Linea dura della Ue per le concessioni balneari

Il commissario europeo responsabile per il Mercato unico, Thierry Breton, ha inviato una risposta scritta a un’interrogazione degli europarlamentari di Forza Italia (Ppe) Salvatore De Meo, Antonio Tajani, Fulvio Martusciello, Giuseppe Milazzo e Aldo Patriciello, in cui conferma la linea dura della Commissione sulle norme nazionali sulle concessioni balneari. Lo riporta Askanews.it

Inoltre, ricordava la Commissione, l’Italia ha successivamente prorogato le autorizzazioni esistenti fino alla fine del 2033, e ha vietato alle autorità locali di avviare o di continuare procedure di selezione pubblica aperte per l’assegnazione di concessioni che sarebbero altrimenti scadute. Tutte misure che l’Esecutivo Ue considera in violazione del diritto comunitario.