pubblicazione del singolo “Squali” feat. Gemello.

Il nuovo progetto della cantautrice è frutto di un percorso fisicamente e psicologicamente complesso: i brani sono nati da una convalescenza a seguito di un’operazione al cuore, in cui è stata sostituita una valvola. Da qui il titolo dell’EP, che vede alla produzione Marta Venturini, Cristiana Dalla Vecchia e Francesco Fioravanti.

«“Valvola” è il mio primo EP, che non poteva avere un nome più bello di questo. Ho sempre inteso la musica come una forza prorompente, come il convergere di emozioni e sensazioni diverse che determina la rottura di ogni valvola di sicurezza, di ogni atto di prudenza – dichiara CARRESE – Il progetto ha preso forma proprio durante la mia convalescenza dopo un’operazione al cuore, in cui mi è stata sostituita una valvola, ed è così che questo nome ha assunto un significato importantissimo che volevo abbracciasse le mie canzoni».

Di seguito la tracklist di “Valvola”: “Sud America”, “Radici”, “Stare bene”, “Fragole”, “Fuori contesto”, “Freud”, “Squali” feat. Gemello.

«Ero sul fondo e ho scritto un pezzo che andasse a fondo nel mio dolore – racconta CARRESE in merito a “Squali” – Questo brano è un pezzo che si racconta da solo, un brano a cui mi sono “aggrappata” quando sentivo di non avere più le forze per galleggiare».

CARRESE, pseudonimo di Roberta Carrese, è una cantautrice e chitarrista italiana, classe 1994. Di origini campane e ultima di cinque fratelli, si trasferisce a Roma nel 2013, dove studierà Cinema, Televisione e Nuovi media all’Università degli studi di Roma Tre. Le sue influenze musicali nascono molto presto, alimentate dalla famiglia da sempre appassionata di musica.

A 11 anni inizia a suonare la chitarra da autodidatta, strumento oggi fondamentale per accompagnarsi nei live e scrivere le sue canzoni. A 14 anni intraprende un’attività live musicale per club e piazze locali. Dopo il diploma di Liceo Classico, all’età di 19 anni si trasferisce a Roma per studiare. I primi anni romani sono significativi per la sua carriera.

Nel 2015 partecipa alla terza edizione di “The Voice of Italy” nel team di Piero Pelù, guadagnando il secondo posto in finale. Come affermerà successivamente l’artista, “il talent è stata un’esperienza di crescita, un punto di partenza e mai di arrivo”. Dopo la partecipazione televisiva seguono due anni di concerti in tutta Italia, da sola (voce e chitarra) e con la band. Nel 2017 interrompe per un periodo la sua attività live musicale per dedicarsi alla scrittura dei suoi primi brani: inizia così a lavorare come commessa e fuori dal lavoro compone le sue nuove canzoni. Nel 2018 il fortunato incontro/collaborazione con la produttrice musicale Marta Venturini, autrice e produttrice di dischi noti come “Mainstream” di Calcutta. Nel 2020 CARRESE pubblica il suo primo singolo “Smart”, con la produzione di Marta Venturini per l’etichetta Rumore di Zona (RDZ). In seguito, pubblica i brani “Vetro”, “Nodo in gola”, “Effetto speciale”, “Terra dei fiori”. Dal 2021, il suo primo EP viene anticipato dalla pubblicazione di “Radici”, “Stare bene”, “Sud America”.

https://www.instagram.com/_carrese_/
https://bit.ly/3wnBLlc
https://spoti.fi/3wniTD0

La straordinaria bellezza del Piatto Blu di Albenga

Datato con sicurezza – grazie alle informazioni fornite dallo scavo – al periodo fra la fine del I secolo d.C. e gli inizi del II secolo, il grande piatto è stato realizzato in vetro blu cobalto mediante colatura a stampo. Molato e levigato al tornio su entrambe le facce , il piatto è decorato sulla superficie inferiore con intagli alla ruota e al tornio, completati da incisioni eseguite con una punta, a mano libera.
La decorazione può essere pienamente apprezzata per trasparenza solo quando il piatto è sollevato. Intorno all’orlo corre un fregio formato da una corona di perle e da una fascia di ovoli; al centro, nel disco incorniciato dall’anello del piede, è una scena figurata formata da una coppia di putti bacchici danzanti; quello a sinistra, alato , tiene una siringa a sei canne con una mano, mentre con l’altra impugna un bastone ricurvo da pastore (pedum). L’ altro putto , privo di ali , stringe con la sinistra un otre di pelle ferina caricato sulle spalle , mentre la destra regge il tirso, sul quale è annodata una benda.
Mostra Magiche Trasparenze
dal martedì alla domenica
9:30-13 e 15-18:30
@italianticket

Chiara Ferragni ha scelto Costa Toscana per il suo viaggio da Ibiza

Chiara Ferragni, influencer, blogger e designer famosa in tutto il mondo, seguita su Instagram da più di 27 milioni di follower, ha scelto Costa Toscana, la nuova nave di Costa Crociere, per un team building con nove membri dello staff della sua azienda, The Blonde Salad.

