Milano accelera sulla “Urban food policy pact”

Milano accelera sulla “Urban food policy pact”, il patto internazionale che punta a moltiplicare le buone pratiche per garantire cibo sano e accessibile a tutti. La città della Madonnina  è in prima fila nella lotta agli sprechi alimentari, con l’obiettivo di dimezzarli entro il 2030. È quanto è emerso dal decimo International forum on food and nutrition di Fondazione Barilla. In un anno gli sprechi sono calati del 17 per cento.

Iniziative lodevoli sono state avviate con buoni riscontri: lo sconto (fino al 20 per cento) della tassa sui rifiuti per supermercati e ristoranti che donano le eccedenze ai più bisognosi, ha consentito di recuperare 850 tonnellate di cibo in sei mesi. E la lotta agli sprechi passa anche dalle mense scolastiche, dove pane e frutta che restano nel piatto possono essere portati a casa. “Un modo per educarli, fin da piccoli, a essere consapevoli” , spiega la ricercatrice Ludovica Principato.

Gli “Who” tornano sulla scena con un nuovo album e nel 2020 con un grande tour

Gli Who tornano sulla scena: inizieranno un tour nel Regno Unito accompagnati da un’orchestra di quaranta elementi a partire dalla primavera del 2020. Nel frattempo possiamo conoscere le loro canzoni con il nuovo album “Who” composto da undici tracce è stato registrato principalmente a Londra e Los Angeles durante la primavera e l’estate di quest’anno. La copertina dell’album è stata creata dall’artista pop, Sir Peter Blake, che ha incontrato la band per la prima volta nel 1964 in una registrazione del leggendario show televisivo Ready Steady Go.

Sir Peter aveva già disegnato e contribuito alla copertina dell’album Face Dances nel 1981. I testi delle canzoni trattano vari argomenti tra cui l’incendio alla Grenfell Tower, il furto musicale, la spiritualità, la reincarnazione, il potere della memoria. Roger Daltrey lo considera tra i loro album più potenti: “Penso che abbiamo fatto il nostro miglior album da Quadrophenia nel 1973, Pete è ancora un cantautore favoloso e ha ancora quell’avanguardia”.

“Quasi tutte le canzoni di questo album sono state scritte l’anno scorso, con due sole eccezioni – ha aggiunto Pete Townshend -. Non c’è nessun tema, nessun concetto, nessuna storia, solo una serie di canzoni che io e mio fratello Simon abbiamo scritto per dare a Roger Daltrey la giusta ispirazione per far rendere al meglio la sua voce. Roger ed io siamo entrambi vecchi ormai, quindi ho cercato di stare lontano dal romanticismo e dalla nostalgia, se possibile. Non volevo mettere a disagio nessuno. I ricordi vanno bene, ma alcune canzoni si riferiscono alle cose di oggi”.

Firma della convenzione tra Fiat 500 Club Italia e A2A

Lunedì 9 dicembre alle ore 11 presso il Museo “Dante Giacosa” di Garlenda (SV) si terrà la firma della convezione tra A2A Energia e Fiat 500 Club Italia.

A2A è uno dei primari fornitori di energia elettrica e gas in Italia. La loro filosofia si basa sull’utilizzo di fonti rinnovabili e tecnologie all’avanguardia per la tutela dell’ambiente. In un momento così delicato per il nostro pianeta, il Fiat 500 Club Italia, riferimento principale al mondo per quanto concerne la 500 storica, è lieto di aver trovato un partner serio e professionale, che oltre alla salvaguarda dell’ambiente, ha a cuore il benessere delle famiglie.

Grazie alla convenzione i soci del Club possono usufruire di una notevole agevolazione di cui si parlerà durante la cerimonia di lunedì mattina.

Smau Napoli: due giorni per conoscere, promuovere e dibattere sui temi dell’innovazione

La settima edizione di SMAU Napoli, che si svolgerà presso la Mostra d’Oltremare giovedì 12 e venerdì 13 dicembre, sarà animata da diverse iniziative e potrà contare su un’offerta di innovazione di alcuni grandi player – quali CiscoCBIDeloitteOracleSeewebTIMUnify – operatori che stanno portando avanti iniziative di Open Innovation – quali, Ferrovie dello Stato ItalianeLeonardoQVCSirti – ma anche imprese del territorio, oltre ad una selezione di startup innovative che hanno prodotti e servizi b2b pronti per il mercato. Tra imprenditori e decisori aziendali, amministratori e dirigenti di enti locali, ma anche distretti, aggregati, organismi di ricerca e cluster interessati ad allacciare nuove relazioni con l’ecosistema campano.

