Le risposte della Psic: «In che cosa può essere utile un trasloco?»

Il trasloco è ai primi posti tra le cause di stress psicologico tra gli eventi di vita traumatici per la persona; porta stravolgimento e disorientamento nella vita quotidiana.
Può essere devastante, soprattutto se imposto; ma anche quando la persona deve scegliere o è costretta a traslocare per varie motivazioni, il peso della decisione continuerà ad agire a vari livelli, non solo strettamente materiali.
Il trasloco possiede però anche degli aspetti interessanti, che vorrei provare a presentarvi.
Può essere l’occasione per scegliere finalmente di vivere in un luogo che da serenità, che è consono alle proprie aspettative di gestione logistica della propria vita. Al contrario di quando si era stati costretti magari ad andare a vivere nella casa ricevuta in eredità, o nelle vicinanze di vari familiari perché così prescrivono le convenzioni sociali.
Da la possibilità di decidere in quale tipo di casa abitare, e di come disporre dello spazio, sino ad arrivare al tipo di arredamento. Spesso ci si sente prigionieri di forze oscure che andranno poi a condizionare pesantemente ogni gesto dalla mattina alla sera.
È il poter scegliere di chiudere una relazione sentimentale, coniugale, ma anche del ri appropriarsi di uno spazio di vita che alla fine era infestato dalla presenza di una persona che più o meno consapevolmente occupava pezzi di stanze e invadeva ambienti comuni.
In quanto operazione prettamente di tipo mentale, perché il trasloco va progettato e organizzato, evita di far spegnere mentalmente, infatti costringe ad usare le risorse personali per fare, per pensare, per vivere!
Troppo spesso la consuetudine di vivere in certi posti ha lentamente fatto morire a livello emotivo inquilini apparentemente sereni, che indossavano maschere di presunta normalità.
Quando è la conseguenza di un lutto funesto, il cambio di contesto di vita in cui si era abitualmente inseriti può fornire nuovi scorci sul futuro e permettere di sperimentare risorse che non si erano mai viste dentro di sé.
Quando i figli crescono, nella coppia può essere l’occasione per rimodulare materialmente uno spazio che privilegiava le esigenze familiari; per trasformare la casa in un luogo che esprima ancora passione e voglia di vivere la vita di coppia!

Alla prossima puntata, e ricordatevi che la rubrica della Psic ha cadenza quindicinale!
Se avete domande mi trovate via e-mail: info@giovannaferro.it
Giovanna Ferro, psicologa-psicoterapeuta