Tre candidati per il miglior film nella sessantesima edizione del Globo d’oro

Sono tre i candidati per il miglior film nella sessantesima edizione del Globo d’oro, il premio conferito dall’Associazione della Stampa Estera in Italia. Si tratta di un anniversario importante che coincide con i festeggiamenti del centenario dalla nascita di Alberto Sordi e Federico Fellini, e infatti il Globo d’Oro alla carriera quest’anno è stato assegnato a Sandra Milo, che ha esordito proprio accanto a Sordi ne “Lo scapolo,” ed è stata interprete di decine di film, tra cui anche “8 ½” e “Giulietta degli spiriti” di Fellini.

In corsa per il Globo per la migliore regia quest’anno ci sono Giorgio Diritti per “Volevo nascondermi”, Matteo Garrone per “Pinocchio” e Damiano e Fabio D’Innocenzo per “Favolacce”. La migliore opera prima è stata già decisa, invece, è “Picciridda” di Paolo Licata. Tre sono le candidate per il premio di migliore attrice: Paola Lavini per “Volevo nascondermi”, Marta Castiglia per “Picciridda” e Valeria Bruni Tedeschi per “Aspromonte, la terra degli ultimi”. In corsa per il premio per migliore attore c’è naturalmente Elio Germano per “Volevo nascondermi”, Luca Marinelli per “Martin Eden” e Pierfrancesco Favino per “Hammamet”.

L’associazione stampa estera assegnerà, tra gli altri, il Gran Premio della Stampa Estera a Carlo Poggioli, costumista di fama mondiale. Per la prima volta, invece, verrà attribuito un premio per la categoria “miglior commedia”: a contenderselo ci sono “Tolo Tolo” diretto e interpretato da Luca Medici, in arte Checco Zalone, “Odio l’estate” con il trio Aldo Giovanni e Giacomo guidati da Massimo Venier e “7 ore per farti innamorare “con protagonista Giampaolo Morelli che ne firma anche la regia. Quest’anno non ci sarà la tradizionale cerimonia di premiazione ma la consegna verrà trasmessa al pubblico il 15 luglio sul sito del Globo d’Oro.