Il + bello d’italia? E’ un istruttore di nuoto bolognese

E’ un diciannovenne di Bologna «Il + bello d’Italia (originale dal 1979)». Filippo Gualandi, diplomato tecnico ragioniere con una dote da informatico, ha avuto la meglio su altri 16 conconcorrenti.

E’ stato scelto dalla giuria presieduta da Renata Rivella (madrina la giornalista di Mediaset Claudia Peroni) e da altre figure della moda e dello spettacolo il cui esito è stato suggellato da un notaio presente in tutte le fasi di votazione. La finale del concorso curata da Paolo Formia con Silvio Fasano e il direttore artistico Ilio Masprone e presentata da Barbara Morris è stata organizzata nel paese del Casinò della Valle d’Aosta, ma Filippo Gualandi domani pomeriggio raggiungerà Alassio dove il concorso è nato nel 1979. Qui è prevista una sfilata su auto d’epoca e foto davanti al Muretto.

Il giovane bolognese ora sogna la carriera dei suoi predecessori vincitori del concorso, come Gabriel Garko, Beppe Convertini. «Mi piace mettermi in gioco e provare nuove esperienze, per cui mi sono iscritto al concorso. Sono una persona solare, socievole e umanamente disponibile, ma con tanta grinta per affrontare tutto».

Hanno vinto altre fasce di «Uomo ideale» Riccardo Bosio di Pinerolo (Torino), «Il + bello per la tv» Jonathan Panzeri di Bergamo, «Il + bello per il cinema» Angelo Pavone di Catania, «Il + bello per la moda» Federico Pasqua di Torino.

«Un volto per fotomodella» sul podio a Saint Vincent la quindicenne cuneese Sofia Vicenti

Sofia Vicenti, 15 anni, studentessa di Canale d’Alba (Cuneo), ha vinto ieri sera la finale regionale del concorso di bellezza femminile «Un volto per fotomodella», giunto alla trentaseiesima edizione. L’evento si è svolto ieri sera al pub «Summer» di Saint Vincent nell’ambito della finalissima del concorso di bellezza maschile «Il + bello d’Italia originale dal 1979» di Silvio Fasano.

Una fascia speciale di «Miss tra i + Belli» è stata consegnata a Valentina Verrua, 15 anni di Scurzolengo (Asti). La studentessa parteciperà con Sofia Vicenti alla finalissima del concorso di Fiuggi in programma dal 10 al 12 settembre. Altre ragazze che si sono piazzate al posto d’onore sono: Isabel Bibaj, 15 anni, studentessa di Asti, Francesca Biale, 21 anni, di Trinità (Cuneo).

Ad organizzare l’evento è stata Valentina Carfagna. Le ragazze premiate a Saint Vincent saranno presenti alla prima selezione inaugurale dell’edizione 2021 sulla Riviera Ligure a settembre del concorso maschile di Silvio Fasano.

Tre giorni di festa a Saint Vincent per incoronare “Il + Bello d’Italia”

Tre giorni tra i belli per incoronare quello che diventerà in assoluto il + bello del Belpaese. Saint Vincent in gran spolvero per tre giorni.

Da oggi a domenica è in programma la finale nazionale del concorso “Il + Bello d’Italia”. A darsi battaglia trenta i concorrenti provenienti da tutte le regioni. Si contenderanno l’ambita fascia durante la manifestazione che si svolgerà in piazza Vittorio Veneto rispettando le norme anti Covid-19.

La giuria, tutta al femminile, è guidata da Renata Rivella. Il nome del vincitore assoluto sarà annunciato durante la serata finale di domenica 30 agosto, condotta da Barbara Moris. «Saranno tre giornate – spiega il direttore artistico dell’evento, Ilio Masprone – all’insegna della bellezza al maschile. ‘Il +Bello d’Italia’ è il primo ed unico concorso ufficiale maschile, nato nel 1979 dai fratelli Silvio e Antonio Fasano. I concorrenti si sfideranno tra abiti eleganti e decorosi quanto colorati shorts. Nelle serate ci saranno sorprese anche nel campo della moda e della musica». Lunedì poi è in programma una “parata” davanti al Muretto di Alassio dove è nato un altro concorso storico che si vorrebbe rispolverare.

Porte aperte all’antico Teatro Sacco di Savona

Nuovo appuntamento sabato 29 agosto quando dalle 18 alle 21,30 sarà possibile visitare l’antico Teatro Sacco di Savona che si apre alla città.

