The World of Bansky alla stazione di Torino Porta Nuova

Appuntamento da non perdere a Torino con il mondo di Bansky. La prestigiosa Sala degli Stemmi nella stazione di Torino Porta nuova ospiterà dal 25/02/2022 al 29/05/2022 “The World of Bansky», di stazione in stazione viaggia l’arte di Banksy, con l’obiettivo di arrivare in tutta Italia per portare il suo messaggio attraverso le sue opere.

La mostra presenta oltre 130 opere che raccontano il mondo del misterioso artista britannico, famoso per affrontare con ironia temi politici e di denuncia sociale. Più di 30 nuove opere tra cui Ozone AngelSteve JobsNapoleon Waiting In Vain non sono mai state esposte prima d’ora e vanno ad aggiungersi a lavori e murales realizzati da giovani artisti internazionali e locali.

Vicino ai più celebri capolavori quali Flower Thrower e Girl with Balloon che hanno reso Banksy famoso in tutto il mondo, trova inoltre spazio la speciale sezione video iBanksy in cui per la prima volta le opere più iconiche dell’artista diventano animate e narrano la storia e il messaggio sociale che ha impresso sui murales di tutto il mondo. Questa sezione permette allo spettatore di percepire le opere in modo diverso e rende accessibile il racconto anche ai più piccoli.

Milano, mostra "The World of Banksy, The Immersive Experience"
The World of Banksy: The Immersive Experience 
BIGLIETTI DISPONIBILI PRESSO I PUNTI VENDITA:
CASA DEL DISCO – ALASSIO
UFFICI S HUB – STROBE SRL ALBENGA – ALASSIO
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
392.1854443
STROBE Srl ®
SERVIZI DI BIGLIETTERIA A NORMA SIAE
(Normativa Vigente – Agenzia delle Entrate)
Eventi – Teatri – Concerti – Manifestazioni – Stadi – Sale da Ballo – Fiere – Club
@casadeldiscocdd
@italianticket
@strobeparty

Confermate le squadre del prossimo Trofeo Laigueglia

Mancano ormai pochi giorni al 2 marzo quando sulla riviera ligure il Trofeo Laigueglia aprirà ufficialmente la stagione italiana.

In questi giorni stanno arrivando importanti conferme per quanto riguarda la partecipazione alla gara organizzata dal Comune di Laigueglia con il supporto tecnico del Gruppo Sportivo Emilia che vedrà al via 25 le squadre (composte da sette elementi ciascuna) tra le quali 8 World Teams, 8 Pro Teams e 8 Continental Teams a conferma dell’attenzione particolare che gli organizzatori dedicano al movimento giovanile italiano.

Tra gli iscritti figurano alcuni tra i nomi più importanti del panorama internazionale tra i quali figurano quattro corridori che in passato si sono già aggiudicati la gara: Davide Cimolai (2015), Simone Velasco (2019), Giulio Ciccone (2020) e l’olandese Bauke Mollema (2021).

Di grande interesse sarà anche la presenza dei vincitori del Giro d’Italia 2019 e 2020, l’equadoriano Richard Carapaz e il britannico Tao Geoghegan Hart.

Tra le altre presenze di spicco figurano ance il campione olimpico e del mondo dell’inseguimento a squadre Simone Consonni, Lorenzo Fortunato e lo statunitense Joe Dombrowski, dominatori delle tappe dello Zoncolan e di Sestola al Giro d’Italia 2021, l’australiano Richie Porte, Diego Ulissi e il ligure Niccolò Bonifazio che farà parte della nazionale italiana.

IL PERCORSO

Dopo il via ufficioso la carovana raggiungerà le località di Alassio, Albenga e Ceriale per poi affrontare la prima asperità della giornata: quella di Onzo, preludio ad una parte di gara particolarmente interessante. Dopo aver toccato Ortovero e Villanova d’Albenga i corridori si dirigeranno verso il primo Gran Premio della Montagna della giornata, quello di Cima Paravenna, salita storica del Trofeo.

Dopo un primo passaggio in zona traguardo, a circa metà gara, si entrerà nel vivo con il Capo Mele e il Testico per poi entrare nel circuito conclusivo di 12,6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri che sarà affrontato come nelle ultime edizioni per quattro volte prima dell’arrivo.

Anche quest’anno la corsa godrà di un’ampia copertura televisiva, Rai Sport infatti trasmetterà in diretta le fasi finali della corsa vinta lo scorso anno dall’olandese Bauke Mollema.