Il gruppo, imbarcato ieri a Ibiza, rimarrà a bordo alcuni giorni, durante i quali avrà l’opportunità di vivere insieme alcune delle esperienze uniche offerte dalla nave più innovativa e sostenibile della flotta Costa, tra momenti di relax, food experience ed escursioni.

Le Alpi Apuane un meraviglioso scrigno di bellezza e biodiversità da tutelare

I vertici del Club alpino italiano tornano sul territorio, con un Comitato direttivo centrale che vuole testimoniare l’attenzione per l’impatto ambientale, della presenza dell’uomo, sulle Terre alte. Dopo Cortina d’Ampezzo è il turno delle Alpi Apuane: meraviglioso scrigno di bellezza e biodiversità, interessato però dall’estrazione del marmo e del carbonato di calcio. Le cave simbolizzano il dilemma tra preservazione e sfruttamento del territorio. Da sempre il Sodalizio è a fianco del Cai Carrara e delle associazioni, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

Il luogo prescelto è il Rifugio Carrara, di proprietà dell’omonima Sezione del Cai. Sabato 17 settembre, alle 8.30 è previsto l’incontro del Comitato direttivo centrale. Alle 13.30, è il momento della Conferenza dei Presidenti regionali e provinciali. Alle 18.30, invece, è il turno del Comitato centrale di indirizzo e controllo. Infine, è previsto un momento di approfondimento, con il film “Cave Canem” del regista locale Alberto Grossi.
“Le Alpi Apuane sono il luogo in cui il contrasto tra natura e antropizzazione emerge in maniera netta e indiscutibile, ma può diventare anche il territorio in cui trovare nuove strade e percorsi di coesistenza tra attività dell’uomo e preservazione della biodiversità. Con il Comitato direttivo centrale al Rifugio Carrara, il Club alpino italiano vuole ‘toccare con mano’ i problemi delle Alpi Apuane per trovare soluzioni e proporre modelli che sappiano delineare uno sviluppo del territorio equilibrato e sostenibile dal punto di vista ambientale”, spiega il Presidente generale del Club alpino italiano Antonio Montani.
“É con grande riconoscenza che accogliamo il Presidente generale e i vertici apicali del nostro Sodalizio in questo territorio dove le cave, da fonte di lavoro per la popolazione locale, sono diventate uno dei disastri ambientali maggiori di tutto il pianeta. I media parlano spesso del marmo per l’arte ma questa è una piccola destinazione della produzione, quasi insignificante. Il prodotto principale è il carbonato di calcio, circa l’85% del materiale estratto. Distruggiamo intere montagne per fare polvere. Il Cai vorrebbe il ritorno a limiti più tollerabili, potrebbero essere il 40%, ad esempio. Tante cose sarebbero da cambiare per salvare dalla distruzione queste montagne, un’eccezionale biodiversità e la grande quantità di acqua che producono. Questo incontro sarà un’occasione per portare la conoscenza a livello nazionale, auspicando un concreto interesse dai ministeri competenti”, afferma Il Presidente del Cai Toscana Giancarlo Tellini.
Le cave sono il filo rosso che guiderà il Presidente generale Montani, la Vicepresidente generale Laura Colombo, i delegati e tutti i partecipanti all’evento, nell’escursione di domenica 18. L’itinerario parte dal rifugio Carrara, si snoda lungo i prati di Campocecina e arriva fino a Capanna Martignoni, da cui si possono osservare gli impianti di estrazione dall’alto. Infine, dal generale lo sguardo passa al particolare, con la visita alle cave del Sagro, luogo significativo in grado di testimoniare e raccontare la storia passata e presente di questi territori. I camminatori saranno accompagnati dal Presidente del Cai Carrara Brunella Bologna e dai soci della Sezione, che racconteranno il territorio e le sue problematiche.

Jill Cooper torna ad Albenga per una giornata Freedom + MasterClass Super Jump

Un evento sportivo è in arrivo sabato 17 settembre ad Albenga: Freedom + MasterClass Super Jump con la personal trainer Jill Cooper.

Il programma si aprirà alle ore 12,15 con Freedom: una camminata di riscaldamento, tra i caruggi del bellissimo centro storico, guidata da Jill Cooper che, con l’utilizzo di cuffiette, descriverà anche i monumenti di Albenga.

Alle ore 13,30 al via la Masterclass Super Jump in piazza San Michele: ognuno avrà a disposizione un trampolino e verrà guidato da Jill e da altri insegnanti.