L’idea è dell’Associazione Culturale  S.A.C.C.O. che gestisce da oltre 10 anni  il più antico e primo teatro della città di Savona.

In  ottemperanza ai decreti ministeriali inerenti alle misure di contenimento e gestione epidemiologica da covid -19 , da fine febbraio, come tutti i teatri, ha sospeso  le attività artistiche  che erano in programma.  Superata ora questa emergenza , l’Associazione Culturale  S.A.C.C.O. ha deciso di aprire il Teatro alla città per quattro sabati, uno ogni fine mese, l’intento è quello di incontrare  i soci – spettatori e gli amici  che  hanno frequentato e sostenuto  in questi anni un luogo unico della nostra città,  ma al tempo stesso apriamo il Teatro alla cittadinanza che ancora non conosce questa “ bomboniera di fine settecento “ la scoperta di  questo magico e prezioso spazio,  sarà anche l’occasione per conoscere le attività che l’’Associazione  intende far ripartire dal prossimo ottobre.

La visita aperta a tutti  sarà accessibile a  piccoli gruppi mantenendo il distanziamento fisico e rispettando tutte le disposizioni  che la normativa prevede per gli spazi al chiuso
Per   informazioni e  prenotazioni info@teatrosacco.com  331  77  39  633  –  328  65  75 728

Weekend stellare con l’Andora Jazz Festival 2020

Programma ridotto, ma di qualità per l’ottava edizione dell’Andora Jazz Festival organizzato dall’associazione Andorarte con il patrocinio e collaborazione del Comune di Andora il 28 e 29 agosto nei Giardini di Palazzo Tagliaferro (ore 21.30) che assicurano il distanziamento necessario al rispetto delle norme contro la diffusione del Covid-19. L’ingresso è libero con posti contingentati.

Due gli appuntamenti, come sempre di alto livello.Fil rouge delle due serate sarà il sax, presente in entrambi i concerti.

Venerdì 28 agosto aprirà il Festival Paolo Maffi, uno dei più apprezzati sassofnoisti del panorama jazzistico ligure con il suo quartetto.

Sul palco dell’Andora Jazz Festival 2020 la formazione sarà la seguente: Paolo Maffi : sax alto / baritono, Kevin Saura: electric guitar, Alberto Miccichè: electric bass, Nino Zuppardo: drums.

Paolo Maffi, molto ricercato nel contesto della musica jazz,  ha suonato nei più importanti  jazz club e festival jazz nazionali ed internazionali. Tra gli altri ha suonato con : Dado Moroni, Sandro Gibellini, Paul Jeffrey, Roberto Taufic, Raffaello Pareti, Bruno Cesselli, Francesco Petreni, Bruno Lauzi,  Roberto Rossi,  Alessio Menconi,  Aldo Zunino, Riccardo Zegna, Antonio Marangolo, Alberto Mandarini, Waldo Weathers, Luca Colombo, Paola Folli, Bansigu Big band.

Si propone sul palco dell’Andora Jazz Festival con un nuovo progetto: “Electric Sketches” rivisitando periodi musicali con più groove di alcuni tra i più grandi musicisti della storia del jazz  “contemporaneo” che  all’inizio della loro carriera suonarono con Miles Davis o che subirono successivamente l’influenza del Miles ” elettrico” .

Il repertorio del quartetto, è formato da  brani con sonorità funk, nu soul mescolate al jazz, composti da musicisti come Kenny Garrett, George Duke, Freddie Hubbard, Roy Hargrove. Allo stesso tempo non mancano pezzi appartenenti al jazz mainstream rivisitati dal quartetto nell’arrangiamento e nella sonorità .

Il Festival proseguirà sabato 29 agosto quando Andora ospiterà il  Max Gallo – Danilo Pala 4tet con il progetto “Charlie Parker Story”

La serata sarà dedicata al genio sassofonista Charlie Parker, nel centenario della sua nascita. Accanto alla parte musicale ci sarà un integrazione di Narrativa  della vita del Grande Musicista  raccontata dallo scrittore e voce Recitante, Ezio Ostellino.

