Sci di fondo on the beach a Laigueglia, in gara anche il mitico Roberto “Baffo” da Crema

E’ il «Re» indiscusso delle televendite. Roberto Da Crema, conosciuto anche con il soprannome di «baffo da Crema», volto noto della tv dagli anni ’80 agli anni ’90, è un personaggio senza tempo.

Il suo marchio di fabbrica, oltre ai celebri baffi, era anche la sua voce  caratterizzata da un respiro alquanto affannoso. Un affanno dovuto ad un enfisema. Anche i suoi modi molto animanti nel vendere i prodotti, al fine di convincere gli spettatori a comprarli, è diventato celebre. Tanto di essere stato oggetto di tante imitazioni.

Roberto Da Crema sabato 30 aprile sarà uno dei super ospiti di «Sci on the beach», la curiosa quanto insolita manifestazione che avrà come teatro il litorale laiguegliese. «Onorato di partecipare ad un evento che negli anni si è fatto conoscere e apprezzare in tutta Italia», sono le sue parole.

Dal 1995 si è allontanato dalle televendite e cercando di fare il suo ingresso del mondo dello spettacolo. In quello stesso anno ha persino inciso un album, al cui interno erano presenti quattro tracce. Questa sua produzione prende il nome di «Vendo» (parola di baffo). Nel 1996 fa il suo ingresso anche del mondo della recitazione, in quando lo vediamo nel film «Chiavi in mano». Nel 2004 diventò inviato del programma Libero di Teo Mammuccari. Successivamente, fu concorrente del reality «La Fattoria».

Attualmente insieme alla figlia Valentina gestisce i magazzini Pubbli-Store, che in totale sono ben 8 negozi in tutta la Brianza. Insomma, nonostante il passato difficile e a tratti molto triste, l’esuberante Roberto Da Crema ha finalmente trovato la sua oasi di pace.

Prime Video ha svelato il poster ufficiale e nuove immagini della serie Original italiana “Bang Bang Baby”

Prime Video ha svelato oggi il poster ufficiale e nuove immagini della nuova serie Original italiana Bang Bang Baby. La serie crime drama in dieci episodi interpretata da Arianna Becheroni, Adriano Giannini, Antonio Gerardi, Dora Romano, Lucia Mascino e Giuseppe De Domenico, sarà disponibile in esclusiva su Prime Video in 240 Paesi e territori nel mondo con i primi 5 episodi dal 28 aprile, per poi concludersi con gli ultimi 5 episodi il 19 maggio.

“L’eccezione”, canzone originale scritta per Bang Bang Baby, è il nuovo singolo inedito di Madame, che ne ha scritto il testo e le cui musiche sono di Luca Faraone, ed è in radio e su tutte le piattaforme digitali da oggi, venerdì 15 aprile. “L’eccezione” è prodotta da Luca Faraone e DRD.

Bang Bang Baby è un crime drama in dieci puntate ambientato nel 1986 e racconta la storia di Alice, adolescente di 16 anni che vive in una cittadina del Nord Italia. La sua vita di teenager cambia all’improvviso quando scopre che il padre che credeva morto in realtà è ancora vivo. È l’inizio di una discesa agli inferi, per Alice, che per amore del padre si tuffa nel pericoloso mondo della malavita, facendosi sedurre dal fascino del crimine. Quando cercherà di tirarsene fuori, forse sarà troppo tardi…

Creata da Andrea Di Stefano, diretta da Michele Alhaique (ep. 1-2-3-4-7-8), Margherita Ferri (ep. 5-6), Giuseppe Bonito (ep. 9-10), con la supervisione artistica di Michele Alhaique, scritta da Andrea Di Stefano, Valentina Gaddi e Sebastiano Melloni, Bang Bang Baby è prodotta da Lorenzo Mieli per The Apartment e Wildside, entrambe società del gruppo Fremantle.

