Il rugby più forte del Covid, in Nuova Zelanda un torneo per ripartire

A rilanciare la notizia è il portale Tuttomercatoweb: in Nuova Zelanda il rugby è pronto a ripartire, anche se a porte chiuse e con una competizione ridotta rispetto al solito.

La Federazione del paese oceanico ha infatti deciso di ideare il Super Rugby Aotearoa, un mini campionato in cui parteciperanno cinque squadre del Super Rugby – la competizione che vede impegnate le squadre dell’emisfero australe (Australia, Sudafrica, Argentina e appunto Nuova Zelanda) oltre al Giappone – che attualmente è fermo vista l’impossibilità di trasferte intercontinentali.

Il torneo si disputerà, a porte chiuse, da metà giugno a metà luglio e sarà seguito con molta attenzione dall’Europa per capire se si potrà sulla falsariga ripartire con le competizioni nazionali (Premiership inglese e top 14 francese su tutte) e con quella continentale del Guinness Pro 14 magari con una serie di derby nazionali per decidere le semifinaliste che potrebbero giocarsi il titolo in agosto quando, ci si augura, l’emergenza sarà alle spalle.