Cicloturismo in ascesa, a fine anno avranno pedalato 26 milioni di persone

I dati emergono dal secondo rapporto sul cicloturismo in Italia realizzato da Isnart-Unioncamere e Legambiente: nel 2019 sono stati 20,5 milioni i pernottamenti dei cicloturisti italiani nel 2019. E’ possibile raggiungere i 26 milioni nel 2020.

Altri dati confortanti: la spesa media del cicloturista è 75 euro pro-capite. Nel 2019, il cicloturismo – comprendendo turisti italiani e stranieri – ha generato quasi 55 milioni di pernottamenti, corrispondenti al 6,1% del totale e generando una spesa complessiva di 4,7 miliardi di euro, pari al 5,6% del totale, di cui 3 miliardi generati dalla componente internazionali dei turisti.

Un potenziale enorme, quello della mobilità in bicicletta, che avrà un ruolo fondamentale nell’immediato futuro e che può avere un effetto volano sul settore ciclo-viaggi dalle straordinarie potenzialità in considerazione del contesto paesaggistico e culturale italiano. La bicicletta garantisce inoltre un naturale distanziamento fisico ed adattabilità e versatilità in contesti di qualsiasi tipo ed è particolarmente adatto ad un turismo di prossimità (staycation, vacanza vicino casa).In Italia nel 2019 sono state vendute 1,7 mln di biciclette (3 al minuto), e quasi 2 milioni di italiani la usano come mezzo di trasporto quotidiano.