Alassio ricorda Ennio Morricone e veste di bianco il Molo Bestoso

Un omaggio al Maestro Ennio Morricone e un incontro con il Museo Nazionale del Cinema.

Lunedì 3 agosto alle ore 20 una lunga tavolata per 150 ospiti paganti che gusteranno sotto le stelle del Molo Bestoso di Alassio una cena gourmet firmata Ernst Knam e Giampiero Colli. Ma il luccichio delle stelle sarà amplificato dai gioielli Medagliani e dalle bollicine di Cuvage che stapperà il pluripremiato Asti DOCG. “ Cuvage Asti DOCG “Acquesi” è World Champion Sparkling Aromatic. Il famoso concorso internazionale fondato da Tom Stevenson premia un vino dell’azienda piemontese Cuvage con il più alto riconoscimento dedicato alle migliori bollicine aromatiche: orgogliosi di appuntare un’altra stella tra le nostre etichette ci è sembrato il miglior omaggio per una serata sotto le stelle di Alassio sullo storico Molo Bestoso per un’appuntamento così unico come quello di questa edizione.” Andrea Battiloro, Mondo del Vino per Cuvage.

Anche quest’anno saremo orgogliosi sponsor del White Gala Dinner a sostegno del Festival della Cultura di Alassio – dice Ottavia Cova della prestigiosa casa di gioielli Medagliani – durante il quale racconteremo i nostri gioielli, indossati da modelle. Oltre a Damiani, Pasquale Bruni e Mattioli, coglieremo l’occasione della magica atmosfera della serata per introdurre il nostro nuovo brand Venini, inserendolo nel contesto culturale dell’evento come Eccellenza dell’Arte manifatturiera vetraria italiana.” Sarà offerto come premio della serata una speciale creazione Venini “Night in Venice” ribattezzato per il White Gala Dinner con il nome di Night in Alassio.

Non solo glamour il 3 agosto ma anche una presentazione della successiva serata “cinematografica” del 22 agosto in Piazza Partigiani con Stefano Francia di Celle, Direttore di Torino Film Festival e due ospiti d’eccezione quali Daniele Ciprì, regista, sceneggiatore e direttore della fotografia, vincitore del David di Donatello a maggio di quest’anno e l’emergente regista italo egiziano Mohammed Hossameldin, il cui cortometraggio YOUSEF nel 2019 è stato l’unico a rappresentare l’Italia al festival di Clermont-Ferrand, oltre a essere stato nella cinquina dei corti selezionati dal David. In vista dell’appuntamento firmato Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival molto entusiasta dell’iniziativa è Enzo Ghigo, Presidente del Museo Nazionale del Cinema, che dichiara: “Con grande piacere abbiamo accolto la sollecitazione dell’amministrazione di Alassio a promuovere il Museo Nazionale del Cinema e il Torino Film Festival in questa serata che vedrà protagonisti Ciprì e il giovane regista egiziano Hossamledin, dando il via alla serie di Masterclass che caratterizzeranno il TFF. Siamo sicuri che questa iniziativa sarà apprezzata da tutti e noi siamo contenti non solo di veicolare la cultura cinematografica ma nello stesso tempo promuovere il museo e il festival in un luogo di villeggiatura frequentato da molti turisti provenienti dal Piemonte e dalla Lombardia”.

“Sono molto emozionato per l’inizio del progetto Masterclass del TFF parta da due artisti così importanti – sottolinea Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival – che racconteranno la loro formazione, la carriera e i successi. Nel cinema, come in tutte le arti, è la trasmissione del sapere che forma gli artisti di domani, disvelando una rete di creatività innovativa e generosa che è una caratteristica preziosa del vivace sistema produttivo italiano e che il TFF ha il grande piacere di valorizzare con un lavoro prezioso sull’affermazione dei nuovi talenti. Questo primo incontro di Alassio ha due protagonisti fortemente legati tra loro: Daniele Ciprì, grandissimo regista nella sua piena maturità che ha rinnovato il linguaggio del cinema e della televisione e che come direttore della fotografia ha contribuito all’avvio di tante carriere registiche. Tra queste, proprio quella di Mohammed Hossamledin, che è arrivato all’importante traguardo della serie Netflix proprio grazie ad alcuni cortometraggi con la direzione della fotografia di Ciprì”. Il Festival della Cultura che non si ferma neanche quest’anno con la formula principalmente digitale e informale  che culminerà con la 26° edizione  del Premio Alassio centolibri – Un Autore per l’Europa sabato 5 settembre in Piazza Partigiani ad Alassio. Le novità di quest’anno sono  le partnership culturali:  Fondazione Selina Azzoaglio per la parte pittorica, il Circolo dei Lettori di Torino per la letteratura e il TFF, sotto l’egida del Museo del Cinema, per il cinema. “ Vedere il Molo Bestoso ancora una volta illuminato a festa per un evento culturale così importante come il Festival della Cultura rende orgogliosi tutti noi che amiamo Alassio – dice la Consigliera Delegata alla cultura della Città di Alassio Paola Cassarino – soprattutto in un momento così complicato per le città turistiche. In più questo prestigioso sodalizio con il Museo Nazionale del Cinema e il Torino Film Festival impreziosisce e arricchisce ulteriormente il programma già variegato del Premio con i 5 finalisti e i 5 pittori abbinati.

La serata sarà anche occasione di charity per la Croce Bianca di Alassio “progetto amici animali” con un corner dedicato a offerta libera.