Il panorama dell’innovazione campana continua a confermarsi vivacissimo: la Regione Campania è di gran lunga la prima regione del Mezzogiorno, con 852 startup, l’8% in più rispetto allo scorso anno e tra le prime cinque province italiane si posiziona Napoli con 399 startup, con una crescita del 3,8%.

“Smau Napoli è la tappa che consideriamo il luogo adatto per un bilancio – afferma Valeria Fascione, Assessore con delega alle startup, innovazione e internazionalizzazione della Regione Campania – di quanto fatto in un anno per valorizzare e promuovere le eccellenze innovative della Campania. Un anno di lavoro che, attraverso tappe nazionali e internazionali, ha permesso di far conoscere l’offerta di innovazione del nostro ecosistema e al contempo di approfondire la conoscenza di nuovi mercati, il confronto con realtà consolidate o emergenti e l’acquisizione di nuovi contatti e partnership. A Napoli – continua l’assessore Fascione – giocheremo in casa e quindi ci prepariamo ad accogliere sul nostro territorio le realtà più innovative ma soprattutto a mettere in vetrina nell’area espositiva della Campania le soluzioni tecnologiche provenienti da startup, spin off, distretti ad alta tecnologia, incubatori e centri di ricerca. In questi due giorni, inoltre, presenteremo i programmi strategici in ambito finanza e tech transfer, le esperienze di social innovation e faremo un punto sui primi nove mesi di attività della piattaforma di Open Innovation con la testimonianza dei matching realizzati tra big player e innovatori. Tra le novità di quest’anno il focus su Campania Cultura, primo ecosistema digitale per i beni culturali realizzato in Italia. Un esempio di applicazione di strategie innovative a un settore tradizionale come quello della fruizione artistica e turistica. Una risorsa eccezionale a disposizione di studiosi, operatori, startup e innovatori che può generare applicazioni industriali e culturali competitive”.

A queste parole seguono quelle di Pierantonio Macola, Presidente di Smau che afferma: “La Regione Campania sul fronte dell’innovazione ha un ruolo di primaria importanza tra le regioni del Mezzogiorno, un territorio che ha delineato sempre di più la sua geografia nei confronti del rinnovamento. Una regione giovane e dinamica, con molti primati: riunisce attori pubblici e privati per rilanciare, attraverso progettualità concrete, il ruolo della Campania come hub di riferimento dell’ecosistema dell’innovazione e della ricerca in tutto il Sud Italia”. E continua dicendo: “La due giorni di Smau Napoli rappresenta un appuntamento consolidato, assisteremo ad un dibattito aperto su innovazione, tecnologia e internazionalizzazione, grazie a un programma che vedrà alternarsi tra gli attori grandi imprese, cluster tecnologici e importanti player”.

Logistica 4.0, digitale e salute

Questa edizione sarà animata da diverse iniziative e importanti opportunità, anche e soprattutto a livello internazionale. È prevista l’attivazione di un focus dedicato alla Logistica 4.0 che si articolerà nell’organizzazione di un tavolo di lavoro su questo tema e uno Smau Live Show trasmesso anche in streaming live sui canali Smau, che sarà un momento di restituzione dei contenuti emersi nel tavolo a porte chiuse. Tra i partecipanti del tavolo Logistica 4.0: EAV – Ente Autonomo VolturnoFCA GroupFerrovie dello StatoTurkish AirlinesUn tavolo di lavoro invece sarà incentrato sul tema Digitale e Salute, e sarà la prosecuzione di quello organizzato a Smau Milano a fine ottobre in collaborazione con Regione Campania, allo scopo di condividere la strategia di Regione Campania sull’innovazione in ambito Life Science, aprendosi a collaborazioni con soggetti privati che possono trovare sul territorio un luogo di sperimentazione, come dimostra l’arrivo di Merck Group, multinazionale all’avanguardia nel mondo della ricerca sulla fertilità e scienze della vita, che ha annunciato la creazione in Campania di un Fertility Training Center per la formazione di ginecologi ed embriologi provenienti da tutto il mondo e un hub tecnologico, che include tutte le attività di innovazione della divisione Fertility. Tra i partecipanti del tavolo Salute: BayerCluster Lombardo Tecnologie per gli Ambienti di VitaDeloitteIIT – Istituto Italiano TecnologiaLillyMerck SeronoMercedes-BenzPaginemedicheTIMSoresa. Per favorire la conoscenza e lo scambio di esperienze sui temi dell’Open Innovation è previsto il Tavolo degli Innovatori, tra i partecipanti troviamo DedagroupProject AheadSeedUpStartUp Lab – Università VanvitelliTIMZephiro Investments. Non mancherà un focus sulle Smart Communities, con un tavolo di lavoro realizzato in collaborazione con il Cluster Nazionale Smart Communities Tech.