SQUADRE E PRINCIPALI ISCRITTI*

UCI World Teams:

AG2R Citroen Team: Peters, Vendrame

Astana Qazaqstan Team: Dombrowski, Velasco

Cofidis: Cimolai, Consonni, Villella

Ineos Grenadiers: Carapaz, Geoghegan Hart, Porte

Trek Segafredo : Ciccone, Mollema, Cataldo

UAE Team Emirates: Formolo, Ulissi, Covi

Intermarche – Wanty – Gobert : Bakelants, Girmay, Petilli

Groupama FDJ: Gaudu

UCI ProTeams

Bardiani CSF Faizané: Battaglin, Visconti

B&B Hotel P/B KTM: Rolland

Bingoal Pauwels Sauces WB: Tizza

Drone Hopper – Androni: M. Bais, Zardini

Eolo Kometa Cycling Team: Albanese, Fortunato, Rosa

Equipo Kern Pharma:

Gazprom RusVelo: Canola, Malucelli

Team Arkea Samsic: Bouet, D. Quintana

Nazionale Italiana. N. Bonifazio

UCI Continental Teams

Beltrami TSA Tre Colli: Pesenti

Biesse Carrera: Garosio

General Store – Essegibi – F.lli Curia: Carpene

MGKVis  Color for Peace VPM: Savini

Team Colpack Ballan: Persico, Umbri

Team Corratec: Rajovic

Team Qhubeka: Coati

Work Service – Vitalcare – Dynatek

*la composizione delle squadre potrà variare fino alla vigilia della gara

“Nemo’s Garden Project”, la fattoria sottomarina eco friendly allestita sui fondali di Noli

Serre sottomarine collocate a una profondità tra i sei e i sedici metri, con una superficie complessiva di circa cento metri quadrati. Benvenuti nell’Orto di Nemo, una azienda agricola allestita sui fondali di Noli, in provincia di Savona.

Il “Nemo’s Garden Project” può essere descritto, infatti, come una fattoria sottomarina eco friendly, proprio perché per il suo allestimento sono stati utilizzati tutti gli accorgimenti del caso per rispettare l’ambiente marino e i relativi ecosistemi. Di certo l’agricoltura subacquea rappresenta una soluzione alternativa ai metodi esistenti (sostenibilità).

Si tratta della prima coltivazione subacquea dove nelle cupole ancorate sul fondo crescono vegetali e piante officinali. Questo “orto sottomarino” è composto da capsule che consentono alla luce di filtrare. Sono ancorate al fondo del mare. Al loro interno si coltivano varie specie di piante, tra cui il  basilico che è uno dei simboli della Liguria. Ma la produzione è proseguita con diverse tipologie di insalate, pomodori, zucchine, piselli, fagioli, timo, origano, menta, maggiorana. Il progetto è ecologico, sfrutta le energie rinnovabili dal sole e dall’acqua del mare e non ha impatto sull’ambiente circostante.

La curiosa idea risale al 2012 quando Gianni Fontanesi e Luca Gamberini hanno deciso di fondare la “Mestel Safety”, società del gruppo Ocean Reef, azienda specializzata in attrezzature per sub. E’ stata creata una biosfera subacquea, battezzata L’Orto di Nemo. I primo test, sempre nelle acque di Noli, risale al settembre 2012: in quell’occasione il basilico era germogliato molto velocemente, in soli tre giorni dalla semina.

L’obiettivo del progetto era inizialmente una provocazione, ma improvvisamente si è trasformato in qualcosa di più ambizioso: creare un sistema di agricoltura alternativo, dedicato soprattutto a quelle aree dove condizioni ambientali, ragioni economiche o morfologiche rendono estremamente difficile la crescita delle piante. La volontà di Gianni Fontanesi e Luca Gamberini è stata quella di creare un sistema che utilizzasse le risorse naturali già disponibili, la più importante sono gli oceani e altri corpi idrici.

Ora la situazione è mutata anche dal punto di vista tecnologico. Esiste un sistema audio e video che consente il monitoraggio da terra del particolarissimo orto sottomarino. Ma c’è di più: la temperatura è costante, l’umidità risulta alta e, soprattutto, insetti e parassiti non riescono a raggiungere le piantine, quindi non c’è nemmeno bisogno di spruzzare insetticidi. La prima importante vetrina di “Nemo’s Garden” è stata Expo 2015 a Milano.

“Amore immortale” è il nuovo singolo della cantautrice romana Enrika

“Amore immortale” è il nuovo singolo della cantautrice romana Enrika

Nuovo progetto discografico per la cantautrice romana Enrika, dal 25 febbraio in radio e negli store digitali con il singolo “Amore immortale” (Etichetta : KNTNR).

Amore immortale” (Testo: Enrica Tara / Musica: Enrica Tara – Fabio Verardo), è il nuovo singolo della cantautrice Enrica Tara, in arte Enrika, un brano che lega la storia di un amore immaginario all’amore per se stessi, per la famiglia, per le cose stabili e immortali. La musicalità e il sound provengono da ispirazioni di vari generi come il Pop, R&B, Dance.

