“Crepax a 33 giri”: quando il papà di Valentina faceva le copertine dei dischi

Un genio del fumetto italiano e i dischi. Quella raccolta in “Crepax a 33 giri” di Antonio Crepax, sontuoso volume dell’editore Vololibero da qualche giorno in vendita, è davvero una storia mai raccontata.

Due fratelli – Franco, discografico e Guido, disegnatore – per dieci anni lavorano gomito a gomito per dare alle copertine dei dischi italiani un’identità che mai avevano avuto.

Valentina, l’eroina sexy che farà impazzire il Paese, è ancora di là da venire, ma Guido si butta a capofitto nell’impresa e realizza opere formidabili. Nel libro c’è, di fatto, il corpus completo che comprende oltre 250 disegni.

La prefazione dell’opera è di Giampiero Mughini mentre le testimonianze raccolte sono le più variegate, da Francesco Tullio Altan a Stefano Bollani, da Valentina Crepax a Ricky Gianco, Paolo Fresu ed Enrico Rava.

L’autore del libro – che si è avvalso della collaborazione dell’Archivio Crepax – è figlio di Guido e si occupa da anni della valorizzazione dell’opera del padre.

Ferdinando Molteni