L’editoriale/Niente è infinito

Niente è infinito

Avete mai pensato che – forse – avete già parlato per l’ultima volta con una persona?
Magari passerà una vita intera, oppure dieci minuti e un imprevisto, ma è possibile che non avrete mai più un dialogo con chi è più di una conoscenza occasionale.

Non escluderei che ognuno di noi abbia già almeno una dozzina di questi casi.
Terribile? Vi è venuta la voglia di smettere di leggere le mie parole messe in fila e chiamare qualcuno?
Fate bene, alcuni non meritano questo addio travestito da circostanza.
Se devo essere sincero, per determinati soggetti è un bene non sentirli più. Soprattutto dopo che gli si è dovuto azzerare il volume per vivere in pace. Altri no, sono d’accordo con voi… È un pensiero che può mettere un po’ di angoscia.

Anzi, adesso faccio partire un paio di chiamate.
E voi, c’è qualcuno che vorreste sentire?


Mirko Giacchetti