I locali tremano possibile lockdown alle 22

In arrivo un DPCM ancora più restrittivo rispetto a quello dei giorni sorsi. Potrebbe essere varato nelle prossime ore o al più tardi lunedì.

L’obiettivo resta quello di evitare un lockdown nazionale, come quello dello scorso marzo. Una misura che lo stesso Conte ha più volte escluso negli ultimi giorni.

Ma una nuova stretta è sostanzialmente inevitabile, a cominciare dal coprifuoco che potrebbe scattare dalle 22 per tutti i locali, con l’ipotesi di una serrata drastica della movida nei weekend con un lockdown totale.

Nelle regioni che hanno un indice di contagio particolarmente alto sarebbe in gioco anche la possibilità di limitare gli orari, se non imporre una chiusura temporanea, di palestre, parrucchieri, centri estetici, cinema e teatri. Giro di vite anche sullo smart working che diventa obbligatorio sia per il settore pubblico che quello privato, ma restano da definire le quote di dipendenti che dovranno lavorare da casa.