 

Instagram Facebook  Twitter  #BangBangBaby

Campus Invaders, il videogioco che sembra una chat

Sembra una chat, invece è un videogioco. Campus Invaders è il titolo della Interactive Fiction scritta dallo specialista Marco Vallarino per la Vigamus Academy di Roma. Un’opera di narrativa interattiva, gratuita, che permette al lettore di diventare protagonista della storia che legge. Il testo scritto prende il posto di grafica e sonoro, e la tastiera quello del joypad. Semplici comandi testuali consentono di muoversi da un luogo all’altro, raccogliere e manipolare oggetti, interagire con gli altri personaggi che danno vita al canovaccio narrativo. Fino al raggiungimento dell’obiettivo finale: salvare l’università romana dagli alieni.

Scrittore e giornalista imperiese con all’attivo varie pubblicazioni, Marco Vallarino si muove tra gamification e storytelling per proporre su Internet e nelle scuole nuove forme di lettura e scrittura tramite la cosiddetta ipernarrativa.

«Campus Invaders» spiega «è una storia di fantascienza umoristica che rende omaggio nei toni goliardici e paradossali alla Guida Galattica di Douglas Adams. Il direttore della Vigamus Academy, Marco Accordi Rickards, mi ha chiesto di sviluppare questo progetto per promuovere, in modo anche un po’ scanzonato, l’attività del campus, punto di ritrovo di tutti gli appassionati e studiosi di videogiochi. Infatti, giocare a Campus Invaders consente di compiere una specie di visita virtuale dell’università.»

Una astronave gigantesca appare nel cielo di Roma e subito gli alieni si riversano per le strade della capitale. Inizia così la “guerra dei mondi”, che il giocatore dovrà trovare il modo di vincere servendosi delle risorse offerte dal campus, tra cui una misteriosa merendina al catrame. In quella che sembra davvero una chat, il computer descrive la situazione corrente e il giocatore gli risponde indicando come mandare avanti la storia.

Campus Invaders può essere scaricato dal sito www.marcovallarino.it in un formato multipiattaforma che permette di giocare anche su smartphone e tablet oltre che su pc. Chi riuscirà a finire il gioco potrà accedere a una sezione segreta e scrivere il proprio nome nella Vip Room: l’elenco dei migliori giocatori.

Il sito dell’autore offre anche una guida su come iniziare a scrivere e programmare questo particolare tipo di opere, a metà tra gioco e libro. Vallarino ha anche scritto il romanzo Il cuore sul muro. Una storia d’amore a tinte dark, pubblicata dall’editore romano All Around, che è stata scelta come lettura didattica da molte scuole superiori di Liguria e Piemonte.

“To A God Unknown – Al Dio Sconosciuto”, il cortometraggio da record

To A God Unknown – Al Dio Sconosciuto” è il cortometraggio da record firmato dalla regista italiana Samantha Casella, che sta avendo un grande successo in tutto il mondo tanto da aver conquistato ben 228 premi internazionali. Decisamente un risultato importante per un progetto che è partito dagli Stati Uniti, forte degli ottimi riscontri ottenuti dal precedente corto “I Am Banksy”.

To A God Unknown” è diviso in tre capitoli (ognuno recitato in lingua originale): il primo è ispirato ai versi del poeta russo Sergey Esenin, il secondo si basa su un romanzo di John Steinbeck che da il titolo all’opera, il terzo si chiude con dei brani poetici di Arthur Rimbaud.

Ad unirli sono elementi primordiali quali l’acqua, il sangue, il fuoco, l’amore, Dio.

Una chiave di lettura più approfondita suggerisce che tutti i capitoli trattano il tema del sacrificio rituale in onore dell’amore, di Dio e della sacralità.

Il “tempo” è la matrice della vita umana nel mondo, eppure se il tempo si fonde con il divino, ogni orologio viene annientato.

Il cast è composto da un solo attore, presente nel secondo capitolo.

Dopo mesi di provini interminabili senza riuscire a trovare il volto giusto, alla fine la scelta è andata sull’italiano Matteo Fiori, conosciuto negli Stati Uniti con lo pseudonimo di Brian Witt.

To A God Unknown – Al Dio Sconosciuto” è stato realizzato con il prezioso supporto del gruppo di lavoro “The Wild Bunch”.

