Il Festival di Sanremo raccontato sul web da Paolo Bianco e Simone Molardi

Arriva al giro di boa «Il nostro Sanremo», il format diffuso via web da una idea di Paolo Bianco e Simone Molardi.  Ancora una volta sono state superate abbondantemente le 2.000 visualizzazioni nella terza serata dove sono stati ripercorsi i momenti storici degli anni ’90 legati al Festival intervallati da canzoni, ma anche curiosità, ospiti e presentatori.

E’ stata una serata dalle grandi emozioni: dai Pooh con «Uomini Soli» (eseguita in studio dall’appassionata di canto Eugenia Cabella, secondo ospite in presenza) a «Portami a ballare» di Luca Barbarossa cantata live da Bianco fino ad arrivare a «Destinazione paradiso» di Gianluca Grignani suonata e cantata da Molardi con la chitarra acustica.

«Abbiamo ricordato gli ospiti illustri di quegli anni all’Ariston dice Bianco, come la partecipazione di Madonna, Sting, Annie Lennox, Natalie Cole, Rod Stewart», raccontano Bianco e Molardi. Toccante il ricordo di Giorgio Faletti con «Minchia signor Tenente» dedicato da Paolo Bianco a tutte le forze dell’ordine. Ora il viaggio prosegue nella storia della kermesse canora mantenendo larghi consensi grazie alla simpatia dei due conduttori e ideatori Paolo Bianco e Simone Molardi. Sabato sera alle 19.45 sulle pagine social di Paolo Bianco e Simone Molardi verranno raccontati gli anni 2000. Spiegano i due autori del programma: «Partiremo dalla conduzione del Festival curata da Raimondo Vianello con al suo fianco Eva Herzigová e Veronica Pivetti per arrivare al 2010 con la conduzione di Antonella Clerici e la vittoria di Valerio Scanu».