Fratelli Carli ha scelto di diventare “Società Benefit”

Fratelli Carli, azienda olearia ligure che dal 1911 vende per corrispondenza e consegna a domicilio i propri prodotti in Italia e all’estero, già certificata da sei anni “B Corporation”, ha da quest’anno modificato il proprio statuto per diventare anche “Società Benefit”. Le Società Benefit, introdotte in Italia nel 2016, sono aziende che hanno scelto un innovativo status giuridico che consente di consolidare la propria identità e la propria visione sostenibile nel lungo termine.

In questo modo Fratelli Carli vede riconosciuto, anche secondo l’ordinamento giuridico italiano, il suo modo di fare impresa, che coniuga la ricerca del profitto con il raggiungimento degli obiettivi di beneficio comune che da sempre si è prefissata e che sono stati appunto esplicitati all’interno del proprio statuto.

Fratelli Carli, interamente controllata dalla famiglia fondatrice, oggi alla IV generazione, conta oltre 300 dipendenti, 140 automezzi per le consegne, oltre 1 milione di clienti nel mondo e 15 Empori in Italia, è da sempre attenta al valore che crea per la società e per l’ambiente.

Già dal 2014, infatti, Fratelli Carli ha ottenuto, come prima realtà produttiva in Italia, la prestigiosa certificazione americana “B Corporation” e oggi, per il sesto anno consecutivo, ne vanta la conferma.

Le B Corporation, anche dette B Corp, operano per massimizzare il proprio impatto positivo verso ambiente, dipendenti, comunità in cui operano, all’insegna di un’innovazione sostenibile. Si tratta di una comunità in rapida crescita anche in Italia che conta già 100 aziende in 22 diversi settori, guidate da un unico obiettivo: definire “un nuovo modo di fare impresa” che vada oltre il profitto e che diventi una forza di rigenerazione della società e della natura.

Il certificato B Corp è rilasciato dall’ente B Lab a quelle aziende che, sottoponendosi ad un rigoroso protocollo di valutazione chiamato B Impact Assessment (BIA), risultano avere alti standard sociali e ambientali.

Fratelli Carli quest’anno ha raggiunto i 98 punti (per certificarsi bisogna raggiungere la soglia minima di 80), a riconoscimento del serio e costante impegno messo in campo quotidianamente nel suo percorso di innovazione sostenibile.

La rigorosità dell’Assessment della B Corp ha fatto sì che anche le Nazioni Unite lo abbiano scelto come strumento di misurazione dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, inseriti nell’Agenda 2030.

Così commenta Claudia Carli, brand marketing manager di Fratelli Carli, che rappresenta la IV generazione della famiglia di imprenditori: “Il passaggio a Società Benefit conferma un lungo percorso orientato al rispetto delle risorse umane e ambientali, che già il mio bisnonno riteneva imprescindibile. Nel nostro DNA abbiamo da sempre il valore della sostenibilità e abbiamo sempre operato in quest’ottica. Diventare Società Benefit ci ha permesso di tradurre in termini giuridici i comportamenti virtuosi che contraddistinguono il nostro modo di lavorare. Pensiamo che mai come in questo periodo la nostra scelta possa avere un valore ancor più importante nei confronti del Pianeta che ci ospita”.