Distanza di almeno un metro, ma grazie a Internet possiamo restare vicini anche a centinaia di chilometri

Non si può giustamente più uscire di casa. Gli amici, lontani. Nonni e genitori, non ne parliamo. Ci sentiamo tutti un po’ più soli e spaventati, ma chi l’ha detto che non possiamo comunque baciarci o abbracciarci lo stesso almeno virtualmente?

Con internet si può. “In questi giorni di isolamento – afferma Riccardo Luna, giornalista ed esperto in nuove tecnologie intervistato da Rainews 24 – la rete ci avvicina e soprattutto proprio in questo periodo impariamo meglio a conoscere le nuove tecnologie. I ragazzi studiano con i loro compagni di scuola grazie alle lezioni on line, i nonni possono videochiamare ai nipoti anche lontani”.

Il cambio delle abitudini che ci ha travolto e che continuerà a farlo nelle prossime settimane cambierà anche il nostro modo di approcciarci alla connessione internet e ai servizi che usiamo abitualmente. Il tempo che solitamente molti di noi passano al lavoro verrà trascorso a casa e servizi o programmi che utilizzavamo solo in certi momenti verranno utilizzati con maggiore frequenza e con un numero di accessi simultanei molto più alto.