La cura del prato in estate, i consigli degli esperti per mantenerlo sempre in ordine

La cura del prato, soprattutto nel periodo estivo, è una delle pratiche più importanti. La crescita è veloce e non vi è ancora lo stress dato dalla calura e dalla siccità tipicamente estive. Certo molto dipende dalle condizioni iniziali, dalla variabilità climatica. Essenziali sono sicuramente la concimazione, l’irrigazione e il taglio del prato.

I giardinieri dei Vivai Montina di Cisano sul Neva sono sempre pronti a dispensare consigli per poter assicurare una perfetta manutenzione ordinaria del prato. Un intervento senza dubbio importante perché sostiene la crescita, ma è utile anche perchè aiuta le radici a svilupparsi ulteriormente, rendendo il prato più resistente alla siccità futura e a problemi crittogamici.

E’ anche favorita la colorazione verde scuro, di grande impatto e piacevolezza. La quantità e tipo di prodotto dovrebbero essere scelti in base alla composizione del terreno e tenendo ben presente le essenze che compongono il prato. Secondo gli esperti è importante alzare l’altezza di taglio a 5 / 6 cm. Durante il giorno le foglie assorbono dall’aria anidride carbonica che viene trasformata in zuccheri e nutrimento della pianta.

Tagliare basso diminuisce la capacità di scambio gassoso e di trasformazione dell’anidride carbonica in zuccheri diminuendo efficienza ed aumentando gli stress. Inoltre, lasciare il prato più alto, lo rende più capace di competere contro le infestanti, togliendo loro spazio e luce.  Altro consiglio: è bene evitare  l’irrigazione notturna; il ristagno idrico notturno favorisce le malattie. Niente acqua nemmeno nelle ore più calde: a prescindere che l’acqua evapora velocemente, si rischia lo shock termico e l’effetto lente solare che potrebbe bruciare il prato.