Nel 2021 sarà scontro tra asteroidi, Nasa in allarme

A settembre 2021 Didymos, un asteroide del diametro di 780 metri, farà uno scontro con il più piccolo Dimorphos, di “soli” 160 metri, che gli sta ruotando attorno. Lo scontro genererà un cratere, sollevando nello spazio polveri e frammenti che potrebbero anche arrivare in prossimità della Terra.

A dirlo è una serie di studi nati dalla collaborazione tra la Nasa e l’Esa, dando vita alla missione Hera con il compito di indagare gli effetti dello scontro. Il nostro paese è stato ampiamente coinvolto nel progetto e la quota maggiore del lavoro è ricaduta sulla società Ohb Italia. Uno dei due Cubesat che si staccheranno dalla sonda Hera verrà prodotto in Italia e sarà battezzato “Milani” in onore del noto scienziato dell’Università di Pisa, uno dei maggiori ricercatori internazionali nell’ambito dello studio degli asteroidi.

“Il compito del nano-satellite italiano sarà quello di studiare da vicino la superficie e di compiere alcune manovre orbitali” — raccontata al Corriere Ettore Perozzi che in Asi segue il programma — “Con la missione Hera si misureranno gli effetti della caduta di Dart determinando la variazione del moto di Dimorphos che è l’obiettivo da raggiungere”.