A Bergeggi é snorkeling mania

Un cono di roccia calcarea, ricoperto da macchia mediterranea. Un viaggio nel mondo sommerso in una delle zone più suggestive del Ponente Ligure: i fondali di coralligeno e praterie di Posidonia Oceanica, l’area costiera delle falesie ricche di grotte e piccole insenature diventano meta ideale, durante l’estate, delle escursioni subacquee e centro interessante per l’attività di snorkeling. Il percorso è nell’Area Marina Protetta Isola di Bergeggi, uno scrigno di biodiversità, storia e leggenda. È’ possibile nuotare a pelo d’acqua con maschera e pinne accompagnati alla scoperta di un mondo nascosto, variopinto e ricco di vita. Durante le immersioni si possono vedere pesci, molluschi, crostacei, spugne, alghe dalle svariate forme e colori, stelle marine. Un’emozionante avventura alla portata di tutti. Sarà davvero una bella esperienza immergersi a osservare questi fondali. Ci sono ampie distese di Posidonia oceanica e tratti rocciosi con formazioni di corallo. L’area è suddivisa in quattro sotto siti, tre dei quali di estendono fra Spotorno e Bergeggi. Sulla costa invece ci sono le falesie da osservare, poiché sono ricche di grotte e piccole insenature. Sarà molto facile imbattersi in branchi di pesci, molluschi, crostacei, spugne, alghe dalle svariate forme e colori e persino in stelle marine, di certo i bambini ne sarebbero felici. Oltre ai fondali non si può perdere l’osservazione dell’area intorno all’isola di Bergeggi, che dista duecentocinquanta metri dalla spiaggia. In realtà si tratta di un cono di roccia alto cinquantatré metri, ricoperto di macchia mediterranea e caratterizzato da una costa con grotte e insenature, calette sabbiose e falesie a picco sul mare. Anche qui, nei fondali, il corallo si alterna alle praterie di Posidonia. Più che uno sport è un’attività rilassante e divertente, soprattutto se fatta in momenti in cui il mare è calmo. Possono farla anche i bambini, accompagnati da un adulto naturalmente. Se preferite potete affidarvi agli esperti, vi accompagneranno nelle esplorazioni, all’isola di Bergeggi, alle falesie di Torre del Mare e alla Grotta Marina. Si raggiunge l’Isola con una comoda imbarcazione partendo da Porto Vado tutti i martedì e giovedì Con partenza alle 14. È indispensabile la prenotazione online o telefonica. Prenotazioni online su www.prolocobergeggi.it Ulteriori info Ufficio Iat Bergeggi 375 5663682 oppure Pro Loco 019 859777. Età minima richiesta: 8 anni. Costo: € 30 a persona, bambini da 8 a 12 anni € 25. Per la valorizzazione dell’Area Marina Protetta (Amp) “Isola di Bergeggi”, tra l’altro, è nato un progetto in collaborazione con Worldrise Onlus e Università Cattolica del Sacro Cuore. L’iniziativa riguarda la conservazione e l’innovazione dei servizi ecosistemici caratterizzanti le Amp, con particolare attenzione alla tutela della biodiversità marina. Il tema dei servizi ecosistemici è uno dei principali obiettivi della strategia nazionale per la tutela della biodiversità ma, in particolare, un tema di opportunità economica per i territori. La ricerca scientifica socio-economica segue le orme del progetto Full Immersion Amp di Worldrise Onlus (www.worldrise.org) ed ha come obiettivo quello di indagare, attraverso questionari, il valore e la percezione che i cittadini locali, turisti e subacquei attribuiscono Amp ‘Isola di Bergeggi’, quantificando così i servizi ecosistemici e stimando un possibile valore economico totale che i diversi fruitori associano alla biodiversità marina e ai suoi benefici. L’Area Marina Protetta Isola di Bergeggi è stata istituita con decreto del Ministero dell’Ambiente nel 2007 e da allora l’area si è ripopolata molto e continua a farlo. Il pesce, che iniziava a scarseggiare, ora è tornato e l’ambiente regala sempre forti emozioni. Con il progetto vengono individuate le modalità per fornire un valore alla natura e viene sviluppata una valutazione sulla conservazione dell’AMP, attraverso un‘indagine basata sul metodo ‘Willingness to pay’, che tenga conto di risorse, sistemi naturali, loro servizi e benefici.