Salta anche Vinitaly di Verona, impatto dirompente nel mondo delle fiere

Neppure Vinitaly è stata risparmiata dall’emergenza Covid. La rassegna del vino in programma dal 18 al 21 aprile è saltata ed è stata posticipata al 2021.

Una decisione presa a malincuore dal Cda di Veronafiere, a causa del perdurare dell’allerta sanitaria. La fiera scaligera, nelle scorse settimane, aveva già deciso di riposizionare a giugno la 54/a edizione di Vinitaly. Adesso arriva il rinvio ufficiale al prossimo anno. Ovviamente slitteranno al 2021 anche le concomitanti Sol&Agrifood ed Enolitech.

La spa veronese ricorda che l’emergenza coronavirus ha avuto un impatto dirompente anche sull’industria fieristica europea. Ad oggi, sottolinea, sono oltre 200 le manifestazioni sottoposte a revisione di calendario, con una perdita complessiva che sfiora i 6 miliardi di euro e 51.400 posti di lavoro a rischio.