Il Super Jump è l’innovativo metodo di allenamento ideato da Jill Cooper che prevede l’utilizzo di un trampolino elastico di nuova generazione sul quale, a ritmo di musica, si svolgono esercizi e salti senza mai scendere dalla pedana.

Iscrivendosi si avrà a disposizione: cuffie per la passeggiata, t-shirt e il trampolino utilizzato per gli esercizi. La quota di partecipazione è di 30 euro ed il ricavato (tolte le spese) andrà alla Fondazione ANT Italia Onlus di Albenga.

Afferma la Presidente della Delegazione Ingauna  Cristina Pavanelli “Ho avuto occasione di conoscere Jill Cooper lo scorso anno, quando è venuta a trovarci nel nostro Charity Point in Via Roma 46 ad Albenga, e devo dire che è veramente una bella persona piena di grinta e vitalità.

Durante la sua visita ha speso bellissime parole nei confronti del nostro negozio e dell’attività che svolgono i volontari della delegazione. Sono veramente grata che i proventi dell’evento per volontà di Jill e di Carmen Ardoino, che lo ha organizzato, verranno devoluti alla Fondazione ANT a sostegno dei progetti di prevenzione oncologica ”

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Dopo il grande successo dello scorso anno torna ad Albenga Jill Cooper con il suo Super Jump!

In Piazza San Michele l’energia e l’entusiasmo di Jill coinvolgeranno i partecipanti in una mattinata di sport e divertimento il tutto nello straordinario contesto del nostro Centro Storico.

Come lo scorso anno sarà l’occasione per una camminata tra le nostre Torri e i nostri edifici storici raccontati con entusiasmo dalla famosa e seguitissima personal trainer.

L’evento ha scopo benefico e il ricavato sarà devoluto all’Ant.

Un motivo in più per iscriversi e partecipare ad un evento che coniuga attività fisica, musica, divertimento il tutto nella suggestiva cornice storico-culturale del centro storico di Albenga”.

L’evento gode del patrocinio del Comune di Albenga.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Carmen Ardoino messenger, whasapp 345 4646413, Instagram ardoinocarmen.

Roma International Buskers Festival al Porto Turistico di Roma

La magia degli spettacoli di strada torna ad animare Ostia dal 23 al 25 settembre per la terza edizione del Roma International Buskers Festival. Il Porto Turistico di Roma (Lungomare Duca degli Abruzzi, 84 – dalle 16.30 alle 23.30) diventerà un enorme palcoscenico che accoglierà artisti internazionali e locali: acrobati, giocolieri, musicisti, professionisti delle discipline dello spettacolo di strada.

L’accesso alla zona sarà gratuito e, come nella grande tradizione dei buskers, con offerta libera “a cappello”.

Come di consueto saranno presenti postazioni dislocate e adibite alle performance degli artisti che si riverseranno lungo tutta la promenade del Porto per meravigliare e sorprendere il pubblico, ogni anno sempre più numeroso. Qui alcuni degli artisti confermati durante le tre giornate di Festival: Lev Radagan, Danielle De La Wonk, i Circensema (direttamente dal Circen Dolomites Festival), Adriano Bono, Neuforia, Caracca Tamburi Itineranti e tanti altri.

Ogni giorno, inoltre, sarà possibile partecipare a tre straordinari laboratori circensi organizzati dal gruppo di giocolieri Circensema e dalla compagnia Wonky Monkeys.

Tra le novità di quest’anno il gemellaggio con il Festival australiano Buskers by the Lake mentre Rai Radio, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Radio Kids saranno media partners del festival.

«Una terza edizione spumeggiante, piena di tantissimi nuovi artisti di strada e grandi novità come l’importante partnership con Radio Rai e le sue diverse emittenti per i più piccoli e le famiglie. Ma non solo, in questa edizione il festival si legherà alle Dolomiti e salperà oltreoceano, in Australia. Roma International Buskers Festival è un progetto culturale e di intrattenimento gratuito aperto a tutti, un progetto molto importante per il territorio di Ostia. È per questo che come agenzia di comunicazione siamo felici di investire in modo concreto nella Cultura per tutti e quindi sui giovani», dichiara Andrea Cicini, amministratore unico di Gruppo Matches.

Anche per questa edizione Roma International Buskers Festival riafferma il proprio carattere green e solidale attraverso la collaborazione con l’associazione Ostia Clean-Up che, oltre a tenere laboratori sulla tutela ambientale, con il progetto “Bibliot-eco” incentiverà a ridurre il consumo di plastica aumentando la cultura. Ogni 5 bottiglie, flaconi in plastica o lattine in alluminio consegnate, sarà infatti regalato un libro a scelta tra quelli disponibili.

