“I pomeriggi della Mozart” di Savona tornano con l’insieme Cameristico di Torino

Tornano i “Pomeriggi della Mozart” di Savona, uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati di musica da camera e classica in generale. I concerti sono organizzati dall’Associazione Mozart Savona che propone ancora qualche concerto in attesa della ripresa regolare dei concerti in autunno.

In scena, dunque, venerdì 21 maggio alle ore 17,30, presso il l’Oratorio dei Santi Giovanni Battista, Giovanni Evangelista e Petronilla di via Guidobono 12 a Savona, ci sarà il trio dell’Insieme Cameristico di Torino costituito da Flavio Cappello al flauto, Efix Puleo al violino e Margherita Monnet al violoncello. In programma musiche di J.C. Bach, Stamitz, Haydn e Danzi.

La rassegna si avvale della collaborazione dell’associazione “Allegro con Moto” e del sostegno di Coop Liguria, del Banco di Credito Cooperativo Pianfei e Rocca De’ Baldi e di Brignolo Assicurazioni.

L’ingresso al concerto è libero. Tutte le norme anti-Covid saranno rispettate.

Gli artisti

Flavio Cappello diplomato presso il Conservatorio di Torino sotto la guida di Arturo Danesin, si è perfezionato con Peter-Lukas Graf  all’Académie de Musique di Sion e con Pierre-Yves Artaud a Como. Ha partecipato agli stages tenuti da Ruggero Chiesa e da Maurice Bourgue.  Ha studiato composizione con Daniele Bertotto. Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino e l’Orchestra da Camera di Aosta. Nel 2007 è stata pubblicata da Giancarlo Zedde Ed. Suite per 2, raccolta di 27 Studi per due flauti o per flauto e clarinetto. Nel 2013 è stato pubblicato Cantico all’alba del giorno, quintetto per flauto, clarinetto, chitarra, viola e violoncello, da Ut Orpheus Ed. Nel 2014 è stato pubblicato Fables and Stories, cinque brani per flauto, viola (o violino) e chitarra. Nel 2016 ha curato l’edizione studio e l’analisi armonica della Sonata per il flauto solo senza Basso in la minore, Wq 132, di Carl Philipp Emanuel Bach, per l’editore VigorMusic. Nel 2018 viene pubblicato “Azulejos”, trio per flauto, viola e arpa, dalla casa editrice giapponese Da Vinci Publishing e, nel 2019, Sketches no.2 per sax soprano e pianoforte.

Efix Puleo Si è diplomato presso il Conservatorio di Torino. Si è poi perfezionato con i maestri C. Rossi, G. Carmignola, D. Schwartzberg e S. Pagliani. Ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. È membro dell’ensemble La Venexiana, insignito nel 2008 del Gramophone Award per l’incisione dell’opera di Monteverdi, Orfeo, con cui è regolarmente ospite di festival di musica barocca (Madrid, Israele, Monaco di Baviera, Bruges, Regensburg, Roma, Tokyo, Seattle, Parigi, Amsterdam, Berlino, Londra, Istanbul, Mosca).  Fa parte di Cantica Symphonia e La Fonte Musica con il quale ha inciso per le etichette Stradivarius, Glossa, Opus 111 e Orff, ottenendo importanti riconoscimenti dalla critica, come il Diapason d’Or dell’anno nel 2005 per il disco Quadrivium. Ha collaborato inoltre con i complessi di musica barocca La Risonanza, Accademia Bizantina e con l’orchestra da camera Archi della Fondazione De Sono di Torino.

Margherita Monnet Si è diplomata in violoncello presso il Conservatorio di Cuneo, sotto la guida di Dario Destefano. Si è poi perfezionata con Rocco Filippini presso l’ Accademia “W. Stauffer” di Cremona, e con Massimo Polidori presso il Conservatorio di Fribourg. Ha seguito il corso di violoncello barocco tenuto da Gaetano Nasillo presso la Scuola di Musica di Fiesole e il corso di musica da camera all’ Accademia Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste. Ha collaborato l’ Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta, l’Academia Montis Regalis di Mondovì, l’ Orchestra Sinfonica Italiana, l’ Orchestra Sinfonica Haydn di Bolzano e Trento, l’ Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Da una decina d’ anni collabora regolarmente alla rassegna “Micron”, teatro musicale dedicato ai bambini su testi e musiche originali. Con il violoncello barocco si esibisce regolarmente con  l’Accademia dei Solinghi.