HomeIn EvidenzaLivello di vita soddisfacente – Le risposte della Psic LA DOMANDA DI...

Livello di vita soddisfacente – Le risposte della Psic LA DOMANDA DI OGGI è: Come si fa a superare la bella persona?

Personalmente mi infastidisce l’espressione , a costo di risultare un po’ acida ma ammetto che trovo riduttivo per alcuni essere definiti con due soli parole e per altri ricevere troppo benevolenza!
Credo sarebbe opportuno imparare a descrivere meglio quello che pensiamo dentro di noi degli altri, utilizzare innumerevoli termini, lasciarsi andare emotivamente a quello che ci attiva dentro. Superare la pochezza di idee produce un ventaglio più ampio di occasioni di vita e di forme di bellezza.
Che cosa si intende per una bella persona?
È quella ben vestita? È chi fa un lavoro interessante? Chi ha la fortuna di essere dentro una rete interpersonale valida? Chi possiede un patrimonio intellettivo speciale? Chi sperimenta stati emotivi intriganti?
A Savona, visto che siamo in periodo di elezione del Sindaco, sarà una bella persona solo chi verrà eletto?
Mi è ri capitato un post di Collisioni Festival (letto su Facebook un po’ di tempo fa) F.Sechi, che induce anche a riflettere se per bellezza intendiamo l’adesione a valori morali rispettosi o meno degli altri che vivono attorno a noi.
Ho sentito un vento gelido soffiare sul mio cuore! Non sono certa che siamo poi così capaci di essere veramente sinceri con noi stessi e con gli altri, o che abbiamo così tanta voglia di esporre i nostri pensieri ed i nostri vissuti senza filtrarli o impacchettarli prevalentemente in generose carte dorate che luccicano.
Siamo tutti belli a modo nostro.
Chi difetta di autostima, si sminuirà spesso e farà più fatica a cogliere il bello dentro di sé.
Di seguito qualche indicazione per lavorare sulla bellezza della propria persona.
Diventare consapevoli dei propri limiti, accettarli e trovare il modo per integrarli nel complesso del sé.
Se non ci sentiamo belli non farsi sopraffare dalla disperazione! Umanamente proveremo frustrazione, sconforto; sperimenteremo all’interno nella nostra anima sensazioni magari non troppo piacevoli, ma poi sarà interessante provare a visualizzare una immagine che racconti la forza interiore che abbiamo voglia di utilizzare per realizzare quello che di bello non abbiamo ancora vissuto.
Imparare a perdonarsi gli errori commessi o le mancanze che si avvertono, il cambiamento serve proprio per colmare o modificare quelle parti di noi non perfette.
Per sentirsi meglio, più sereni, quasi felici, è importante dire quello che si pensa, allontanandosi dal timore di non essere capaci, di venire giudicati, di non essere all’altezza di farlo.
Avere cura di sé stessi, ce lo ripetono in continuazione: siamo la persona più importante della nostra vita; più siamo in grado di coltivare la nostra bellezza e più ci sentiremo felici e riusciremo a sintonizzarci con il mondo circostante.
Provare a sfidare quello, quanto, chi non ci fa sentire belli: le sfide sono una strategia con cui mettersi in gioco e imparare ad attivare tutte le capacità comprese nel nostro bagaglio personale.

Alla prossima puntata!
Se avete domande mi trovate via e-mail: info@giovannaferro.it
Giovanna Ferro, psicologa-psicoterapeuta

Da leggere

Google search engine