Profuma e purifica l’aria in modo naturale è la siepe anti Covid

Profuma e purifica l’aria in modo naturale. I fiori sono certamente meglio del plexiglass. Rendono l’ambiente ancora più bello e interessante. Ad assicurare il distanziamento sociale, croce e delizia per ristoratori e baristi è la siepe anti covid. Spalliere di piante mediterranee con l’obiettivo di conciliare le nuove regole per la tutela della salute con il bello e piante come l’ulivo, il mirto o il gelsomino sono alcune delle alternative che ben si adattano a questo scopo per separare tavoli. una bella idea che può essere adottata anche a casa per abbellire terrazzi e giardini.

Siepi con diverse varietà di piante e fiori differenziati per altezza e dimensioni possono essere realizzati senza alcuna difficoltà, basta ovviamente rivolgersi a specialisti del florovivaismo. «Le siepi anti covid – racconta Paola Montina, titolare degli omonimi vivai a Cisano sul Neva – sono effettivamente una bella trovata, sicuramente meno gelidi del plexiglass».

Di facile installazione le siepi garantiscono una fioritura che segna l’intera stagione estiva, ma soprattutto assicurano la corretta separazione di tavoli e al tempo stesso delimitano i confini tra i commensali. Una bella trovata che tra l’altro viene anche sostenuta con forza dalla Coldiretti nazionale. La capacità di innovazione è la dimostrazione della grande forza di reazione del settore florovivaistico che è stato tra i più colpiti dall’emergenza Coronavirus.