Due panda giganti tornano in Cina, allo zoo in Canada manca il bambù

Anche i panda non sono immuni dalle interruzioni della catena di approvvigionamento a causa del Covid-19. La Bbc rende noto che lo zoo di Calgary sta riportando in Cina due panda giganti anni prima del previsto a causa di problemi nell’ottenere bambù, delle cui foglie si nutre questa specie protetta.

A causa dei voli cancellati e dei ritardi nelle spedizioni di bambù (che cresce in Asia) in Canada, lo zoo ha deciso che i due panda – la femmina Er Shun e il maschio Da Mao – sarebbero stati meglio in Cina, dove abbondano le forniture di questa pianta.

Una curiosità: la dieta di questi animali è costituita al 99% dal bambù, che consumano in grandi quantità (dai 12 ai 38 chilogrammi) durante buona parte della loro giornata (14 ore al giorno). E quando non mangiano… dormono.