Il 12 dicembre l’appuntamento è con il Demo Day di VulcanicaMente: dal Talento all’impresa 4 – Realoaded. Una pitching session delle startup in uscita dal percorso di validazione della quarta edizione di #VulcanicaMente4R: il programma di scouting, training e mentorship del Comune di Napoli, realizzato tramite il Centro Servizi Incubatore Napoli Est.

Si prosegue nella giornata del 13 dicembre con il Campionato Universitario Makers, il primo torneo italiano di realizzazione di progetti dell’Internet of Things (IoT) del mondo Maker, rivolto a studenti, laureandi e neolaureati STEM, sia triennali sia magistrali. La finale vedrà affrontarsi team provenienti dalle principali Università Italiane coinvolti in una challenge sul tema Impresa 4.0. Il team vincitore potrà visitare Ginevra ma soprattutto il suo prestigioso centro di ricerca, il CERN. In palio anche il Premio Speciale Kaspersky: biglietto per Mosca e visita ai laboratori Kaspersky.

Nella mattinata si continua con l’evento annuale del PON Imprese e Competitività 2014-2020: “Fondi europei occasioni di sviluppo e innovazione”. Il programma si articola in una prima sezione rivolta alla presentazione delle due imprese beneficiarie del Programma vincitrici della seconda edizione del “Premio innovazione Smau – innovare con il PON IC” che avverrà nel corso di uno Smau Live Show a cui seguirà la premiazione, e un secondo momento dedicato al convegno informativo, nel corso del quale verranno presentati gli ambiti di intervento e le realizzazioni in corso del PON IC.

Nel pomeriggio sarà il momento del Premio Smau | Regione Campania, a conclusione del percorso avviato con Regione Campania e Sviluppo Campania, attraverso cui una selezione di startup del territorio ha potuto incontrare imprese e investitori internazionali: due startup, che hanno partecipato alle recenti edizioni di Smau a Berlino e Londra, avranno la possibilità di accedere ad un percorso di accelerazione gratuito di una settimana all’interno di due importanti realtà internazionali, Wayra Telefonica di Londra e GermanTech di Berlino.

