Messi, è divorzio con il Barcellona

Messi ha chiesto al Barcellona la rescissione unilaterale del contratto. L’argentino ha inviato una comunicazione ufficiale al club catalano, con la quale sostiene la validità della clausola inserita nel suo contratto, che gli consente di rescindere il contratto ogni anno a fine stagione. Secondo Messi, la stagione 2019/2020 è appena conclusa e quindi la validità della clausola è prorogata automaticamente fino al 31 agosto. In attesa della replica del Barcellona, arriva la conferma di Puyol. “Rispetto e ammirazione, Leo. Tutto il mio sostegno, amico”.

La radio spagnola Onda Cero oltre a confermare le indiscrezioni provenienti dall’Argentina ha rilanciato, spiegando l’intenzione dello stesso Messi di non presentarsi ai test previsti nel fine settimana con il Barcellona e agli allenamenti. Per la società catalana è previsto un board d’emergenza per cercare di gestire la situazione. L’argentino è fortemente irritato dalla condotta societaria degli ultimi tempi.

La scelta con il nuovo corso Koeman di tagliare giocatori importanti come Vidal e Suarez non è andata giù a Messi che, a quanto risulta, avrebbe captato la possibilità che nella prossima stagione la dirigenza non riesca a costruire una squadra veramente competitiva per mancanza di fondi. A questo va aggiunto che il fatto che sia uscita la sua frase “mi sento più fuori che dentro al progetto” dopo il colloquio con Koeman, situazione che ha fatto infuriare l’argentino