Enrika ci spiega: “Il nuovo progetto nasce dal bisogno di spogliarsi di negatività e malinconia, di vestirsi di spensieratezza. I miei testi si basano su concetti come la libertà, il sogno che diventa realtà, storie fantastiche, l’ironia di fatti drammatici. Tutto questo per arrivare a esprimere speranza, divertimento, ma anche senso di mistero e curiosità. Il mio obbiettivo è quello di portare al pubblico positività e abbattimento delle insicurezze“.

Biografia
Enrica Tara in arte Enrika nasce a Roma il 14 agosto 1998. È una cantante, cantautrice e ballerina italiana. Inizia il suo percorso artistico partecipando nel 2015 al talent show XFACTORITALIA nelle under donna capitanate da Skin (Skunk Anansie), qualificandosi al quarto posto. Terminata l’esperienza Enrika inizia a lavorare sulla scrittura dei suoi brani, focalizzandosi sulla sua identità artistica. Dopo vari tentativi di ricerca, nel 2021 esce con il suo primo singolo “Mon amie“, un brano scritto da lei stessa in bilingue italiano e francese. Nello stesso anno inizia la collaborazione con KNTNR – una community di professionisti che cura la realizzazione e lo sviluppo della carriera di Enrika.

Sul WEB
Produzione: KNTNR http://www.kntnr.com
Instagram: https://instagram.com/enrika_officialmusic
Spotify: https://spoti.fi/35efN9L
Tik Tok: https://vm.tiktok.com/ZMLjS1w4U/

Iniziato il conto alla rovescia per la 15a edizione del Premio Andrea Parodi, uno dei più importanti contest europei di world music

È disponibile il bando di concorso della 15a edizione del Premio Andrea Parodi, uno dei più importanti contest europei di world music, le cui finali si terranno a Cagliari in autunno.

Il bando è on line su www.fondazioneandreaparodi.it ed è aperto ad artisti di tutto il mondo. L’iscrizione è gratuita, la scadenza è fissata al 31 maggio 2022. Le iscrizioni dovranno essere inviate tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ). Dovranno contenere:

– 2 brani, di cui uno in concorso (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive, anche già edite; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare); i brani non possono essere solo strumentali e devono essere identificativi di un intero progetto artistico legato alla world music.

– testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

– curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo).

Il Premio è nato per rendere omaggio a Andrea Parodi, importante esponente sardo di world music, ed è realizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda.

Tra tutte le iscrizioni una commissione artistica scelta dall’organizzazione selezionerà, in maniera anonima, dieci finalisti, che si esibiranno dal vivo nella fase finale davanti a una ampia giuria composta da autorevoli addetti ai lavori, come cantanti, autori, musicisti, responsabili di festival, manager, discografici, uffici stampa, giornalisti, critici musicali, sia italiani che internazionali.

Il vincitore assoluto avrà diritto ad una borsa di studio di € 2.500, oltre alla possibilità di esibirsi in alcuni festival partner del Parodi nel 2023, come l’European Jazz Expo (Sardegna), Folkest (Friuli), oltre che nello stesso Premio Andrea Parodi. Il vincitore del Premio della Critica avrà invece la possibilità di realizzare un videoclip professionale di

un brano, prodotto dalla Fondazione Andrea Parodi. A questo proposito è da qualche mese disponibile un video di “Ninna Noa” di Andrea Parodi, cantato da Alessio Arena, vincitore del premio della critica nella penultima edizione.

Per alcuni dei finalisti del Premio ci sarà anche la possibilità di essere invitati da alcuni dei festival partner (come Mare e Miniere, Premio Bianca d’Aponte, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Mo’l’estate Spirit Festival, Musiconnect-italy).

Nei mesi scorsi Still Life, vincitori della 13a edizione, si sono esibiti a Pistoia in rappresentanza del Premio Parodi a “Musiconnect Italy”, il primo meeting professionale e show-case festival dedicato alla world music italiana.

Le precedenti edizioni del Premio sono state vinte nel 2021 da Matteo Leone (Sardegna), nel 2020 da Still Life (Sicilia/Portogallo), nel 2019 da Fanfara Station (Tunisia, Stati Uniti, Piemonte), nel 2018 da La Maschera (Campania), nel 2017 da Daniela Pes (Sardegna), nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

