L’indimenticabile Salvo D’acquisto

L’Arma dei carabinieri celebra oggi il centenario della nascita del vice brigadiere Salvo D’Acquisto, Medaglia d’oro al valor militare, trucidato dai nazisti il 23 settembre 1943 a Torre di Palidoro salvando dall’esecuzione 22 civili rastrellati per ritorsione, le cui spoglie sono custodite nella Basilica di Santa Chiara a Napoli, città che gli diede i natali il 15 ottobre 1920.

Il primo appuntamento vedrà il comandante interregionale carabinieri «Ogaden», generale di corpo d’armata Adolfo Fischione, accompagnato dal comandante della Legione Carabinieri «Campania», generale Maurizio Stefanizzi, e dal comandante provinciale di Napoli, generale Canio Giuseppe La Gala, deporre di un cuscino di fiori alla tomba del vice brigadiere a Santa Chiara, dove successivamente il cappellano della Legione Carabinieri Campania, don Franco Facchini, celebrerà la messa.

A seguire, l’Università «Federico II» ospiterà nella sua Aula Magna storica, il convegno «100 anni dalla nascita di Salvo D’Acquisto, storia di un Carabiniere eroe, Servo di Dio», moderato da Antonello Petrillo, al quale parteciperanno quali relatori il sottosegretario di Stato del ministero dell’Università e della Ricerca, Peppe De Cristofaro, il postulatore per la causa di beatificazione, don Giuseppe Praticò, il titolare della cattedra di Storia contemporanea dell’Ateneo, Luigi Musella e il fratello di Salvo D’Acquisto, Alessandro.

Concluderà il convegno l’intervento del comandante interregionale Carabinieri «Ogaden» Fischione.