Con Condé Nast Johansens ti viene la voglia di viaggiare

n numero speciale della guida pubblicata da Condé Nast Johansens per sostenere gli hotel che hanno preso – responsabilmente – la difficile decisione di chiudere temporaneamente le attività per proteggere ospiti e dipendenti durante l’emergenza Covid 19. Il numero speciale – diffuso sia in formato cartaceo sia digitale – rientra nella campagna di sostegno “Guardando al futuro” lanciata dalla casa editrice e punta ad ispirare i lettori della guida e del sito web ( www.condenastjohansens.com ) a programmare la prossima vacanza e tornare a viaggiare. La guida cartacea sarà distribuita ad agosto come allegato di Vogue Gran Bretagna.

“In questa nuova situazione gli hotel dovranno adattare alla nuova realtà i loro modelli di business, oltre a modificare processi e procedure per aderire alle nuove linee guida del governo in materia di salute e sicurezza – commenta Charlotte Evans, publishing director della Condé Nast Johansens e da otto anni alla uida del gruppo – Condé Nast Johansens confida che tutti gli hotel rispetteranno le regole per il bene comune. Gli hotel disponibili a nuovi modi di operare che continueranno a commercializzarsi avranno maggior possibilità di uscire più forti da questa situazione. I viaggiatori cercheranno, d’altra parte, rassicurazioni sia dalle destinazioni che dagli hotel scelti, come è emerso anche dal recente sondaggio da noi effettuato. Gli alberghi dovranno ispirare fiducia ai loro ospiti garantendo le esperienze del lusso a cui sono abituati. L’uso della nuova tecnologia in questo caso potrebbe rivelarsi molto utile”.

“Tramite il sito di Condé Nast Johansens gli utenti possono cercare il loro hotel ideale ed ottenere informazioni aggiornate connettendosi direttamente al suo sito – prosegue Evans – Iniziando a pianificare il loro prossimo viaggio, raccomandiamo agli utenti della nostra Guida cartacea e del nostro sito di verificare le date di riapertura, l’applicazione delle linee guida sulla sicurezza e le politiche di prenotazione e cancellazione degli alberghi. Condé Nast Johansens da sempre supporta ed ispira i lettori con i suoi consigli sugli hotel dove soggiornare e anche in questo difficile momento ha continuato a farlo. Abbiamo lanciato una campagna di sostegno chiamata ‘Guardando al futuro’ in formato cartaceo e digitale, con suggerimenti per aiutare gli hotel sulla strada della ripresa, per mantenere la nostra guida e i visitatori del sito aggiornati e per ispirarli appena potranno tornare nuovamente a viaggiare”.

Il sondaggio che Condé Nast Johansens ha lanciato interpellando i suoi 62.000 lettori in tutto il mondo era incentrato su 3 tematiche principali: Piani di viaggio futuri, preferenze di alloggio, aspettative di sicurezza COVID-19dell’hotel. Dai risultati ottenuti sono emersi diversi elementi che serviranno da linee guida anche agli albergatori affinché possano accogliere i propri ospiti nel migliore dei modi assicurando loro un soggiorno in completa sicurezza. Dopo il proprio paese di residenza, che è la prima scelta, l’Italia e la Spagna sono le destinazioni preferite dove tornare a breve. Visto l’approssimarsi della stagione estiva, le località di mare rimangono le più gettonate e sono soprattutto le coppie che torneranno a viaggiare prima di famiglie e single.

Sarà fondamentale quest’anno garantire agli ospiti tutte le misure di sicurezza sanitarie che possano far sentire al sicuro gli ospiti. Dal sondaggio è emerso infatti che ben il 77% degli intervistati trova indispensabile per prenotare un hotel che la struttura dichiari (sul sito, nella prenotazione e alla Reception) di rispettare le linee guida sanitarie e sul distanziamento sociale imposte dal proprio governo. Il 50% dei lettori chiede che oltre alla pulizia giornaliera vengano sanificati anche alcuni oggetti in particolare: interruttori della luce, chiavi magnetiche, controllo TV, maniglie delle porte/armadi.

A causa della pandemia, molti hotel stanno valutando come utilizzare la tecnologia per migliorare la sicurezza degli ospiti. Ad esempio alcuni hotel stanno investendo in app mobili per attività come il check-in in camera, per evitare il check-in presso la Reception. Infatti il 60% degli intervistati vorrebbe che gli hotel offrissero questo tipo di soluzioni tramite app mobile. Come tipologia di struttura, il boutique hotel rimane il preferito, ma a causa del particolare momento che stiamo vivendo, le ville private risultano la terza opzione dopo gli hotel di lusso. La scelta dell’hotel è legata a 5 elementi principali: destinazione, costo del soggiorno, costo del viaggio, flessibilità nella prenotazione e nella cancellazione e offerte proposte dall’hotel. Oltre a questi, ulteriori aspetti che vengono ritenuti fondamentali sono: la vicinanza al mare, la qualità del cibo e del vino, l’eccellenza del servizio, stelle/valutazioni/premi e reputazione dell’hotel.

E’ importante ricordare inoltre che Condé Nast Johansens pone la sostenibilità al centro della propria attività. Condé Nast opera in 31 mercati e i suoi marchi influenti interagiscono con centinaia di milioni di persone e possono essere d’esempio alle comunità di tutto il mondo. La strategia per la sostenibilità su base quinquennale di Condé Nast (2020-2025) prevede impegni aziendali specifici incentrati sulla riduzione delle emissioni, il coinvolgimento dei fornitori, l’utilizzo di materiali più sostenibili e la lotta al cambiamento climatico. Le guide Condé Nast Johansens sono stampate su carta a base di fibra di legno riciclabile, proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e da fonti controllate. I mulini che la producono operano secondo i più elevati standard ambientali, sanitari e di sicurezza.