Il montatore è lo stesso di “I Am Banksy”, ovvero Trevor Bishop. E lo stesso vale per la colonna sonora, firmata da Massimiliano Lazzaretti, qui affiancato da Tatiana Mele.

Il direttore della fotografia è Frank Hoffman.

Per quanto riguarda gli aspetti di visual effects ed effects templates sono state coinvolte numerose persone come Nassim Farin, Arseny Gutov a Lario Tus.

Tra gli operatori Dylan Winter e Nik Rijavec.

I doppiatori sono il russo Viacheslav Syngaevskiy, l’americano Richard Lloyd Stevens e il francese Frédéric Bernard.

Il dipinto di Ofelia presente nel corso è stato realizzato da Claudia Drei, madre di Samantha Casella.

Mia madre, mio padre e una persona che ha un posto speciale nel mio cuore mi hanno incoraggiato a dar vita a questo progetto che sulla carta sembrava una sorta di follia”” – ha svelato la regista – “Oltre a loro, a credere in me sono state numerose persone negli Stati Uniti, che non smetterò mai di ringraziare”.

Per vedere il corto su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=MVczPH1cC8Q

Rhomanife, nuovo video e concerto 1°maggio a Santa Geffa Trani

Lunedi 25 aprile, dalle ore 11,00, dal mattino fino alla sera, i Rhomanife gireranno le scene del video del nuovo brano, dedicato ai bambini, agli oppressi ed ai più deboli della società, presso il Kedros(str. Bitetto -sannicandro). Chi vuole partecipare scriva alla pagina @Rhomanife. A seguire il 1°maggio, alle 16,30, la storica Rhomanife band si esibirà tra gli ulivi, presso la fattoria didattica Santa Geffa(str.Vicinale delle Tufare,Trani).  Giornata immersa nella natura, nella musica e nell’amore. Il coinvolgente spettacolo con brani storici ed inediti, in italiano, in dialetto ed in inglese, anche con hit di Bob Marley, sarà realizzato da: Gianni Somma voce e chitarra, Pino Di Taranto basso, Filomena De Leo voce, Antonella Lacasella voce, Carlo Ragno chitarra, Francesco Bartoli batteria. Nel frattempo potete seguire e condividere il messaggio d’amore della band su tutti i social e siti musicali con le nuove produzioni di singoli e video.

– RHOMANIFE https://song.link/it/i/1573626539
! !

”” – canale video Rhomanife, playlist :
https://www.youtube.com/watch?v=X-BQF2t0YHI&list=PL-Mw9jerqZJEa-2yeDU5xCrbwMfkfcO_d&index=1

