HomeEventi«Ottobre de André», tutto il programma dell'evento albenganese

«Ottobre de André», tutto il programma dell’evento albenganese

Ad Albenga è tempo di «Ottobre de André». Sabato pomeriggio, dalle 16 alle 18, nel centro storico di Albenga si creerà una sorta di percorso emozionale ricordando Faber. Madrina dell’evento è Dori Ghezzi che è anche cittadina onoraria di Albenga, mentre il padrone di casa è Antonio Ricci. «Ottobre De André», è uno degli eventi più attesi dell’ autunno ligure, ideato e organizzato dagli instancabili «Fieui di caruggi». «Non potevamo per colpa del Covid rinunciare anche quest’anno – sottolineano i vecchi monelli ingauni – ad una manifestazione tanto amata dalla gente. Abbiamo perciò optato per una soluzione, che, ne siamo certi, a Fabrizio sarebbe piaciuta: portare la sua musica nei caruggi della città vecchia».

E così, da una piazzetta all’altra, guidati dalle note di «Bocca di rosa» o di «Creuza de ma» verrà ricordata la storia e la figura artistica di Faber. Questo il programma completo: in Largo Doria si esibiranno i «Tre gotti»: Gigi Flammia (chitarra e voce), Cesare Arena (batteria e percussioni), Luciano Pollero (basso), Giambattista Fogale (chitarra), Mario Rossello (tastiere). In piazza San Francesco i «Gente de Mà»: Roberto Frazzetto (voce, chitarra, violino e mandolino), Pino Caratozzolo (voce e pianoforte), Luca Giuffrida (batteria e percussioni). In piazza San Michele il cantautore albenganese Geddo, Federico Sirianni uno degli eredi della scuola genovese e Alberto Visconti, fondatore e leader dei L’Orage. In piazza G. Rossi Aldo Ascolese (chitarra e voce), Laura Merione (violino), Marco Raso (fisarmonica) e Domenico Berta (tastiere). In piazza San Domenico i Corbe de coi: Paolo Ferrando (voce e chitarra), Marco Moro (flauto,ottavino e sassofono), Corrado Trabuio  (violino), Maurizio Di Noto (chitarre), Daniele Ducci (contrabbasso e basso elettrico), Stefano Ancona (batteria e percussioni). In piazza Torlaro «Il ClanDestino»: Gilberto «Gil» Vignati (voce e narrazione), Stefano «Ste» Cagnone (chitarre), Franco «Franz» (tastiere), Guido «Guy» Dellapietra (chitarre e bouzuky). La manifestazione è a scopo totalmente benefico e nelle varie piazzette sarà possibile lasciare un’offerta a sostegno della Comunità di San Benedetto al Porto creata da don Gallo. In piazza Torlaro il Ristorante Le 5 e  25 offrirà specialità dolci e salate sempre per lo stesso scopo: solidarietà verso i più deboli. Nel Museo La civiltà dell’olivo ultimo giorno di apertura della Mostra in Punta di Faber, una raccolta di disegni ispirati alle canzoni di De André. Sarà presente l’autore Mauro Moretti e i visitatori saranno accompagnati dalla chitarra e dalla voce di Simone Borasi.

Da leggere

Google search engine