Il Barcellona non dovrà pagare all’ex attaccante Neymar un bonus di 43,6 milioni

Il Barcellona non dovrà pagare all’ex attaccante Neymar un bonus di 43,6 milioni di euro alla firma del rinnovo del contratto. Lo ha deciso un tribunale spagnolo e a rilanciare la notizia è stata l’Adnkronos. L’attaccante del Paris Saint-Germain voleva che i catalani pagassero i soldi che credeva fossero dovuti dal rinnovo del contratto nell’ottobre 2016, prima di partire per la Francia l’estate successiva. Tuttavia, il tribunale ha deciso che Neymar, che si era unito al Psg per una cifra record di 222 milioni di euro, dovrà pagare al Barcellona 6,7 ​​milioni di euro.

“L’FC Barcelona esprime soddisfazione per il verdetto annunciato oggi dal Social Court 15 a Barcellona in relazione alla causa che ha coinvolto l’FC Barcelona e il giocatore Neymar Jr in merito all’importo del bonus di firma al rinnovo del contratto del giocatore”, ha dichiarato il club in una nota. “La sentenza ha respinto integralmente la richiesta del giocatore per il pagamento di 43,6 milioni di euro e ha accettato gran parte della difesa presentata dall’FC Barcelona, ​​a seguito della quale il giocatore deve restituire 6,7 milioni di euro al club. Poiché il rappresentante del giocatore ha il diritto di presentare ricorso contro questa decisione, il club deve continuare a difendere con fervore i propri interessi legittimi”.