Festa dell’Europa, gli studenti dell’Alberghiero dialogano col ministro Bianchi

L’istituto “Giancardi Galilei Aicardi” ha vinto- con gli allievi della sua sezione “Giancardi” di Alassio- la partecipazione in rappresentanza delle Scuole Italiane alla Festa dell’Europa, segnalatosi per i suoi Progetti PON in merito all’argomento e per l’impegno sul tema della cittadinanza europea.
Grande emozione nello scoprire che saranno proprio gli allievi alassini a dialogare col neo Ministro Patrizio Bianchi che ha voluto conoscere i ragazzi del Progetto e partecipare alla trasmissione e alla festa.

L’Istituto si era già fatto notare nei mesi precedenti per l’attività social web e digitale disposta durante il lockdown, nonché per le innovative metodologie didattiche- formative utilizzate allo scopo di tenere unito il corpo scolastico durante tutti i frangenti della pandemia e svolgere al meglio l’attuale anno scolastico. Era stato premiato nel Progetto #Noisiamolescuole con tre splendidi video dedicati, classificandosi per la seconda volta terzo anche nel Premio Scuola Digitale.

Con il nuovo governo e l’avvicendamento al Ministero, l’Istituto si è trovato ai vertici di un’attenta analisi sui Progetti Europei, prescelto per i PON “Tornare a Ventotene”, conclusi nel 2019.

Il team degli allievi- composto da : Letizia Rizzuto, Sharon Costa, Sara Fousfos, Asia Masilli, Iris Rendina, Sara Manitto, Gobrial Pishoy e Mariem Chlih – ha oggi affrontato le prove tecniche di trasmissione. I ragazzi, comprensibilmente provati dalla terribile disgrazia che ha coinvolto due compagni in queste ore, hanno saputo reagire con impegno e dedizione, nello stile della comunità scolastica che si è stretta attorno alla famiglia dei suoi allievi.
L’appuntamento è per lunedì 10 maggio quando, in particolare Letizia e Sharon dialogheranno col Ministro, raccontando e illustrando la bellissima avventura di “Tornare a Ventotene”.

La soddisfazione di aver affrontato le difficoltà con successo è notevole, specie perché tutto avviene a suggellare quel processo graduale ma deciso d’innovazione nella continuità con la grande tradizione dell’Istituto promosso con decisione dal Dirigente Salza, dai docenti, dal personale e dai soggetti principali ai quali sono diretti tutti gli sforzi: gli allievi e le loro famiglie.