www.premioandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

In uscita “Milano”, il nuovo singolo di Liner

Esce venerdì 25 febbraio “MILANO” (ADA Music Italy), il nuovo singolo di LINER, rapper torinese che da indipendente ha già superato i 10 milioni di streaming.
Milano” è una ballad intensa e profonda, che unisce la melodia pop del ritornello al ritmo incalzante del rap nelle strofe. Il brano è stato scritto da Liner con Marco Mannini, composto da Stefano Tartaglino, Nicolò Provenzano, Alessandro Verrienti e prodotta da Steve Tarta, Millennial e Uneven.
«Il timore di non riuscire a legarsi più affettivamente a qualcuno mi ha portato a scrivere “Milano” – racconta Liner – È una canzone autobiografica, che racconta la sensazione di apatia e paura di non sentirsi capiti in alcuni momenti della vita. Credo che molti si possano rispecchiare in questi sentimenti».
Torinese, classe 1999, Liner (nome d’arte di Stefano Sciuto) inizia ad avvicinarsi al mondo della musica pop-rap all’età di 17 anni, pubblicando i primi brani su YouTube. La sua gavetta inizia come opening act dei concerti di tanti artisti big della scena rap italiana, come Ghali, Nitro, Mostro, Lowlow, Fred De Palma, Gionnyscandal, Giaime e Raige. Ad aprile 2020 pubblica il brano “Vuoto” in collaborazione con Biondo. Il singolo conquista la 5^ posizione nella classifica iTunes e il 15° posto nella classifica Viral di Spotify, e conta ad oggi più di 8 milioni di stream sulle piattaforme digitali. A maggio 2020 Liner pubblica il singolo “Shangai”, seguito dai brani “Mi Fai Male”, “Blocchi” e “Guai”.

Retrograde, torna il garage sale di East Market dedicato all’abbigliamento vintage

Due giorni dedicati all’abbigliamento vintage in tutte le sue forme, questo è Retrograde il garage sale firmato East Market previsto per sabato 5 e domenica 6 marzo presso lo spazio Mecenate 84.
Nel cuore della Milano Est sarà a disposizione del pubblico uno spazio industriale coperto di oltre 1000 MQ interamente dedicato alla moda dal gusto retrò, con oltre 10mila capi selezionati per tutte le tasche con la più ampia varietà di stili, colori e forme dagli Anni ’60 agli Anni ’00.
Grazie all’esperienza dello staff di East Market, che ha reso celebre sia l’evento domenicale come lo Shop e la piattaforma online, saranno disponibili migliaia proposte per uomo e donna tra capi e accessori selezionati a partire da pochi Euro con la più ampia varietà di stili, colori e forme. I più trendy capi di seconda mano, denim, pelle, t-shirt, giacche, gonne, abiti, pantaloni, workwear/militare e accessori. Vasta scelta di denim in tutti i lavaggi e taglie e nelle colorazioni tie-dye, crop top con camicie Ralph Lauren, felpe college customizzate, Dr. Martes, sneakers e molto altro.
East-Mas Shop segue la mission generale di East Market, ovvero, valorizzare la cultura e la consapevolezza del riciclo anche attraverso la comune pratica dello shopping. Coniugare la bellezza estetica dei prodotti e la loro duratura funzionalità negli anni, senza però abusare della sovrapproduzione industriale di massa che inevitabilmente genera spreco e inquinamento.
All’interno dell’evento sarà attiva una speciale swap area, dove chiunque potrà portare i propri capi e scambiarli con quelli proposti da East Market.
Completa l’evento un’area food e beverage a disposizione del pubblico.

Retrograde by East Market
sabato 5 e domenica 6 marzo
dalle 10 alle 21
Via Mecenate, 84 – Milano
Ingresso Euro 3
Infoline +393516559781

PREVENDITA https://link.dice.fm/retrogradebyeastmarket
GREEN PASS OBBLIGATORIO

No allo spreco alimentare, vale 7,73 miliardi di euro

Torna a crescere lo spreco di cibo nelle case degli italiani interrompendo un trend positivo partito nel 2019. Nella spazzatura gettiamo in media 595,3 grammi di cibo pro capite a settimana, ovvero 30,956 kg annui: circa il 15% in più del 2021 (529 grammi settimanali). Un dato che si accentua al Sud (+18% di spreco rispetto alla media nazionale) e per le famiglie senza figli (+12% rispetto alla media italiana). Dati in controtendenza con l’ultimo biennio come attesta il Rapporto ‘Il caso Italia’ 2022 di Waste Watcher International, diffuso alla vigilia della IX Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare (5 febbraio), per iniziativa della campagna Spreco Zero di Last Minute Market e dell’Università di Bologna, su monitoraggio Ipsos.

Vale complessivamente 7,37 miliardi di euro lo spreco del cibo nelle nostre case: una cifra che corrisponde allo sperpero annuale di 1.866.000 tonnellate di cibo. Se includiamo anche lo spreco alimentare di filiera – produzione, distribuzione, commercio – che pesa 5.164.928 tonnellate, arriviamo a uno spreco nazionale di cibo di quasi 10 miliardi e mezzo (dati Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna su rilevazioni Istat-Waste Watcher per campagna Spreco Zero).

Adnkronos

Ad aprile riparte la stagione teatrale all’Ariston di Sanremo e c’è anche Fiorello

Riparte, dopo la lunga pausa, la stagione teatrale del Teatro Ariston con i primi 6 spettacoli confermati.

