Auguri Stevie Wonder per i tuoi 70 anni di grande soul

Chi non i capolavori come Superstition, For Once In My Life, Isn’t She Lovely, You Are The Sunshine Of My Life, Sir Duke, Master Blaster, I Just Called To Say I Love You. Portano tutti la stessa firma: Stevland Hardaway Morris, ovvero Stevie Wonder. Uno dei “re” indiscussi del soul festeggia 70 anni con i suoi 25 Grammy e oltre 100 milioni di copie venduti

E’ nato il 13 maggio 1950 a Saginaw, Michigan, negli Stati Uniti. Un artista che ha cominciato la sua bellissima carriera già all’età di 11 anni dopo aver firmato un contratto con la Motown, l’etichetta-icona della black music. Assieme a Diana Ross e Michael Jackson, Stevie Wonder è uno dei massimi interpreti di questa rivoluzione.

Il suo talento compositivo – un riuscito miscuglio di istintività soul-funk-r’n’b e scrittura pop, con un uso sempre calibrato dell’elettronica – lo ha portato davvero lontano grazie anche alle sue doti vocali, così come per le eclettiche virtù di multi-strumentista (suona indifferentemente piano, chitarra, basso, batteria, percussioni e armonica a bocca) e per il carisma da profeta della pace e dei diritti dei neri americani.

Un percorso artistico culminato nei suoi capolavori su 33 giri degli anni 70 (Talking Book, Innervisions, Songs In The Key Of Life) ma che ha continuato sempre a sedurre il pubblico, dall’exploit della colonna sonora di The Woman in Red a tutte le performance e collaborazioni che hanno costellato la sua carriera (memorabile, ad esempio, quella con gli Eurythmics per There Must Be An Angel).