Le novità di quest’anno

Potremo conoscere come sarà la città del futuro, con Proxima City, il modello in Lego di smart city realizzato da Oracle, per mostrare in modo concreto come potranno essere le smart city di domani; presidiare i temi di Open Innovation e Smart Communities con Cisco; o incontrare Seeweb, player del cloud sempre impegnato nella promozione di giovani talenti. Si potrà inoltre conoscere l’hub per l’innovazione di Napoli nato dalla collaborazione tra TIM-Cisco: il polo si occupa di far crescere progetti con un particolare focus sui temi industry 4.0, smart city, cyber security, multicloud includendo use case per il 5G e ha l’obiettivo di rafforzare la sinergia fra settore industriale, ecosistema dell’innovazione e mondo accademico. Ma anche la tecnologia Unify, con Circuit, una soluzione nata per collaborare ovunque. È una piattaforma in cui le comunicazioni vocali si integrano con le soluzioni del mondo digitale, creando la base del nuovo Digital Workplace. Totalmente configurabile e con all’attivo già una vasta gamma di servizi. E Sirti, con il progetto Imprenditivity, il bando che è appena terminato, ha messo in moto in un contesto di Open Innovation, tutto il potenziale inespresso della popolazione aziendale, mettendo in contatto le risorse più promettenti con le startup che risultano idonee nel mettere in pratica le migliori proposte progettuali emerse. Il ranking delle startup più interessanti è previsto per il prossimo 28 gennaio. Ma anche Ferrovie dello Stato Italiane che fanno della sostenibilità e dell’innovazione, il tema della nuova challenge per le startup dal titolo Per una mobilità sicura e sostenibile, e che nasce con l’obiettivo di individuare idee e soluzioni innovative sulla mobilità sostenibile. C’è tempo fino al 3 gennaio 2020 per inviare la propria idea. Alla quale si aggiunge la app dei viaggi Nugo, pensata per favorire la mobilità collettiva integrata door to door alternativa all’uso dell’auto privata. L’applicazione propone soluzioni di viaggio che comprendono il trasporto pubblico locale e permette inoltre di acquistare tour turistici e servizi di autonoleggio e di prenotare il parcheggio nelle aree di sosta delle stazioni ferroviarie. Leonardo porta al sud l’hub per l’innovazione tecnologica e presenta l’Aerotech Campus, il centro di Pomigliano d’Arco ospiterà ricercatori, sviluppatori e nuovi team imprenditoriali. La società, conta già oggi su una forte presenza in Campania, e di questo impegno fanno parte anche le collaborazioni con gli atenei locali, per una strategia di Open Innovation che punta allo sviluppo di nuove tecnologie e competenze. Hevolus Innovation invece è specializzata in ricerca e sviluppo di business model innovativi in grado di trasformare i processi e la customer experience, si rivolge al settore retail di qualsiasi industria, come Mondo Camerette, e si occupa di corporate Open Innovation per la multinazionale WürthQVC, con il programma QVC Next si rivolge a startup e piccole/medie imprese emergenti che esprimano, attraverso i loro prodotti, le migliori proposte del Made in Italy. Il percorso si basa su un forte approccio di mentoring da parte dei professionisti di QVC, che fanno crescere ed accompagnano il brand nel lancio del proprio prodotto, è quindi al contempo una piattaforma commerciale ed un vero e proprio acceleratore. Deloitte sarà a Smau Napoli per presentare Officine Innovazione, startup innovativa che fornisce alle imprese clienti servizi di innovation development and management. E l’iniziativa Digita Transformation and Industry Innovation Academy in collaborazione con l’Università di Napoli Federico II e Deloitte Digital. Il progetto avrà lo scopo di fornire a talentuosi e brillanti giovani neolaureati o prossimi alla laurea, gli strumenti per dialogare con quel mondo industriale che sta investendo sempre di più nei temi del digitale e dell’innovazione combinando tematiche quali Industry 4.0 e Trasformazione DigitaleUniparthenope, con l’incubatore di Ateneo PIN Lab, è inoltre impegnata a diffondere una cultura imprenditoriale, ricoprendo un ruolo nevralgico nella sua prestigiosa sede di Villa Doria D’Angri ospitando attività di spin-off, start-up e consorzi proponendosi come ecosistema virtuoso a supporto delle iniziative.

Le startup presenti

15 le startup presenti e 5 i soggetti intermedi campani selezionati per partecipare all’evento. Molte le proposte a disposizione delle imprese, che, sempre più spesso cercano in questi nuovi attori, i partner per i propri progetti di innovazione.

3DnA offre un servizio integrato di reverse engineering, progettazione, ricerca, prototipazione e produzione con tecnologia additive manufacturing ovvero la stampa 3D. L’idea innovativa è un servizio cosiddetto di consulting ai clienti che consenta loro, senza investire direttamente in attrezzature e personale, l’adozione a differenti livelli dei vantaggi della stampa3D. Tecnologie avanzate e utilizzo di materiali come, resine, compositi e leghe metalliche. Tanti i settori di riferimento ai quali si rivolge: automotive, aerospazio, biomedicale, design, imprese culturali digitali.

AIM offre un servizio alle PMI nel settore manifatturiero, ed in particolare, nella fase iniziale, al settore della fabbricazione di prodotti metallici e del packaging. Il loro obiettivo è quello di minimizzare i danni subiti nelle realtà aziendali dal downtime e gestire al meglio l’efficientamento del processo produttivo.