  • Martedì 5 e mercoledì 6 aprile alle ore 21.00 torna all’Ariston Fiorello con il suo show Fiorello presenta: Sanremo”

Fiorello torna in teatro. E lo fa nel suo inimitabile stile. Il Rosario nazionale torna finalmente al calore del pubblico in teatro dopo cinque anni di assenza con uno spettacolo coinvolgente, in continua evoluzione e – di serata in serata – mai uguale a se stesso, marchio di fabbrica di un artista che lascia ogni sera la sua impronta personalissima nel copione dello show.
Improvvisazioni ed esperimenti scenici, invenzioni mimiche, interazione con il pubblico in sala e incursioni di ospiti a sorpresa, una scaletta musicale fluida e l’innesto di momenti di spettacolo fuori copione: è questa la libertà dello showman. Quella di portare in teatro uno show che mai andrà in scena così come è stato scritto.
Non mancheranno ovviamente i riferimenti all’attualità, lo sguardo acuto e ironico dell’artista sull’Italia e gli italiani, sui cambiamenti degli usi e costumi, sempre all’insegna della leggerezza e del buonumore.

  • Venerdì 8 aprile alle ore 21.15 Giuseppe Giacobazzi in “Noi, mille volti e una bugia” recupero dello spettacolo rimandato nel 2020.

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera. Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata. 25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto. Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte. È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

  • Sabato 16 aprile alle ore 21.15 Angelo Pintus con il nuovo spettacolo “Non è come sembra”

“Cosa ci nascondono e perché, ma soprattutto chi? Dove ho messo le chiavi della macchina? Chi è il mio vero padre, ma soprattutto dove ho messo le chiavi della macchina ?! C’è confusione, sarà perché ti amo?
Sì, assolutamente o forse no? Qual è la vera risposta ad una domanda che forse non esiste.
Ora vi starete chiedendo “ma cosa diavolo c’è scritto?” beh è la stessa domanda che mi sono fatto io rileggendolo.
Non vi dirò di che cosa parla questo spettacolo, se volete venire venite, altrimenti Bau.
Ricordo a tutti gli adulti che è assolutamente vietata l’entrata in teatro per chi arriva in monopattino. A tutto ci deve essere un limite.”  (Angelo Pintus)

  • Sabato 23 aprile alle ore 21.15 Paolo Conte in concerto, recupero dello spettacolo annullato nel 2020.

Il tour, partito nel 2018 per la celebrazione dei 50 anni di “Azzurro” che ha registrato sold out su tutte le date anche nel 2019, prosegue nel 2020. Un tour di celebrazione dei cinquant’anni di “Azzurro” il primo brano, interpretato allora da Adriano Celentano, che ha portato Paolo Conte ad essere conosciuto in Italia e nel mondo

  • Venerdì 3 giugno alle ore 21.15 torna sul palco dell’Ariston Maurizio Battista con “Tutti contro tutti”

Maurizio  Battista  torna  sul  palco  con  uno  spettacolo  inedito,  “Tutti Contro Tutti”.    Il comico romano, dopo la riapertura dei teatri, è stato fra i primi a ripartire con  coraggio,  presentando  “Che  Paese  è  il  mio  Paese”  in  un  tour  estivo:  è riuscito così a portare il suo talento, la sua ironia e la sua genuinità in giro per l’Italia con l’entusiasmo di sempre. La voglia di regalare momenti di allegria e spasso  al  suo  pubblico,  provato  dal  periodo  complesso,  è  stata  infatti, nonostante gli sforzi, più forte di qualsiasi difficoltà.  È proprio vero che si è destinati a vivere tutti contro tutti? Che si è costretti ad assecondare i ritmi frenetici di una vita mandandola spesso fuori giri? Che i social sono l’unico momento di aggregazione o non piuttosto il modo migliore per alienarsi e soffrire di solitudine?   A queste e a tante altre domande risponde nel suo nuovo show Battista che, con la sua indiscutibile capacità di far ridere, riesce ad unire tutti gli spettatori all’insegna del divertimento e delle risate.
«Perché la risata, udite udite, unisce tutte le persone! – afferma – Visto che la cosa più bella che abbiamo in questa vita, sono proprio gli altri! Oddio, non proprio tutti, eh…»

  • Venerdì 7 ottobre alle ore 21.00 il ritorno dei Negramaro nei teatri con l’Unplugged European Tour 2022.

I Negramaro con il loro Unplugged European Tour 2022 tornano nei teatri dopo oltre 15 anni di assenza, durante i quali hanno conquistato le più grandi venue del paese, dai palazzetti, ai grandi festival, agli stadi. Una celebrazione delle loro origini che, seppur stimolata dalla situazione contingente, consente di sperimentare nuove e creative forme musicali ed artistiche in una cornice intima che li vedrà ritornare a stretto contatti con i fan. Un’occasione unica ed irripetibile che li vedrà tra novembre e dicembre viaggiare anche in Europa per esibirsi in alcuni storiche venue del continente.

