I contagi non si fermano, lockdown in tutta Italia alle 21

Il nuovo Dpcm prevederà un coprifuoco alle 21. A confermarlo è stato lo stesso Premier Giuseppe Conte durante un vertice con i capi delegazione.  Un Dpcm che avrà come scopo quello di incentivare le persone a restare a casa ed uscire solo per andare al lavoro o per ragioni di salute

Decisione che arriva dopo i dati diffusi dalla Protezione Civile che segnala 29.907 nuovi casi e 208 morti mentre continua ad aumentare la pressione sulle terapie intensive.

 

Lombardia, Piemonte e Calabria, considerate dall’ultimo report settimanale dell’Iss Regioni a rischio alto con, rispettivamente, un’indice Rt a 2,01 1,99 e 1,84, tanto da rientrare nel cosiddetto scenario 4; poi ci sono le regioni a rischio moderato come Molise (Rt 2,01), Bolzano (Rt 1,92), Emilia Romagna (Rt 1,6) e Trento (Rt 1,56); inquadrate nello scenario 3 con rischio definito alto ci sarebbero poi Puglia (Rt 1,47), Sicilia (Rt 1,38) Toscana (Rt 1,19); rientrano nello stesso scenario ma con rischio considerato moderato: Friuli Venezia Giulia (Rt 1,47), Umbria (1,45) Lazio (1,43) Marche (1,35) e Campania (1,29);