Una nuova stazione meteo per il Circolo Nautico di Borghetto Santo Spirito

Il Circolo Nautico 3 Miglia di Borghetto Santo Spirito si dota di una nuova stazione meteo professionale, grazie a questa strumentazione alla pagina STAZIONE METEO sarà possibile visualizzare in tempo reale tutti i parametri più importanti quali: velocità e direzione del vento, temperatura e umidità dell’aria, pressione atmosferica, pioggia (e intensità). Oltre a questo ci saranno diversi valori secondari come punto di rugiada, indice di calore, evapotraspirazione e una nuova WEBCAM sul mare.

Davis Vantage Pro 2L’installazione verrà effettuata in osservanza delle norme dell’Organizzazione Mondiale per la Meteorologia (OMM). Grazie alla collaborazione con Centro Meteo Ligure entrerà a far parte della Rete di Osservazioni Meteo in tempo reale di LIMET e verrà inoltre messa a disposizione della Protezione Civile e dell’Amministrazione Comunale che se lo riterranno opportuno ne potranno acquisire i dati metereologici pubblicandoli anche sui siti istituzionali.

La presenza di questa stazione meteo si inquadra in un ambito ben più ampio di una rete di monitoraggio regionale gestita da LIMET in quanto il territorio ligure si caratterizza per la presenza di un’orografia molto complessa che rende più difficile rispetto a molte altre regioni italiane la previsione e la mitigazione del rischio idrogeologico. Nei casi critici un efficace contributo viene fornito dalle reti osservative al suolo, ovvero, dalla conoscenza dei parametri atmosferici come l’intensità di precipitazione, la sua fase (acqua, neve, grandine), la temperatura, l’umidità, il vento e la dinamica spazio-temporale dell’evento stesso, parametri che consentono di meglio stimare quali potrebbero essere gli effetti al suolo e le conseguenze per la popolazione, per i beni e le infrastrutture.

Per quanto riguarda le osservazioni risulta di fondamentale importanza l’installazione di una Rete Osservativa di stazioni meteorologiche che possa fornire un contributo insostituibile e indispensabile per poter formulare previsioni con un grado di affidabilità elevato nell’arco temporale di poche ore, previsioni tanto più affidabili quanti più dati di monitoraggio in ingresso si dispone. Durante un evento meteorologico risulta fondamentale seguirne l’andamento, e in particolar modo la quantità e la localizzazione della pioggia caduta, del vento e della temperatura. Pluviometri, anemometri e termometri rappresentano i sensori più comuni e diffusi per il monitoraggio in tempo reale della quantità di pioggia, della velocità del vento e dell’andamento termico. Valori che risultano estremamente importanti in caso di situazioni meteorologiche avverse per monitorare l’importantissimo rapporto pioggia/spazio-temporale, le condizioni del vento in caso di mareggiate o incendi boschivi e i valori termici più bassi in caso di possibili gelate o precipitazioni nevose.

E’ essenziale a tal fine disporre di una fitta rete di sensori. Il territorio ligure, infatti, è coperto, sia pure in modo disomogeneo, da una rete osservativa sotto la competenza della Regione, a seguito dell’attuazione del D. lvo. 112/98, importante e fondamentale in funzione di Protezione Civile ad ampio raggio ma che poco si interfaccia con le civiche amministrazioni locali e soprattutto con la popolazione che, secondo noi, dovrebbe avere un maggiore accesso e coinvolgimento riguardo l’andamento delle condizioni del tempo, il suo monitoraggio ed una cultura ambientale, in riferimento al proprio territorio, di più alto livello.