Menzione d’onore per “Made in Italy”, il cortometraggio di Gabriele Lupo

Un cortometraggio che vuole  raccontare come, dietro ai nostri pregiati prodotti «Made in
Italy», ci sia un mondo, spesso nascosto, di stranieri che, con cura, sudore e umanità, sono
parte del nostro processo produttivo e, in un certo senso, del nostro stile di vita. Nasce
cosi «Made in Italy» del regista albenganese Gabriele Lupo.

Il cortometraggio, iscritto a diversi festival del cinema indipendenti, ha già ricevuto una
menzione d’onore al New York Movie Awards ed è stato selezionato come finalista ai festival indipendenti Lift-Off Global Network di Berlino e al Prisma di Roma.

Racconta il regista: «Spesso ci sono persone che vivono come invisibili per l’intero sistema, in realtà vivono e lavorano con tutta la loro forza. Hanno volti, voci e storie. Nasce così il cortometraggio che ha come obbiettivo quello di stimolare riflessioni e domande: cos’è veramente l’integrazione? Il nostro comportamento rappresenta davvero la strada giusta per mettere gli stranieri nella condizione di integrarsi?». I testi e la voce sono dell’attrice e poetessa loanese Alessandra Munerol che riporta nel cortometraggio le testimonianze Ibrahim Galdina e Aboubakar Soumahoro.

«E’ con orgoglio che ho partecipato al lavoro di Gabriele che conosco fin dai tempi
del liceo – racconta Alessandra Munerol – Non appena mi ha chiesto di partecipare mi sono subito messa a disposizione. Mi ha chiesto di essere messo in contatto con Ibrahim,
che a sua volta aveva partecipato, con la sua storia, al mio lavoro dal titolo «Metamorfosi». Dall’unione delle nostre forze è nato questo cortometraggio». Le riprese sono iniziate a maggio del 2021. Sono state realizzate ad Albenga, Alassio, Genova e Roma.

 

Festa del papà, ecco tanti buoni motivi per rendere unica una giornata speciale

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo” scrive David Grossman, un consiglio di cui i figli dovrebbero fare tesoro in vista della festa del papà, per trascorrere insieme momenti indimenticabili, meglio se impegnati in esperienze legate alle passioni preferite del genitore, che si tratti di sport, cucina, storia o natura.

Per il papà appassionato di motori
Per i papà appassionati di spider fiammanti il regalo è un sogno su 4 ruote che si avvera per un giorno, per un’avventura a due lungo i dolci panorami del Lago di Garda oppure tra le colline della ToscanaSlow Drive, specializzata nel noleggio di vetture d’epoca senza conducente, offre auto mitiche come Alfa Romeo Giulietta, Maggiolino Karmann, Triumph Spitfire… basta un clic sul sito e si riceve un elegante cofanetto con il buono per il noleggio (valido 2 anni), guantini in pelle per il “pilota”, la scheda del veicolo, mappe e itinerari, come quello del tour guidato dei Castelli del Garda, oppure il Chianti Vintage Tour in Toscana. Prezzo a partire da 140 euro al giorno, sconto del 10% col codice “festa del papà”.

Per il papà gourmet
Mettere le mani in pasta insieme, con uno chef stellato, è possibile all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR). Massimo Spigaroli e la sua brigata propongono un divertente corso per imparare i segreti della pasta fresca tipica (cappelletti, tortelli d’erbette, maltagliati e altre delizie). Padre e figli gourmet potranno anche ammirare le più antiche cantine di stagionatura al mondo, ancora attive che ospitano circa 5mila prelibati Culatelli. La proposta per la festa del papà comprende un pernottamento con colazione, cena stellata e il corso di cucina a partire da 300 euro per persona.

Sempre nella Food Valley, ma verso la Motor Valley, all’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese (MO), il territorio si può esperire a tavola in due modi molto diversi ma entrambi gustosissimi. L’EXÉ Restaurant è il regno indiscusso dello Chef Paolo Balboni, autore di piatti che rielaborano la tradizione esaltandone le caratteristiche con una buona dose di fantasia applicata a ingredienti di primissima scelta.

Sul tetto dell’hotel c’è il ristorante ALTO, tempio dello Chef Mattia Trabetti, stratega di una cucina innovativa e in continua evoluzione. Una cena da questa prospettiva, che dal rooftop e le sue vetrate si apre sulla città e sulle colline appenniniche, diventa un’avvolgente emozione quando, grazie al soffitto a moduli basculanti, il firmamento si mostra in tutto il suo splendore. Per chi cerca un’esperienza fuori dal comune, c’è la chef table in cucina riservata a soli due fortunati. Ad ALTO menu degustazione 5 portate da 60 euro.