Sul palco dell’Andora Jazz Festival 2020 la formazione sarà la seguente: Danilo Pala al sax, Max Gallo chitarra, Giorgio Allara contrabbasso, Giorgio Diaferia batteria

Danilo Pala, sassofonista di forte impronta Parkeriana; ha suonato con musicisti di fama internazionale come David Liebman,Mirolas Vitous, Mike Manieri, Andy Gravish

Max Gallo Chitarrista torinese, oggi tra i chitarristi Jazz Mainstream piu apprezzati. Ha collaborato e suonato con alcuni grandi nomi del Jazz Internazionale

Produzione vitivinicola penalizzata dall’emergenza Covid

Come previsto, dopo i buoni dati dei primi mesi dell’anno (soprattutto gennaio e febbraio) solo in parti penalizzati dal Covid, il calo delle esportazioni divino italiano nel mondo colpito dalla Pandemia, ha iniziato a manifestarsi, nero su bianco, mentre in tutto il Belpaese prende piede la vendemmia: nei primi 5 mesi del 2020, le spedizioni si sono fermate a 2,4 miliardi di euro, -4% sullo stesso periodo 2019, secondo i dati Istat analizzati da WineNews.

Tra i principali mercati, tengono, tutto sommato Usa e Germania, entrambi in calo del -0,5%, per un valore, rispettivamente, di 629 e 429 milioni di euro. Va decisamente peggio nel Regno Unito, che accusa un calo del -11,8% per 253 milioni di euro, e in Svizzera, giù del -14,3%, a 138 milioni di euro. In netta controtendenza, invece, il Canada, che vede le importazioni di vino italiano in crescita dell’11,1%, a 140 milioni di euro.

Nuovo aperitivo super glamour sulla terrazza dello Yacht Club di Loano

E’ l’appuntamento del giovedì. Imperdibile in quest’ultimo scorcio del mese d’agosto per chi vuole vivere una serata assaporando la brezza di mare e godere di una vista impagabile sulla Baia di Loano.

Alle 20 di giovedì 27 agosto al ristorante dello yacht club Marina di Loano va in scena l’Apericena del Giovedì una serata di grande fascino che si svolge sulla terrazza del locale che domina non solo sul golfo ma anche sul porto turistico premiato con la Bandiera Blu della Fee.

L’Apericena del Giovedì è un evento programmato fin dall’inizio della stagione estiva dallo staff del ristorante dello yacht club Marina di Loano. 

Messi, è divorzio con il Barcellona

Messi ha chiesto al Barcellona la rescissione unilaterale del contratto. L’argentino ha inviato una comunicazione ufficiale al club catalano, con la quale sostiene la validità della clausola inserita nel suo contratto, che gli consente di rescindere il contratto ogni anno a fine stagione. Secondo Messi, la stagione 2019/2020 è appena conclusa e quindi la validità della clausola è prorogata automaticamente fino al 31 agosto. In attesa della replica del Barcellona, arriva la conferma di Puyol. “Rispetto e ammirazione, Leo. Tutto il mio sostegno, amico”.

La radio spagnola Onda Cero oltre a confermare le indiscrezioni provenienti dall’Argentina ha rilanciato, spiegando l’intenzione dello stesso Messi di non presentarsi ai test previsti nel fine settimana con il Barcellona e agli allenamenti. Per la società catalana è previsto un board d’emergenza per cercare di gestire la situazione. L’argentino è fortemente irritato dalla condotta societaria degli ultimi tempi.

La scelta con il nuovo corso Koeman di tagliare giocatori importanti come Vidal e Suarez non è andata giù a Messi che, a quanto risulta, avrebbe captato la possibilità che nella prossima stagione la dirigenza non riesca a costruire una squadra veramente competitiva per mancanza di fondi. A questo va aggiunto che il fatto che sia uscita la sua frase “mi sento più fuori che dentro al progetto” dopo il colloquio con Koeman, situazione che ha fatto infuriare l’argentino

Nino Graziano Luca conduttore del Premio Letterario Viareggio Rèpaci

L’anchorman Nino Graziano Luca condurrà il 30 agosto, insieme con la giornalista del Tg1 Tiziana Ferrario, la 91^ edizione del “Premio Letterario Internazionale Viareggio Rèpaci”. La serata, si svolgerà alle ore 21 presso la Cittadella del Carnevale di Viareggio alla presenza del Sindaco Giorgio del Ghingaro e del Presidente del Premio Simona Costa.

Tra gli ospiti attesi: la scrittrice Dacia Maraini, la giornalista Natalia Aspesi, l’editore Massimo Bray (già Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo), il medico veterinario Ilaria Capua (in collegamento dagli Stati Uniti), il pittore e scrittore viareggino Sandro Luporini, il diplomatico e Membro dell’Academie Francaise Maurizio Serra.

