Insieme possiamo cambiare la tradizione

Fatti nascere e morire appena cuccioli, per diventare ricette. Pressati in lunghi viaggi fra le sbarre dei camion, per raggiungere i macelli di tutta Italia. Le loro madri schiave dell’industria per anni. Il loro latte venduto insieme ai loro corpi per imbandire le tavole pasquali.

Anche quest anno, a Pasqua come negli altri 364 giorni dell’anno, desideriamo lanciare un messaggio di giustizia e di cambiamento.

Le misure di contenimento disposte per fronteggiare il contagio da Covid-19 ci proibiscono oggi di essere in strada, fuori dai mattatoi dove spesso andiamo a testimoniare la sofferenza degli animali e documentare l’ingiustizia di un sistema di produzione alimentare basato sullo sfruttamento e la violenza.

Questa condizione di isolamento e distanziamento sociale non ci permette di essere lì, a denunciare l’esistenza di quei luoghi. Ma non impedisce a quegli stessi luoghi, allevamenti e mattatoi, di continuare a funzionare a pieno regime. Gli agnelli sono tenuti prigionieri nelle stalle di sosta fino a 72 ore, a digiuno, lontani dalle loro madri, aspettando il loro turno per essere macellati.

In questo particolare momento storico, crediamo sia importante incoraggiare e diffondere la possibilità di fare attivismo online. In occasione di Pasqua, abbiamo chiesto ad alcune persone di scattarsi una foto ed inviarcela, aiutandoci a dare al nostro messaggio tanti volti diversi.

Il messaggio è molto semplice.
Le tradizioni possono e devono essere cambiate, chiunque di noi può farlo.

Sempre più persone di ogni provenienza geografica, genere e classe sociale stanno acquisendo consapevolezza sul dramma della sofferenza animale. Sempre più persone si informano e prendono posizione contro un industria basata sulla sofferenza, sta causando enormi danni all’ambiente e distruggendo il pianeta che ci ospita.
La possibilità di un mondo migliore e di un futuro più giusto esiste già.


Esistono i santuari, rifugi per animali liberati dallo sfruttamento dove gli individui liberati vengono accolti per poter trascorrere il resto della loro esistenza lontani da gabbie e catene.
Esistono persone incredibili che gestiscono questi luoghi, attivisti che aiutano questi animali a liberarsi e che se ne prendono cura.
Questa pasqua non finanziare la violenza.
Cambia la tradizione.
Lascia gli animali fuori dal piatto e aiutaci a sostenere i santuari degli animali liberi.

TRATTO DALLA PAGINA DI ANIMAL SAVE ITALIA

https://www.facebook.com/animalsaveitalia/

Se ancora non segui le iniziative di Animal Save Italia metti like alla pagina e condividi i suoi aggiornamenti

Barbara Cibelli

 

Per sostenere il Santuario capra libera tutti:

https://www.facebook.com/Santuario-capra-libera-tutti-1219160394765820/

POSTEPAY NUMERO CARTA 5333171092129416
MASSIMO MANNI CODICE FISCALE: MNNMSM 73B13H 501F
IBAN: IT32T3608105138203448303458
Pay Pal massi.manni@libero.it
Acquistando una di queste magliette aiuti il santuario capra libera tutti per il mantenimento di tutti gli animali presenti nel rifugio.
Puoi sostenerci con un euro al mese qui https://www.teaming.net/santuariocapraliberatutti?lang=it_IT
Per prenotare una maglietta basta cliccare qui: https://worthwearing.org/…/santuario-capra-libera-tutti&utm…

E per chi vuole donare 1 Euro al mese che sembra poco ma per noi fa la differenza vi invitiamo ad iscrivervi al “TEAMING”
https://www.teaming.net/…/c4EJjBh5nwhhoSee2L1VUA8TZNNsDM…/6…