Mobilità Urbana Post-Covid, istruzioni per l’uso

A dare risposte concrete è Bikenomist con il Piano Emergenziale per la Mobilità Urbana Post-Covid contenente istruzioni precise per evitare il collasso totale della mobilità urbana.

Un documento di 40 pagine con tanto di schemi per rendere operativi quattro punti strategici: una gestione mirata del trasporto pubblico, la creazione di una Rete di Mobilità di Emergenza per stimolare l’utilizzo di mezzi di trasporto veloci, leggeri e non congestionanti, l’allargamento degli spazi per la pedonalità allo scopo di garantire il distanziamento sociale e la gestione di ZTL e politiche della sosta.

Di fatto è un manuale tecnico con numerose idee per favorire la presenza in sicurezza e con distanziamento fisico degli utenti della mobilità dolce. Soluzioni di facile realizzazione e a basso costo: la creazione di ciclabili emergenziali, ad esempio, costerebbero 8.000 euro al chilometro, vale a dire meno di un milione per 100 km di ciclabili “leggere”.

Leggi qui