Gli italiani in vacanza sceglieranno una meta vicino a casa

Nonostante il via libera agli spostamenti, su tutto il territorio nazionale e all’estero, 1 italiano su 4 (25%) che andrà in vacanza nell’estate 2020 ha scelto una meta vicino casa, sotto la spinta dell’emergenza Coronavirus. Il ritorno alla vacanza a km zero rappresenta una grande speranza per il turismo Ligure, che era in crescita prima dell’inizio della pandemia, arrivando a registrare un incremento del 13% degli arrivi italiani per il mese di febbraio 2020.

È come commenta Coldiretti Liguria (su base sati Osservatorio turistico regionale 2020) l’indagine Coldiretti/Ixè per la presentazione del rapporto “Piccoli comuni e cammini d’Italia” della Fondazione Symbola con Ifel. La scelta di una vacanza più locale, che non comporta grandi spostamenti, coinvolge una fetta importante di popolazione da nord a sud della Penisola dove, accanto ad arte, tradizione, cultura e storia, la scoperta del cibo e del vino locali sono il vero valore aggiunto delle vacanze, con circa 1/3 del budget destinato proprio all’alimentazione.

“La nostra regione – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – è da sempre una meta prediletta da turisti italiani, soprattutto lombardi e piemontesi, per la diversificazione dell’offerta presente, che permette di accontentare le esigenze di ogni tipologia di turismo, balneare, culturale, sportivo-escursionistico ed enogastronomico. Purtroppo la pandemia ha assestato un duro colpo a questo settore e a tutti quei comparti, agricoli ed ittico in primis, che trovano in alberghi, bar, ristoranti un canale di mercato fondamentale. È quindi importante che si rimetta in moto questa potente macchina trainata, oltre che dalle bellezze paesaggistiche della nostra regione, anche dalle peculiarità enogastronomiche e dalle produzioni tipiche, un patrimonio conservato nel tempo dalle imprese agricole con un impegno quotidiano per assicurare la salvaguardia delle colture agricole storiche, la tutela del territorio dal dissesto idrogeologico e il mantenimento delle tradizioni alimentari. Inoltre riscoprire la nostra campagna, attraverso le aziende agricole presenti e gli agriturismi Campagna Amica Liguria, è un modo per passare le proprie vacanze in tranquillità immersi nella natura alleggerendo inoltre gli affollamenti nei luoghi turistici più battuti, dal mare e nelle città d’arte”.