La scoperta: ritrovate 74 pagine di Gabriele D’Annunzio

Ritrovate 74 pagine autografe inedite del primo e più famoso romanzo di Gabriele d’Annunzio (1863-1938), “Il Piacere”.

Prove di scrittura di brani in gran parte non confluiti nella stesura definitiva pubblicata a stampa nel 1889, ma anche di appunti, scartafacci ed elenchi di parole. L’annuncio del ritrovamento viene dato da Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, la casa-museo del Vate sul lago di Garda, con un testo che introduce il volume numero 13 della collana “L’officina del Vittoriale” (Silvana Editoriale) e rilanciate da Adnkronos.

Il fascicolo dal titolo “Che grande e superbo artista voi siete!’ Prove di stesura del Piacere” contiene i saggi di Daniela Garofalo e Niva Lorenzini, che hanno studiato le carte finora sconosciute. I fogli manoscritti inediti sono stati ritrovati recentemente da un collezionista privato, che per ora resta anonimo, e provengono dai discendenti dell’illustre artista abruzzese Francesco Paolo Michetti (1851-1929), di cui d’Annunzio fu ospite, dal 1880, nelle due residenze di Francavilla al Mare.