BIM-Lab.net è una startup innovativa, nata dalla passione per il mondo delle costruzioni e le tecnologie legate all’innovazione digitale, progettazione integrata, visualizzazione e gestione smart di opere di ingegneria, con una vision fortemente proiettata all’Industria 4.0. BIM, realtà aumentata e realtà virtuale.

BreldoItalia Engineering Wireless è un vendor IT all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie d’autenticazione innovative e di prodotti per la realizzazione d’infrastrutture wi-fi pubbliche e private. Soluzioni facili da implementare e da gestire, per proteggere le proprie risorse IT e offrire un servizio di accesso sicuro alla rete.

Butterfly è una piattaforma per la gestione dei processi decisionali. Il sistema integra algoritmi intelligenti e “behavioral science” e consente, in pochi semplici passaggi e interfacce intuitive, di gestire tutto il processo decisionale: tempi, regole, competenze, informazioni.

Carmapa fondata da un pediatra di pronto soccorso, un biologo, un chimico e un ingegnere informatico. L’unione di questo variegato team ha portato alla realizzazione e alla copertura brevettuale, della prima app per smartphone e smartwatch, chiamata Emergency Training (ET), capace di riconoscere la corretta esecuzione da parte dell’utente della manovra anti-soffocamento di Heimlich e del massaggio cardiaco. Al loro stand, su richiesta, sarà possibile assistere a dimostrazioni della manovra.

DANAM è un marketplace online che seleziona professionisti qualificati in vari settori, che indicano prezzi e condizioni trasparenti per ogni loro servizio. Grazie a un motore di ricerca semantico e geolocalizzato, i consumatori possono confrontare, prenotare e pagare online, in pochi secondi, per i servizi professionali di cui hanno bisogno.

Immensive è in grado di offrire un’ampia gamma di prodotti e servizi B2B: dal simulatore di saldature WeldVR per il training nelle scuole e negli enti di formazione, allo sviluppo di soluzioni nell’ambito dell’Industria 4.0 per effettuare formazione virtuale e simulare processi ed operazioni in ambienti controllati, alla realizzazione di storytelling immersivi multi stimoli e fortemente emozionali per fini promozionali fino al servizio di virtualizzazione ambienti e prodotti per i più svariati settori: architettura, ingegneria e marketing.

NEW ELECTRIC AIRCRAFT ENGINES-GSI ha come obiettivo la progettazione, lo sviluppo e la produzione delle più grandi unità di propulsione aeronautica alimentate esclusivamente da elettricità, per spingere e pilotare velivoli di ogni dimensione e tipo.

New Net è un’affermata realtà regionale dell’IT, con esperienza pluriennale nello sviluppo ed assistenza per sistemi informatici per aziende, in grado di garantire un’assistenza professionale e puntuale.

Perspicio offre servizi integrati di rilievo, monitoraggio strutturale ed ambientale, modellazione digitale 3D, tramite l’applicazione di nuove tecnologie: laser scanning, fotogrammetria terrestre e da drone, rilievi con tecnologia GNSS, termografia. Innova processi tradizionali e guida il cliente dalla fase di definizione delle attività commissionate, fino al raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Si rivolge a liberi professionisti, imprese o enti pubblici operanti nel settore dell’ingegneria, dell’architettura e dei beni culturali.

PONICS SRL progetta e costruisce sistemi acquaponici che combinano l’allevamento ittico con la produzione di ortaggi, senza terra, senza pesticidi e fertilizzanti chimici, senza sprecare acqua. La missione è diffondere una nuova cultura alimentare, utilizzando metodi innovativi che salvaguardino l’ambiente e garantiscano cibi sani per le generazioni future.

The Thinking Clouds Crea assistenti virtuali dotati di identità, personalità e carisma in grado di accogliere e guidare i nuovi dipendenti all’interno di un’azienda, garantendo i massimi benefici sia per il dipendente che per il datore di lavoro.

Toonado è un web marketplace B2C che opera nel settore del turismo sportivo e del tempo libero. Il portale ha lo scopo, oltre a migliorare l’accessibilità agli sport outdoor – dal trekking all’arrampicata, al pilates allo yoga – di riunire community legate dallo stesso interesse grazie ad un sistema di prenotazione di attività sportive all’aperto guidate da coach professionisti

Wash IT è una grande lavanderia diffusa, la biancheria viene ordinata tramite app e spedita a domicilio, garantendo tempi rapidi di gestione e allo stesso tempo alta qualità.