Si tratta di una nuova e prestigiosa conduzione di un grande evento culturale per Nino Graziano Luca che da sempre è molto stimato per via dell’eleganza nella sua conduzione, il senso del ritmo, l’interesse profondo che determina nel pubblico nel corso delle sue interviste, il suo essere “un regista in campo“.

“Questo Premio – ha detto Nino Graziano Luca – da sempre è un monito contro le dittature ed un incoraggiamento all’intesa tra i popoli, il progresso sociale e la pace. Chi mi conosce sa che in tutte le mie iniziative culturali porto avanti gli stessi concetti, e dunque sono onorato di poterlo condurre insieme alla bravissima giornalista del Tg1 Tiziana Ferrario e desidero ringraziare per questa grande opportunità – il Presidente del Premio Simona Costa, il Dott. Franco Moretti, l’Amministrazione Comunale di Viareggio.

“La storia del Premio Letterario Internazionale Viareggio Rèpaci – ha aggiunto Nino Graziano Luca – ci riconduce al 1929. Alla prima edizione furono presenti Luigi Pirandello e Massimo Bontempelli. Da allora la lista dei vincitori e dei partecipanti è stata sempre di primissimo piano: Umberto Saba, Achille Campanile, Antonio Gramsci, Alberto Moravia, Elio Vittorini, Elsa Morante, Sibilla Aleramo, Carlo Levi, Italo Calvino, Pierpaolo Pasolini, Natalia Ginzburg, Salvatore Quasimodo, Eduardo De Filippo, Giorgio Bassani, Bernardo Bertolucci, Ignazio Buttitta, Mario Luzi, Oriana Fallaci, Alda Merini, Carlo Ginzburg, Sergio Zavoli, Riccardo Muti e quest’anno si arricchirà di altre straordinarie personalità”.

Il commercio di Albenga riparte da “Gallo”, giovedì alle 17 l’inaugurazione

L’appuntamento è per giovedì 27 agosto, dalle 17 alle 20. Giovedì inizia un’avventura con bollicine e assaggi delle specialità che saranno preparate in occasione dell’inaugurazione in piazza Berlinguer di  “Gallo”, la gastronomia, rosticceria e polleria che non c’era. L’attività riapre dopo essere stato chiuso per lavori di manutenzione straordinaria.

E’ un’attività commerciale tutta nuova e rappresenta una svolta importante per Albenga. E’ il segnale della ripartenza tra crisi economica che perdura da anni e lockdown per la pandemia.

Un negozio che apre è una luce sul futuro della città e Gallo con tutto il suo staff è pronto con nuovi stimoli, nuove idee e una vitalità che sicuramente coinvolgerà anche altri imprenditori e commercianti che non pensano a gettare la spugna e quindi arrendersi, ma credono ancora nelle grandi potenzialità di Albenga.

La rosticceria, polleria, gastronomia Gallo si presenta in grande spolvero con le sue specialità culinarie preparate con cura e dedizione. Piatti sempre freschi, originali e all’insegna della tradizione tipica della Liguria. Anche questo è motivo di orgoglio per tenere vive e ben salde le origini di questa terra ricca di storia e di cultura.

 

A Palazzo Reale di Milano in mostra “Georges de La Tour: l’Europa della luce”

A Milano a Palazzo Reale è visitabile fino al 27 settembre la straordinaria mostra Georges de La Tour: l’Europa della luce, riaperta al pubblico il 28 maggio scorso dopo la chiusura dall’8 marzo dovuta all’emergenza sanitaria.

Promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, curata dalla Prof.ssa Francesca Cappelletti e da Thomas Clement Salomon, l’esposizione vanta un comitato scientifico composto da Pierre Rosenberg (già direttore del Louvre), Gail Feigenbaum (direttrice, Getty Research Institute), Annick Lemoine (direttore, Musée Cognacq-Jay).

I 28 musei prestatori da 3 continenti hanno tutti accettato di prorogare il prestito delle 33 opere sino al 27 settembre, permettendo dunque al pubblico di tornare a visitare la mostra, con le misure di sicurezza stabilite dalle autorità governative e regionali.