Per il papà sciatore
Posizione unica sulle piste del Plan de Corones e della Sellaronda, servizi speciali per gli sciatori (come la nuova ski room con accesso diretto alle piste e il deposito sci interno con scalda-scarponi), e 2.500 mq di aree wellness – con spa esclusiva per gli adulti e spa per le famiglie – sono gli ingredienti per il regalo perfetto per il papà amante delle piste, all’Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ).

Dal 19 marzo al 17 aprile 2022, tutta la famiglia a sciare con la proposta “Dolomiti Super Kids”: i bambini fino ad 8 anni soggiornano gratis in camera con i genitori nelle stanze Fanes, Pares, Lavarella e Dolomites Lodge (per un massimo di 2 bambini con 2 adulti). Sono inclusi 7 pernottamenti con Pensione Gourmet ¾, i servizi sci e le esperienze sulla neve organizzate dall’hotel. Il prezzo è a partire da 1232 euro per adulto in camera doppia Fanes.

Regalare un’emozione unica sugli sci! Essere i primi a solcare una distesa levigata e compatta di neve, ancora priva delle tracce del passaggio di qualsivoglia lamina. È l’idea della Val d’Ega (BZ) per godersi la prima discesa al levar del sole, su un manto bianco perfettamente battuto. Con l’offerta Be the first, valida tutti i mercoledì di marzo 2022, è possibile richiedere uno straordinario pacchetto che comprende una prima colazione con caffè e brioche per autentici sciatori della prima ora e l’apertura esclusiva della pista alle 7:00 del mattino.

Dopo l’incontro a valle presso il Platzl, si sale per una sciata da VIP sulla pista Oberholz in compagnia dei maestri, che si chiude con una seconda colazione tipica al rifugio Oberholz (prezzo di 18 euro a persona). I partecipanti dovranno essere in possesso di uno skipass plurigiornaliero, uno skipass stagionale oppure acquistare in loco il giornaliero la mattina stessa presso l’ufficio skipass, aperto dalle ore 6:45. Per le colazioni al Platz e al rifugio Oberholz è obbligatoria la prenotazione entro il martedì precedente, telefonando allo 0471 619 500 (Val d’Ega Turismo).

Per il papà patito della storia
Trame d’Italia, piattaforma online che propone le esperienze più originali e coinvolgenti per conoscere la storia, la cultura e la vita degli abitanti del territorio del Parmense, organizza un itinerario di 2 giorni nella “storia di Salsomaggiore, dai Cavalieri del Sale alla Ville d’Eaux, passando per il fascino dell’Oriente”, un percorso sulle colline di Salsomaggiore Terme (PR) per appassionati camminatori, accompagnati da una guida turistica per conoscere la lunga storia dell’estrazione del sale e della vita di Salsomaggiore prima di quella ben più recente di cittadina termale.

Dopo una notte in uno storico hotel dei primi del Novecento, la seconda giornata è dedicata al Grand Hotel des Thermes e le atmosfere orientali che risplendono nei decori e affreschi di Galileo Chini. Dopo un pranzo tipico in un’osteria del centro storico, i viaggiatori partecipano ad un laboratorio di rilegatoria giapponese, guidati da un’esperta di questa affascinante creatività. Il prezzo è a partire da 287 euro a persona.

Ha compiuto mille anni Castel Maurn, esclusiva struttura che sorge a Palù, frazione di San Lorenzo di Sebato (BZ). Con affreschi e dipinti autentici che riportano indietro nel tempo, le 8 raffinate apart-suite, tra i 35 e i 220 metri quadrati, uniscono il fascino degli antichi spazi a mobili di design, stucchi d’epoca, pavimenti in legno originali del ‘700 e cucine hi-tech: un soggiorno unico per i papà amanti della storia.

A disposizione la piscina outdoor riscaldata con vista panoramica sulle vette e un intimo centro benessere ricavato nelle storiche mura con sauna finlandese, bagno turco, vasca per immersione, area relax e zona fitness. La ricchissima prima colazione viene servita in suite e propone solo prodotti locali e genuini come uova a chilometro zero, vero miele di montagna, mele dei vicini frutteti, yogurt e burro fresco lavorati nelle malghe.

Alla scoperta del Castello di Padernello, bellissimo maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana, riportato alla vita dopo un importante restauro, per accogliere i papà che vogliono vivere un viaggio nella storia, nelle arti e nella cultura. Il ponte levatoio ancora funzionante, la cucina cinquecentesca, i soffitti decorati, l’elegante scalinata settecentesca, le maestose sale che rivelano le opere d’arte del pittore Giacomo Ceruti, esposte in riproduzioni fotografiche ad altissima risoluzione, e le tante storie antiche animano il maniero.

Una meta esperienziale, da scoprire nel rispetto per l’ambiente e la biodiversità, l’amore per l’arte e la bellezza, l’apprezzamento per i sapori e i gusti locali, in un’ottica che sappia coniugare sostenibilità, sviluppo economico ed etica. Il Castello è aperto al pubblico ed è visitabile solo con guida e con prenotazione obbligatoria.

