Oceani e sviluppo sostenibile, a Genova istituzioni a confronto

11

Promuovere la sostenibilità ambientale significa anche tutelare il mare e la sua biodiversità, risorsa fondamentale per la salute del nostro pianeta, della nostra generazione e di quelle future. Il Salone della Csr e dell’innovazione sociale fa tappa a Genova per favorire il confronto tra istituzioni, imprese e organizzazioni proprio sul tema della salvaguardia dell’oro blu e della sua biodiversità.

L’incontro Oceani e sviluppo sostenibile: sull’onda del cambiamento si svolgerà durante la Giornata mondiale degli oceani martedì 8 giugno 2021, dalle 10 alle 12:30, presso l’Acquario di Genova che per la prima volta dopo il lockdown torna a ospitare eventi dal vivo.

L’Acquario di Genova è da sempre impegnato attivamente nella corretta gestione delle risorse ambientali, in particolare attraverso progetti di promozione del consumo responsabile e di protezione degli ecosistemi marini, realizza iniziative educative e divulgative per la salvaguardia della biodiversità e affianca ai percorsi espositivi spazi tecnici riservati a progetti di ricerca scientifica. La collaborazione con l’Acquario di Genova e con Eticlab, network di aziende liguri improntate alla responsabilità sociale di impresa, ha permesso la realizzazione della tappa genovese del Giro d’Italia della Csr che ha ricevuto anche il patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria.

All’evento saranno presenti il sindaco di Genova Marco Bucci e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, oltre a rappresentanti di imprese e organizzazioni. Potrà partecipare anche il pubblico, gratuitamente con iscrizione obbligatoria fino a esaurimento dei posti disponibili nel rispetto delle norme anti Covid. Questo il link per iscriversi.

Il dibattito sarà anche trasmesso in diretta streaming sul canale Facebook del Salone della Csr e dell’innovazione sociale.

«Quest’anno siamo particolarmente orgogliosi di essere nuovamente a fianco del Salone della Csr come partner per l’organizzazione della tappa genovese – sottolinea Giovanni Battista Valsecchi, Presidente di Eticlab – è stato un anno molto difficile per tutti sotto tanti punti di vista e organizzare questo evento proprio in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani è allo stesso tempo un onore e una responsabilità che sentiamo molto forte. Vorremo che la tappa rappresentasse non solo a livello simbolico ma concreto un punto di partenza per il cambiamento sostenibile che dovremmo intraprendere, che fosse occasione per riflettere sui benefici che un approccio sostenibile volto alla creazione del valore sia davvero una risposta concreta. Magari partendo proprio dagli oceani, con il dovere che incombe su ognuno di noi di interagire con il contesto in cui operiamo, sia esso ambientale, sociale o economico in modo sostenibile, senza quindi comprometterlo per le generazioni future».

«L’impegno per l’ambiente delle organizzazioni pubbliche e private passa anche da un nuovo modo di considerare il rapporto con mari e oceani – afferma Rossella Sobrero, del Gruppo promotore del Salone. Nella tappa di Genova ascolteremo le testimonianze di organizzazioni che hanno scelto di adottare pratiche sostenibili, di investire in innovazione per proteggere la salute di ecosistemi marini e costieri, di educare il consumatore. Per salvaguardare una risorsa importante che porta benefici a tutti: al clima, alla biodiversità, alla pesca, al turismo, alla salute delle persone e del pianeta».

I risultati di un progetto dell’Istituto Italiano di Tecnologia

Alla tappa di Genova del Salone saranno presentati alcuni risultati dei progetti sviluppati nei laboratori Smart Materials dell’Istituto Italiano di Tecnologia da un team di circa 50 ricercatori. Ogni progetto è pensato sin dal principio per risolvere i problemi tecnologici del nostro tempo senza impattare sull’ambiente e sulla salute umana e valorizzando residui della lavorazione e scarti del settore alimentare e manifatturiero. I ricercatori realizzano quindi nuovi materiali e materiali intelligenti in un’ottica di sostenibilità ed economia circolare come le bioplastiche 100% biodegradabili ottenute da scarti alimentari e residui industriali oppure le spugne che depurano l’acqua da idrocarburi o metalli pesanti grazie alle nanotecnologie e utilizzando rifiuti (imballaggi, bucce d’arancia, fondi di caffè). L’ultimo progetto riguarda lo sviluppo di spugne fototermiche che, grazie all’energia solare, riescono a recuperare acqua potabile dall’umidità dell’aria e dall’acqua di mare rimuovendo il 99,99% dei sali: questo potrebbe permettere in futuro di realizzare dispositivi portatili per il recupero di acqua potabile in zone remote o in seguito a disastri naturali.

Da quest’anno l’Istituto Italiano di Tecnologia ha inoltre avviato la Sustainability Initiative che raggruppa tutte le attività di ricerca sui temi di sostenibilità economica, sociale e ambientale e coinvolge oltre 30 teams in Italia. L’iniziativa utilizza come guida i Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite affrontandone principalmente 8 su 17: l’obiettivo è realizzare prototipi che, dopo essere stati testati su scala nazionale, potrebbero essere trasferiti sul mercato grazie alla nascita di start-up. Alcuni dei progetti in corso riguardano la valorizzazione dei rifiuti per lo sviluppo di biomateriali, l’elettronica verde, le soluzioni per fronteggiare la scarsità d’acqua e la sua contaminazione, lo stoccaggio di energia da risorse rinnovabili, lo sviluppo di sistemi robotici green per il monitoraggio delle infrastrutture.

Il programma

I lavori della tappa saranno aperti da Giovanni Battista Valsecchi, Presidente di ETIClab, Seguiranno gli interventi istituzionali del Sindaco del Comune di Genova Marco Bucci e del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Gianni Bottalico, Responsabile delle Relazioni Territoriali di ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, farà poi il punto sul raggiungimento dei 17 Goals di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 e Mariasole Bianco, Presidente di Worldrise, offrirà un quadro delle attività della onlus nell’ambito della Giornata mondiale degli oceani.

Durante l’incontro, EticLab presenterà in anteprima un cortometraggio voluto dall’associazione per ispirare a guardare il nostro mare con uno sguardo più attento e consapevole. Si tratta di un’edizione speciale della serie Close to Home dedicata agli incontri più inaspettati che ci ha riservato nell’ultimo anno il Mar Ligure. Il cortometraggio è stato realizzato con il contributo di Banco BPM, per il quale alla tappa genovese del Salone interverrà Alberto Melotti, è a cura di Yoge comunicazione sensibile ed è una realizzazione di Artescienza con la supervisione scientifica di Menkab.

Saranno poi raccontate al Salone le esperienze delle organizzazioni del territorio in una tavola rotonda coordinata da Daniela Congiu, co-founder partner di Mixura alla quale parteciperanno: Frederico Lopes De Mendonça, Grocery Purchaising Director di Esselunga; Simona Bondanza, Sustainability Manager dell’Acquario di Genova; Simona Mesciulam, Direttore Marketing di Generale Conserve; Paolo Baldoni, CEO di Garbage Group; Arianna Liconti, Responsabile dei progetti scientifici di Outdoor Portofino; Despina Fragouli, ricercatrice del laboratorio Smart Materials dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e Gianluigi Redegalli, Ideatore di Ondawatt e socio fondatore di Batred presenteranno progetti che applicano tecnologie innovative.

Le conclusioni saranno affidate a Rossella Sobrero del Gruppo promotore del Salone.