La prima mostra in Italia dedicata a Georges de La Tour, attraverso mirati confronti tra i capolavori del Maestro francese e quelli di altri grandi del suo tempo – tra cui Gerrit van Honthorst, Paulus Bor, Trophime Bigot – porta una nuova riflessione sulla pittura dal naturale e sulle sperimentazioni luministiche, per affrontare i profondi interrogativi che ancora avvolgono l’opera di questo misterioso artista.

Un’esposizione unica considerato che, come ebbe a sottolineare Roberto Longhi, in Italia non vi è conservata nessuna opera di La Tour e sono circa 40 le opere certamente attribuite al Maestro, di cui in mostra ne sono esposte 15 più una attribuita.

La mostra è aperta dal giovedì alla domenica, dalle 11.00 alle 19.30 con apertura serale il giovedì sino alle 22.30 (ultimo ingresso un’ora prima).

La prenotazione è obbligatoria – anche per le categorie gratuite – presso Vivaticket tel. 02 92897755 o sul sito https://mondomostreskira.vivaticket.it/

È possibile prenotarsi anche poco prima della visita, purché sia rispettata la capienza consentita in ciascuna fascia oraria. Al momento non è possibile prenotare visite per gruppi o scolaresche.
Per chi è già in possesso di prenotazione va richiesto il voucher al sito: https://shop.vivaticket.com/ita/voucher

L’audioguida è inclusa nel biglietto in forma di app da scaricare negli store Apple e Google inserendo il titolo della mostra.

Costa Crociere lavora per una ripartenza responsabile e sicura delle sue vacanze

Costa Crociere continua a lavorare per una ripartenza responsabile e sicura delle sue vacanze, prevista per settembre e, come prima compagnia di crociere, ottiene la certificazione volontaria “Biosafety Trust Certification”, relativa alla prevenzione del rischio biologico a bordo delle navi, da parte del RINA, società di verifica, classificazione e certificazione delle navi con oltre 150 anni di storia.

Il processo di certificazione, svolto attraverso audit, prende in considerazione tutti gli aspetti della vita di bordo, dai servizi alberghieri, alla ristorazione, dal fitness alle aree relax, e delle operazioni a terra, come ad esempio le procedure di imbarco e lo svolgimento delle escursioni, valutando la rispondenza del sistema di ogni nave alle procedure finalizzate alla prevenzione e al controllo delle infezioni.

Per ottenere la certificazione del RINA sono stati creati moduli di formazione specifici per l’equipaggio, nel rigoroso rispetto dei nuovi protocolli sanitari e del relativo sistema di gestione di bordo messo in atto da Costa. Questi programmi di formazione vanno a rafforzare le già robuste procedure introdotte a bordo con il Costa Safety Protocol, il nuovo protocollo sanitario sviluppato da Costa, con il supporto scientifico di esperti indipendenti, in risposta alla situazione COVID-19.

E proprio in base alla situazione epidemiologica e considerato il parere degli esperti, dalla prima partenza di Costa Deliziosa, prevista per il 6 settembre da Trieste, e a seguire su tutte le navi che ritorneranno successivamente operative, la compagnia svolgerà il test diagnostico antigenico con tampone a tutti gli ospiti imbarcanti.

Lo svolgimento del test sarà gestito all’interno delle più ampie procedure di pre-imbarco che sono state definite in base ai protocolli delle autorità sanitarie e del Costa Safety Protocol. L’effettuazione del test antigenico con tampone rapido permetterà di individuare eventuali casi sospetti di virus Sars-Cov-2, che potranno essere sottoposti a un test PCR per le verifiche più approfondite, al fine di stabilire se l’ospite è idoneo a salire a bordo. La compagnia ha anche predisposto per i propri ospiti la possibilità di sottoscrivere una copertura assicurativa dedicata, con servizi specifici in caso di necessità.

Il ritorno delle crociere Costa sarà progressivo e all’insegna della massima sicurezza per ospiti, equipaggi e comunità di destinazione. Per questo la compagnia ha scelto di offrire itinerari solo in Italia, riservati esclusivamente ad ospiti italiani, per le sue crociere di settembre. La prima nave a salpare il 6 settembre sarà Costa Deliziosa, che ogni domenica, sino al 27 settembre, offrirà crociere da Trieste alla scoperta di Bari, Brindisi, Corigliano-Rossano, Siracusa e Catania. Seguirà Costa Diadema, il 19 settembre 2020, che effettuerà una crociera di sette giorni da Genova nel Mediterraneo occidentale, per visitare Civitavecchia/Roma, Napoli, Palermo, Cagliari e La Spezia.