Con la quarantena boom di corsi on line, soprattutto chitarra e lingue

Secondo una ricerca di SEMrush, piattaforma SaaS per la gestione della visibilita’ online la media mensile delle digitazioni sui motori di ricerca nel nostro paese durante il periodo del lockdown, ha fatto risultare un’esponenziale ricerca di corsi di vario genere:  principalmente di corsi di lingua e di chitarra, strumento musicale che sta monopolizzando l’interesse degli utenti.

Le ricerche inerenti ai corsi online di chitarra sono state 7.130. Quella che ha registrato il maggior incremento percentuale e’ stato “corso di chitarra gratis“, che da febbraio a marzo 2020 e’ cresciuto del 700%. Aumenta anche la ricerca di corsi di chitarra per bambini (+240%), evidentemente fatte da genitori alle prese con la ricerca di attivita’ per riempire le giornate dei figli.

Tra i siti di corsi di chitarra che hanno registrato un maggior incremento di visite, ChitarraFacile.com, portale fondato dal chitarrista David Carelse, che insegna a suonare la chitarra con delle videolezioni, secondo i principi della teoria del flusso. Le visite al sito, punto di riferimento in Italia per i corsi di chitarra per principianti, sono aumentate del 169,4%, con un forte interesse sia per i corsi gratuite, sia per quelli a pagamento.

“La musica è da sempre una grande compagna di vita, in grado di colmare vuoti e allontanare la solitudine. Sono moltissimi gli italiani che hanno una chitarra impolverata sul fondo dell’armadio, e questo e’ il momento giusto per tirarla fuori. Imparare a suonare la chitarra in questo periodo aiuta a sentirsi meglio e tiene impegnata la mente. E poi, una volta tornati alla normalita’, ci si potra’ riunire con gli amici, tirar fuori la chitarra e cantare tutti insieme, festeggiando la ritrovata liberta’”, ha detto David Carelse.

Le lingue più studiate in questi giorni, invece, sono inglese, francese, spagnolo e tedesco. Al primo posto per numeri assoluti si classifica la ricerca “corso inglese online”, digitata a marzo 27.100 volte, il 311% in piu’ rispetto a febbraio, mentre quella con la maggior crescita percentuale e’ “corso di spagnolo online” che, sebbene sia stata effettuata “solo” 1.900 volte a marzo, registra un +494%.