Arriva il caldo inizia la caccia ai climatizzatori

 Con i primi caldi, ed in previsione di una stagione estiva tutta da programmare tra ferie e vacanze ancora incerte, è cresciuta l’attenzione degli italiani per climatizzatori e impianti d’aria condizionata. Complice anche la recente notizia dell’introduzione dell’Ecobonus previsto nel Decreto Rilancio, che dovrebbe garantire un rimborso fino al 110% della spesa sostenuta in caso di lavori effettuati all’interno delle proprie abitazioni, gli Italiani si sono dedicati alla ricerca di nuovi prodotti per assicurarsi un’estate più fresca.

A rilevarlo l’Osservatorio Climatizzazione di Trovaprezzi.it, il comparatore di prezzi online leader in Italia, che ha analizzato l’andamento delle ricerche sul web relative ai prodotti per la climatizzazione e il trattamento dell’aria nelle ultime settimane.

Dall’analisi di Trovaprezzi.it emerge che nel periodo 9 marzo-12 aprile – in pieno lockdown – la categoria Climatizzazione ha rilevato un calo d’interesse rispetto alle stesse settimane del 2019 registrando solo 263mila ricerche (-48%), nonostante la stagionalità dei prodotti. Durante la pandemia, infatti, l’interesse era rivolto ai prodotti di prima necessità come dispositivi di protezione individuale, prodotti per l’igiene e generi alimentari.

A partire dal 13 aprile si osserva un’inversione di tendenza: crescono le ricerche (107mila nella settimana fino al 19 aprile con +41% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e inizia un trend positivo che prosegue nelle 4 settimane successive. Gli italiani cominciano ad attrezzarsi per affrontare l’estate in città, in quanto saranno in molti a proseguire lo smartworking anche durante i mesi più caldi. I valori massimi di interesse vengono raggiunti nelle settimane 4-10 e 11-17 maggio con +113% e +169% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Il trattamento aria non comprende più solo i classici ventilatori o i più moderni ventilatori refrigeranti, ma include oggi anche un’ampia gamma di prodotti innovativi come i purificatori e i sanificatori. Analizzando la categoria Trattamento Aria tra il 17 febbraio e il 17 maggio, si nota una crescita costante di interesse in tutta Italia con oltre 150mila ricerche sul sito (+137% rispetto a quelle del 2019). L’incremento maggiore (+1090%) è stato registrato in Trentino Alto-Adige tra il 4 e il 10 maggio, ma anche la Calabria si è dimostrata molto attiva nella stessa settimana (+779%). Durante i sette giorni successivi emergono incrementi elevati anche in Sicilia (+670%), Campania (+561%) ed Emilia-Romagna (+548%).

Quali sono i prodotti più ricercati?

Tra i climatizzatori, oltre ai classici apparecchi dotati di motore esterno e split, hanno riscosso successo i condizionatori portatili e gli innovativi modelli senza unità esterna. Si tratta di soluzioni più adatte ad appartamenti piccoli o ubicati nei centri storici e in zone in cui le normative architettoniche limitano gli interventi alle facciate condominiali. Molti, sia privati che proprietari di attività commerciali, si stanno anche adoperando per installare sistemi di purificazione degli ambienti con generatori di ozono (oltre 10mila le ricerche dal 20 aprile al 17 maggio).