Massimo Garavaglia: “Il turismo pronto a ripartire il 2 giugno”

Il 2 giugno, festa della Repubblica italiana potrebbe essere la data della ripartenza del turismo in Italia. Lo ha ipotizzato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, durante un incontro con la stampa estera, facendo il parallelismo con la Francia, «dove Macron dice che il 14 luglio apriranno tutto». A rilanciare la notizia è stato il portale l’Agenzia di Viaggi.

Garavaglia è tornato sul tema anche alla trasmissione Porta a Porta alla quale ha partecipato anche il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca e che nello studio di Bruno Vespa ha ribadito l’assoluta necessità di date certe per far ripartire la macchina dell’ospitalità turistica.

«Occorre una programmazione per partire bene con la stagione estiva 2021, come è stato fatto lo scorso anno. Intanto – ha sottolineato  Garavaglia – abbiamo avviato l’erogazione dei sostegni alla filiera, 550 milioni di euro, di cui 230 milioni sono in distribuzione alle agenzie di viaggi e tour operator, che sono le figure professionali più colpite. È un inizio perché ci sarà un altro decreto che prevede nuovi aiuti al settore. E poi spero che si sblocchi la situazione, in quanto ritengo che il sostegno vero, concreto, è far fatturare le imprese che chiedono di ripartire. Per questo il governo, appena possibile, deve dare una tempistica, sempre tenendo presente l’andamento dei contagi. Ma con l’accelerazione nelle vaccinazioni siamo fiduciosi»