Papà amante della natura
Dedicata a chi ama la full immersion nella natura ma non vuole rinunciare alle amenities da grand hotel. L’esperienza del glamping conquista sempre di più con proposte originali e  chic. Ad esempio Laghi Nabi è un’opera collettiva che ha portato alla rigenerazione ambientale delle ex cave di sabbia situate sul Litorale Domizio (CE), un’area di circa 400mila mq trasformata in qualcosa di completamente diverso e valorizzata attraverso bonifiche mirate.

Il progetto ha condotto alla nascita della prima Oasi Naturale della Campania, capace di trasformare la percezione tradizionale di turismo e relax in un’esperienza nuova, all’insegna dell’ecosostenibilità e del benessere. Nell’area, a pochi chilometri dalle principali mete turistiche e città d’arte della regione, convergono il primo Glamping del Sud Italia e la struttura alberghiera (4 stelle) Plana Resort & SPA.

Il Glamping è formato da tende e Lodge in stile Luxury che galleggiano letteralmente sui laghi adagiandosi su sponde e pontili fluttuanti. Qui si possono praticare molte attività acquatiche (canoe, pedalò, lezioni di vela) e sportive (mountain bike, birdwatching, lezioni di equitazione) in impianti e spazi progettati nel segno di un autentico turismo ecosostenibile

Quelli che si trovano nell’area del Toblacher See, sul meraviglioso Lago di Dobbiaco (BZ), incastonato fra le Dolomiti, non sono semplici chalet ma vere e proprie strutture futuristiche perfettamente integrate nell’ambiente, che consentono di dormire davvero sotto il classico tetto di stelle. Si chiamano Skyview Chalets, dedicati a chi ama la libertà ma anche il massimo del comfort.

12 glass cube, realizzati da maestranze locali impegnate a reinterpretare un concetto tradizionale in senso ultra-contemporaneo, utilizzando stoffe e legni del territorio. La categoria Deluxe vanta anche  sauna a infrarossi e una jacuzzi sul terrazzo panoramico. La colazione – ovviamente bio e con prodotti del territorio – viene recapitata e lasciata davanti alla porta con quad elettrici. Dormire sotto il firmamento, grazie a una copertura trasparente, e allo stesso tempo con la vista sul lago è un’esperienza da togliere il fiato.

“Annunci per case fantasma”, Fiaip Savona mette in guardia i turisti in vista delle prossime vacanze di Pasqua

Annunci per case fantasma, Fiaip Savona mette in guardia i turisti in vista delle prossime vacanze di Pasqua. «E’ importante affidarsi ad esperti del settore, perché dietro annunci pubblicati sul web o su giornali, in mancanza del codice identificativo Citra, potrebbero nascondersi delle trappole», lo afferma Fabio Becchi, presidente provinciale della Fiaip Savona alla luce dell’ultimo caso che si è verificato a Spotorno dove un turista che aveva affittato una casa dove trascorrere le vacanze, dopo la caparra, ha scoperto che l’inserzione online era una truffa.

«Il codice identificativo alfanumerico Citra è utile proprio per evitare brutte sorprese. Prevede una serie di parametri idonei per poter individuare la struttura ricettiva, come la tipologia degli alloggi, l’ubicazione, la capacità ricettiva, le autorizzazioni, il soggetto che esercita l’attività. Già da questa descrizione – dice Becchi –  si comprende quanto sia utile il codice. Già l’anno scorso avevo raccomandato gli amministratori di una pagina social del Ponente savonese di prestare la massima attenzione chiedendo di controllare che in ogni annuncio di locazione immobiliare pubblicato fosse pubblicato il codice identificativo. Un controllo per evitare di alimentare l’abusivismo e le sgradite sorprese per chi decide di prendere in affitto una casa per le vacanze o per altre ragioni. Il Citra – precisa Becchi – deve essere obbligatoriamente inserito in tutte le forme di pubblicità (portali di prenotazioni online, siti, riviste, giornali ecc.), effettuate direttamente o indirettamente con qualsiasi mezzo (scritti, stampati, supporti digitali, ecc.) finalizzate alla promozione e commercializzazione dell’offerta di alloggi ammobiliati ad uso turistico».

La Fiap richiama l’attenzione dei Comuni: «Il nostro auspicio –  afferma Fabio Becchi – è quello che tutti i comandi della polizia municipale della provincia di Savona, come del resto della regione, proprio in prossimità delle vacanze di Pasqua e con l’avvicinarsi della stagione estiva possano compiere verifiche e controlli capillari per accertare la presenza di case vacanze e alloggi affittati senza regole. Le locazioni in nero provocano danni non solo dell’Erario, ma anche ai Comuni visto che, con questo sistema, viene evasa la tassa di soggiorno dove è richiesta».