Emergenza ambientale al Circolo Polare Artico fotografata dallo Spazio

Emergenza ambientale al Circolo Polare Artico. A seguito di un incidente verificatosi in una centrale elettrica circa 20.000 tonnellate di gasolio si sono riversate in un fiume in Siberia.

Le immagini catturate dalla missione Copernicus Sentinel-2 dell’Esa mostrano l’entità della fuoriuscita che si è verificata il 29 maggio in seguito al cedimento di un serbatoio di carburante in una centrale elettrica vicino a Norilsk, gestito da una filiale di Norilsk Nickel.

Il ritardo nel dare l’allarme ha consentito al gasolio – identificabile in rosso cremisi nelle immagini satellitari sia del 31 maggio che del primo giugno – di spostarsi a circa 12 km dal luogo dell’incidente lungo il fiume Ambarnaya che sfocia nel lago Pyasino, un grande specchio d’acqua e sorgente del fiume Pyasina.