Dopo sette settimane di lockdown prese d’assalto le spiagge di Barcellona

Dopo sette settimane di lockdown per l’emergenza coronavirus la Spagna allarga le maglie. Via libera a passeggiate, jogging e giri in bicicletta perchè l’esercizio fisico è importante, ma è soggetto a fasce orarie per evitare assembramenti. Preso d’assalto il lungomare di Barcellona, ancora vietato l’accesso alle spiagge.

Nei comuni con più di 5mila abitanti, alle persone di più di 70 anni sono state riservate, per uscire, le fasce orarie dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 20. Dalle sei alle dieci del mattino e dalle otto di sera alle undici sono invece gli spazi per tutti coloro che hanno più di 14 anni. E il pomeriggio è riservato ai bambini accompagnati da un adulto. Sulle spiagge della regione di Cadice sono tornati i surfisti.

Dopo le nove, anche grazie alla giornata di sole primaverile, le strade a Madrid, Barcellona e Valencia, erano affollate, anche se in generale le persone hanno mantenuto le distanze di sicurezza. I contagi di Covid-19 sono aumentati di 1.366 casi da ieri, il numero complessivo di persone che hanno contratto il coronavirus in Spagna è 216.582.