https://www.facebook.com/RHOMANIFE/

Rhomanife
Dal profondo cuore del rione Libertà di Bari, Rhomanife è una realtà di musica e speranza sin dal 1985. Gianni Somma e Pino Di Taranto, fondatori della reggae band, hanno attraversato oltre tre decenni di underground barese, mutando pelle in un viaggio che dall’antico rock li ha condotti ai ritmi reggae giamaicani e dal capoluogo pugliese in giro per l’Italia e oltre. Partendo dal richiamo biblico della cultura reggae, i Rhomanife diffondono in pura musica il proprio convinto messaggio di fede, lontani dalle istituzioni religiose ufficiali e vicini a tutti gli esseri umani che credono nei valori dell’amore e della pace. Qui non c’è solo un gruppo musicale, non c’è solo un disco: c’è un progetto culturale fatto di centinaia di eventi organizzati nel corso di anni, dancehall aperte a tutti e famose per la qualità della musica a prezzo politico e per l’estrema eterogeneità del pubblico. C’è l’organizzazione in proprio di concerti con ospiti da tutto il mondo e la produzione di dischi. C’è il sound system. C’è un collettivo fatto di musicisti, cantanti, semplici amanti della musica: insomma una family-crew. Un laboratorio in continua progressione. Un gruppo di persone, amici, che da anni condividono il pane e le convinzioni, estremamente solidali al loro interno e sempre aperti all’esterno. Collegati alla rete dei sound system e gruppi pugliesi e italiani che imperversano nella Penisola.
E’ reggae del Sud in italiano e inglese che racconta, con esperienza musicale e umana, un percorso di vita preciso. Sono versi di canzoni quasi preghiere, declamati con coraggio e onestà, che invocano l’unità del genere umano, sperano in un futuro messianico di riscossa dei popoli e indicano un tempo di grandi mutamenti ormai alle porte.
E quando vai a trovare la band nella sua sala prove, capisci che non sono solo parole. Capisci di essere in un posto dove chiunque è il benvenuto, nessuno è straniero e a tutti saranno concessi i doni dell’amore, dell’ascolto e della fratellanza. E il diritto universale alla reggae music dal vivo!
i Rhomanife traducono in musica le parole della Bibbia, preghiera ed inno al tempo stesso che trascinano verso l’alto e dentro una dimensione di ampia verità. I Rhomanife, band sempre stata indipendente, ha prodotto 4 cd , molti videoclip e un tour che non si è mai fermato sin dagli esordi con più di 2500 eventi, concerti realizzati in Italia ed all’estero. La band si è esibita anche in: Spagna, Malta, Ungheria, Albania, 2 tour in Rep. Ceca, Svizzera ed Italia. Attualmente la band è formata: Gianni Somma voce e chitarra, Pino Di Taranto basso, Filomena De Leo voce, Antonella Lacasella voce, Carlo Ragno chitarra, Francesco Bartoli batteria.
Per il tuo evento speciale contatta la band Rhomanife…

Nel fine settimana del primo maggio torna il Salone Agroalimentare di Finale Ligure

Torna il Salone dell’Agroalimentare Ligure a Finalborgo, evento enogastronomico di carattere internazionale, dedicato ai prodotti di qualità made in Liguria. Il Salone, giunto quest’anno alla sua 18a edizione, si terrà da venerdì 29 aprile a domenica 1° maggio nel Complesso Monumentale di Santa Caterina e in alcune piazze del centro storico di Finalborgo.

Oltre un centinaio gli stand e spazi espositivi per promuovere le peculiarità enogastronomiche regionali e lo spazio Assaggia la Liguria con le degustazioni di pesto, vini e focaccia di Recco IGP. Il tema 2022 è «La Sostenibilità. La chiave del cambiamento». A potenziare questa tematica sarà la presenza dell’Ufficio Scolastico Regionale, Ministero dell’Istruzione, con numerose iniziative di valorizzazione delle attività per i giovani ed incontri dedicati al mondo della formazione in ambito: turistico ricettivo, agroalimentare e dell’artigianato. Non mancherà l’Area della Vision Plaza dove si parlerà di innovazione e sostenibilità del settore agroalimentare con il Contest Liguria Food Innovation e Casa Liguria con la partecipazione di Assaggia La Liguria ed il Consorzio di Tutela Basilico Genovese DOP, il Consorzio di Tutela Olio Dop Riviera Ligure e l’Enoteca Regionale della Liguria.

«Il Salone dell’Agroalimentare Ligure è un evento che intende soddisfare il consumatore e l’operatore di settore, sempre più esigenti in termini di qualità ed alla ricerca di prodotti tipici e tradizionali, permettendo al pubblico di provare sapori e profumi attraverso la visita agli spazi espositivi, ma anche attraverso tutte le attività collaterali» fanno sapere gli organizzatori. Il programma dell’evento è un tripudio di attività che vanno dagli incontri tematici agli spettacoli e non mancheranno laboratori, show-cooking, corsi e mostre a cui potranno partecipare visitatori ed espositori.

Novità di quest’anno sarà l’assegnazione del premio «Amedeo Peter Giannini» per il settore Agricoltura, che sarà assegnato a una persona che si è distinta nell’ambito agroalimentare.

