1985, grande classifica ma il capolavoro è la Bond-song dei Duran Duran

La classifica che si ascoltava in questa settimana di ottobre nel 1985 è ancora piena di roba buona. Roba buona vista in prospettiva, perché all’epoca star come Madonna o i Duran Duran non erano esattamente in cima alla classifica della rispettabilità.

Eppure Madonna troneggia al primo posto con “Into the grove” e torna al numero 17 con “Crazy for you”.

Scorrendo la classifica ecco l’alzata di genio dei Righeira (“L’estate sta finendo”) pubblicata ad inizio stagione e ancora al secondo posto, la bellissima “Part time lover” di Stevie Wonder che fa il paio con la trovata dell’anno, il duetto Bowie-Jagger (“Dancing in the street”).

Ma ci sono anche i Simply Red al loro massimo (“Money’s too tight”) e gli enigmatici Propaganda con “Duel”.

Gli italiani hanno vita difficile. Resistono quasi solo Marcella e Gianni Bella con “L’ultima poesia”.

Ma il capolavoro della classifica è della band che forse ha rappresentato più compiutamente gli anni Ottanta, almeno in Europa. Al tredicesimo posto c’è infatti “A view to a kill”, fantastica Bond-song dei Duran Duran, forse la più bella canzone legata ai film di 007 dopo “Live and let die” di Paul McCartney.

Il video, poi, è straordinario. Una specie di film nel film.

Ferdinando Molteni