Alessandro Borghese: “Un post coronavirus di speranza”

«Io credo e spero che possa essere una piccola scialuppa di salvataggio dal logorio di questi mesi. Il nostro è l’unico popolo che all’ora di pranzo si chiede cosa mangerà a cena e credo ancor più in questo periodo, dove tutti sono diventati cuochi, pasticcieri». Lo dice Alessandro Borghese in una intervista rilasciata a TvZoom.

«È un momento durissimo per tutti, il mio ristorante ha 64 dipendenti in cassa Integrazione – dice ancora il ristoratore diventato famoso in tv – Vedo il sereno all’orizzonte. Ci sarà una voglia matta di tornare a vivere, uscire. Certo, ci sarà un problema con le distanze e le mascherine, ma riusciremo a superarlo. In questi giorni avrei dovuto cominciare a registrare le puntate 2021, con una tappa in Costiera amalfitana».