Il Roma International Buskers Festival, è ideato e organizzato dall’agenzia di comunicazione Gruppo Matches, in collaborazione con il Porto Turistico di Roma, il patrocinio di Regione LazioMunicio X e Siae e altri partners come Chinotto Neri.

Sito Ufficiale: www.romabuskers.com

IG https://www.instagram.com/romabuskersfestival/

FB https://www.facebook.com/RomaBuskersFestival

Info: info@romabuskers.com

“La ragazza con gli occhi di sole” in ricordo di Stefano D’Orazio

Il 12 settembre sarebbe stato il compleanno dell’indimenticato Stefano D’Orazio e per l’occasione Azzurra Music pubblica la sua ultima esibizione in pubblico al “Dodi Day” tenutosi nel 2018. “La ragazza con gli occhi di sole” è il duetto con Dodi Battaglia in radio e in digitale dallo stesso giorno.

«Nel 2018 ho organizzato il “Dodi Day“, la grande festa dedicata ai miei cinquant’anni di carriera e – racconta Dodi Battaglia –  in quella serata memorabile Stefano, con la carica di energia spiritosa e positiva che lo contraddistingueva, ha reso indimenticabili la bella musica ed il tempo condivisi insieme alla grande folla riunita con noi».

“Mi è sembrato doveroso aderire all’iniziativa che consentirà di rendere pubblica una delle ultime esibizioni di Stefano in occasione del Dodi Day a Bellaria Igea Marina – afferma Tiziana Giardoni D’Orazio – tenere vivo il ricordo e l’eredità artistica di Stefano in ogni occasione rappresenta per me, ma anche per coloro che lo hanno amato un motivo di orgoglio e di grande soddisfazione».

Nel 2018 si tenne il “Dodi Day“, la grande festa organizzata a Bellaria Igea Marina per festeggiare il compleanno e l’importante traguardo dei cinquant’anni di carriera insieme al pubblico e ad amici. Dodi duettò sul palco con gli artisti, amici di lunga data, incluso Stefano D’Orazio. Un regalo che volle fare a se stesso ed a quanti erano presenti in quella piazza affacciata sul mare, accorsi da tutte le parti d’Italia.

Quella fu l’ultima esibizione pubblica di Stefano D’Orazio e quattro anni dopo quella magica notte, i brani interpretati con Stefano sono finalmente disponibili in una edizione realizzata e curata insieme a Tiziana Giardoni D’Orazio. L’esibizione oltre che in digitale è anche su vinile e CD con due tra le canzoni più amate dal pubblico dei Pooh.

Sul lato A del 45 giri  “La ragazza con gli occhi di sole dove, sulla melodia molto dolce e dal sapore mediterraneo composta da Dodi, nel 1988 Stefano raccontò un periodo particolare della sua adolescenza: quella di giovane studente che si spostava da una parte all’altra di Roma per raggiungere la scuola. Ancora inconsapevole del destino di batterista che lo attendeva, Stefano viaggiava su un autobus con una ragazzina alla quale non ebbe mai il coraggio di rivolgere la parola. Nella canzone, l’autobus divenne un treno “che sfiorava le case del sud”. Sul lato B “50 primavere, altro brano composto da Dodi con la chitarra classica. Stefano scrisse di getto il testo dedicato alla storia d’amore dei suoi genitori, uniti da un matrimonio durato più di mezzo secolo e testimone della storia dell’Italia che fece da sfondo alla loro unione. Una complicità che ha saputo essere d’esempio. Solo in digitale e sul CD è disponibile anche “Una storia al presente“, brano composto e scritto da Dodi con la collaborazione di Chiara Peduzzi per il testo, in seguito alla prematura scomparsa di Stefano, avvenuta quasi due anni fa. Attraverso la musica, arte che per molti anni ha unito sia umanamente che professionalmente i due artisti, Dodi ha condiviso ricordi ed emozioni legati ai concerti, ma anche all’ultimo saluto a Stefano tenuto a Roma, circondato dall’affetto del pubblico.

Il vinile ed il CD sono disponibili sul sito di Azzurra Music. Per tutte e tre le edizioni è previsto lo sconto del 10% dedicato agli iscritti al DB Fan Club.

Edizione CD (3 brani) https://bit.ly/3b855Vo.

Edizione 45 GIRI (2 brani) https://bit.ly/3OmTHmJ.

Edizione CD + 45 GIRI https://bit.ly/3tD0LUr.

Il 23 ottobre si terrà la prima edizione del “DB Fan Club Day”, l’evento dedicato agli iscritti alla community di Dodi. L’incontro e la cena si terranno presso il Forte Nugent di Pastrengo (VR).

Informazioni e modalità d’iscrizione

DB Fan Club Day 23 Ottobre https://bit.ly/3RC2hQB

Cena 23 Ottobre https://bit.ly/3qCdogx