Il 27 aprile esce su tutte le piattaforme digitali “Nemico” il nuovo singolo di Viola

Esce il 27 aprile su tutte le piattaforme digitali “NEMICO (distribuzione ADA Music Italy – https://ada.lnk.to/nemico), il nuovo singolo della cantautrice VIOLA, uno dei volti più conosciuti su TikTok che solo negli ultimi due mesi ha superato 15 milioni di visualizzazioni grazie alle sue canzoni che con ironia e sagacia affrontano diverse tematiche legate all’attualità, alla società e alle nuove generazioni, apprezzate anche da volti noti come Fedez.

Nemico” affronta il tema del fenomeno psicologico dell’autosabotaggio, ovvero il meccanismo di auto-critica personale e sul senso di rabbia nei confronti di se stessi, che le persone attuano quando si sentono insicure. È una lotta interiore, come se all’interno ci fosse una voce che continua a sminuire tutto, rendendo la persona il principale nemico di se stesso.

«Il brano è un monologo interiore che parla della continua lotta che molti di noi vivono internamente, dove si alternano amore e odio nei confronti di noi stessi – racconta Viola – Nella canzone sottolineo quanto in realtà le maggiori critiche che riceviamo, arrivino proprio da noi. Perciò, come si può accettare l’amore di qualcun altro se siamo i primi a non darlo a noi stessi?».

Nemico” è un brano pop, con accenni elettronici, che è stato scritto e composto da Viola, con la produzione di Marco Cavaliere, che ha già lavorato al singolo di debutto dell’artista “Se ti va”. Uscito nei mesi scorsi, “Se ti va” è nato da un video diventato virale, che ha superato 2 milioni di visualizzazioni su TikTok. Una canzone scritta diverso tempo prima da Viola, che si scaglia con i pregiudizi e i luoghi comuni: il successo crescente del pezzo sui social ha fatto sì che il produttore contattasse Viola e che da questo incontro virtuale nascesse una collaborazione oggi ha dato vita a “Nemico”.

Viola è una cantautrice nata a Roma e cresciuta a Latina. Nel 2017, si trasferisce a Modena per frequentare la facoltà di mediazione linguistica, studiando inglese, tedesco e russo. Attualmente sta studiando per la Laurea Magistrale, e attualmente si trova a Graz, in Austria, per un Erasmus; ma la sua grande passione è la musica, che coltiva sin da piccola. Autodidatta, ha sempre cantato e crescendo si è avvicinata allo studio del pianoforte. Inizia a scrivere e comporre le sue canzoni in cameretta, fino a quando non apre un profilo TikTok, dove ad aprile 2021 decide di pubblicare il video di una canzone scritta tempo prima contro i giudizi altrui e le persone che non accettano gli altri così come sono. Il video è diventato virale superando 2 milioni di visualizzazioni e Viola è stata contattata dal produttore Marco Cavaliere. È nato così “Se ti va”, il singolo di debutto di Viola, che continua a pubblicare su TikTok video di diverse sue canzoni utilizzando il format della canzone parlata. I temi principalmente affrontati dalla cantautrice riguardano le emozioni e le sensazioni comuni ai giovani di oggi, ma anche riflessioni su tematiche sociali importanti. Appassionata anche di viaggi, Viola ha anche vissuto in Canada e in Germania.

Dal 13 al 15 maggio torna “Azzurro pesce d’autore”

Il Comune di Andora è lieto di invitare tutti alla IX Edizione dell’evento “Azzurro Pesce D’Autore” dedicato alla promozione delle eccellenze ittiche e agroalimentari liguri.
Sul piatto il pescato e le migliori produzioni locali che saranno proposti e illustrati a tutti i visitatori.
Una vera e propria EXPO Liguria con protagonisti indiscussi il mare, le coste, i borghi, il buon cibo, gli agricoltori, i pescatori, i produttori di tipicità, gli ospiti e i professionisti che con la loro presenza daranno lustro alle tre giornate.
All’interno troverete diverse aree:
L’OFFICINA DEI SAPORI:
ospiterà l’evento inaugurale, numerosi convegni, presentazioni di prodotti, show cooking, degustazioni guidate, corsi base e seminari.
L’AREA STREET FOOD&BEVERAGE:
il cuore pulsante dell’expo, dove sarà possibile pranzare e cenare con pietanze a base di pescato locale, prodotti del territorio e dissetarsi con birre artigianali e pregiati vini locali.
LA MOSTRA MERCATO:
con esposizione e vendita delle eccellenze provenienti da tutta la Liguria!
IL MERCATO DEL CONTADINO:
uno spazio dedicato alle produzioni agricole della Val Merula.
L’AREA BABY:
tutta per i più piccini, con attività ludico didattiche e un bellissimo teatro dei burattini!
La manifestazione sarà animata da emozionanti performance di street artists.
A fine percorso ci sarà anche una fantastica attrazione!

