La stazione radio di Guglielmo Marconi tra i “Luoghi del cuore” Fai 2020

La Stazione Radiotelegrafica Guglielmo Marconi, opera di alta ingegneria inaugurata nel 1911 alla presenza del celebre e omonimo inventore italiano, chiamato da Re Vittorio Emanuele III per proseguire in Italia gli studi che stava conducendo in Cornovaglia è tra i “Luoghi del cuore” del Fai.

La Palazzina Marconi, costruita nella frazione di Coltano, fu capace di riassumere nelle sue architetture sia la funzionalità che la monumentalità necessarie per l’epoca. Il Centro fino al 1940 fu regolarmente attivo e utilizzato per comunicazioni in tutto il mondo. I primi segnali inviati dalla stazione Marconi raggiunsero il Canada e l’Eritrea; sempre qui fu ricevuto l’SOS del Titanic e, nel 1931, partì proprio da Coltano il segnale che accendeva le luci del Cristo Redentore a Rio de Janeiro. Sfortunatamente, durante la Seconda Guerra Mondiale, le antenne furono completamente distrutte e mai più ripristinate. La struttura è di proprietà demaniale e ha avuto il riconoscimento di bene di valore storico ambientale.

Anche il noto archeologo Salvatore Settis si è attivato per sollecitarne il restauro, è un luogo bellissimo, ma straordinariamente trascurato nel quale stanno insieme natura, cultura e, grazie a Marconi, tecnologia. Andrebbe recuperato e reso visitabile per restituirlo alla collettività.