Premio Bindi per cantautori: il 1° maggio scade il bando di concorso

Scade il 1° maggio 2022 il termine per iscriversi alla 18a edizione del Premio Bindi di Santa Margherita Ligure (Genova), uno dei più importanti concorsi italiani dedicati alla canzone d’autore. Il Premio è intitolato a Umberto Bindi, cantautore genovese di grande raffinatezza, di cui nel 2022 ricorrono i 20 anni dalla scomparsa. Sono sue le musiche di canzoni come Arrivederci, Il nostro concerto, Il mio mondo, La musica è finita, Io e il mare.

Il bando di concorso, che è disponibile su www.premiobindi.com, è riservato a singoli o band che compongano le proprie canzoni. L’iscrizione è gratuita e deve essere effettuata esclusivamente tramite il form presente sul sito nell’apposita sezione.

Fra tutti gli iscritti, una commissione interna all’organizzazione selezionerà i finalisti (al massimo otto) che si confronteranno di fronte ad una prestigiosa giuria composta da musicisti, giornalisti e addetti ai lavori. La finale è in programma il 9 luglio 2022 nell’ambito di una tre giorni prevista dall’8 al 10 luglio, che ospiterà anche esibizioni di artisti affermati, incontri e presentazioni di dischi e libri. Toni Verona, in rappresentanza dell’etichetta discografica Ala Bianca, ritirerà il Premio Artigianato della canzone, assegnato ogni anno a un addetto ai lavori che si è particolarmente distinto nella diffusione della musica di qualità.

I finalisti dovranno eseguire quattro canzoni: tre proprie e una cover di Umberto Bindi scelta in accordo con la direzione artistica del Premio. Al vincitore assoluto andrà la Targa Premio Bindi e una borsa di studio in denaro, ma fra i finalisti verranno assegnate anche la Targa “Giorgio Calabrese” al miglior autore, la Targa “Migliore canzone”, scelta in base a canoni radiofonici, e la Targa “Beppe Quirici” al miglior arrangiamento.

Il Premio Bindi è organizzato dall’Associazione Le Muse Novae e si avvale della direzione artistica di Zibba. È sostenuto dal contributo del Comune di Santa Margherita Ligure, dalla Regione Liguria e di SIAE e Nuovo IMAIE.

Il sindaco Paolo Donadoni ha dichiarato: “Santa Margherita Ligure si conferma sempre di più come città delle opportunità per i giovani talenti. Sono lieto che il 18esimo compleanno del Premio Bindi coincida con una serie di progetti, pensati per studenti, che proprio quest’anno hanno preso il via, dando la possibilità di approfondire nella nostra cittadina la letteratura, l’arte, la formazione. Il Premio Bindi in questo è stato precursore: coinvolge giovani talenti, dà loro voce e li valorizza”.

Il Premio è stato vinto da Lomè (nel 2005), Federico Sirianni (2006), Chiara Morucci (2007), Paola Angeli (2008), Piji (2009), Roberto Amadè (2010), Zibba (2011), Fabrizio Casalino (2012), Equ (2013), Cristina Nico (2014), Gabriella Martinelli (2015), Mirkoeilcane (2016), Roberta Giallo (2017), Lisbona (2018), Micaela Tempesta (2019), Luca Guidi (2020), Asteria (2021).

Per maggiori informazioni: Associazione Culturale Le Muse Novae: Tel 0185-311603 – www.premiobindi.com – info@premiobindi.com