Per supportare imprese, startup ed enti locali nei loro processi di innovazione, Smau a messo a punto un calendario di oltre 60 workshop gratuiti a cura di docenti e analisti ed esperti che andrà ad affrontare temi quali IoTbig data e analyticscloudlean productionmanifattura additivarealtà aumentata e industria 4.0innovazione nell’agrifoodblockchainintelligenza artificiale. Inoltre, la Regione Campania sarà protagonista di un ciclo di appuntamenti dedicati che si svolgeranno in Arena Regione Campania.

Il tour tra i luoghi dell’innovazione

Dopo il successo dello scorso anno, il tour tra i luoghi dell’innovazione raddoppia l’appuntamento: una delegazione selezionata di operatori nazionali e internazionali potrà visitare i luoghi più innovativi della città. Il 12 dicembre Apple Developer Academy e DIGITA di Deloitte. Mentre il 13 dicembre ci sarà una nuova tappa alla Apple Developer Academy e a TIM-Cisco Innovation Hub.

Tutte le informazioni sono disponibili su https://www.smau.it/napoli19/

Confindustria Nautica partecipa alla Missione negli USA per promuovere il sistema industriale italiano

Ha preso avvio il 3 dicembre scorso la missione di Confindustria negli USA per promuovere il sistema industriale italiano presso enti, organizzazioni e istituzioni americane.

L’iniziativa, che ha fatto tappa nelle città di Washington DC (3 e 4 dicembre) e Atlanta (5 e 6 dicembre), è organizzata con la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia a Washington DC e il contributo di Intesa San Paolo. Guidata da Licia Mattioli, Vice presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria, la missione coinvolge i membri del Gruppo Tecnico Internazionalizzazione. Tra questi, il Vice Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Andrea Razeto, in rappresentanza di tutta la filiera della nautica da diporto, leader mondiale nella produzione di superyacht e imbarcazioni pneumatiche e fiore all’occhiello del Made in Italy nel mondo.

Per promuovere l’eccellenza dell’industria nazionale, nella giornata di ieri, presso l’Ambasciata d’Italia negli USA a Washington, si è tenuta la tavola rotonda “The future of manifacturing. A conversation with italian industry leaders”. All’evento, introdotto dall’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio, da Licia Mattioli, Vice Presidente di Confindustria e Pierpaolo Monti di Intesa Sanpaolo, ha partecipato il Vice Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Andrea Razeto che ha tracciato il quadro di un settore in crescita costante – e a doppia cifra – da quattro anni, la cui produzione rappresenta un’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.

“Questa iniziativa, nata per dimostrare le opportunità e l’impatto della presenza negli Stati Uniti delle imprese italiane nei rispettivi settori di competenza, con i loro investimenti produttivi e commerciali – ha detto Andrea Razeto -, si è rivelata molto interessante. L’attenzione dimostrata nei confronti della nautica del nostro paese in occasione della tavola rotonda, è stata molto alta e ha dimostrato, ancora una volta, il valore del nostro settore che rappresenta una delle eccellenze del Made in Italy”.

Gli USA sono il primo paese di esportazione per le unità da diporto italiane, con un valore di export per il 2018 pari a 410,7 milioni di euro, con un incremento del 37,5% rispetto al 2017. Il comparto delle “barche e yacht da diporto con motore entrobordo” è, in Italia, il più rilevante in termini di valori esportati: verso gli USA si dirige il 23,9% delle esportazioni.

Nel corso della missione, che terminerà domani 6 dicembre, sarà presentato anche il rapporto del Centro Studi Confindustria “Esportare la Dolce Vita”, il rapporto annuale dell’Associazione che contiene un’analisi puntuale sul Bello e Ben Fatto (BBF) che racchiude in sé tutti quei beni che rappresentano l’eccellenza italiana in termini di design, cura, qualità dei materiali e delle lavorazioni.

Skin on: la pelle umana trasformata in cover

Creata da alcuni ricercatori delle Università di Bristol, della Télécom ParisTech e della Sorbona, Skin-On è un interfaccia uomo-macchina, fatta di più strati: ha una membrana di silicone che imita gli strati della cute umana, il primo è una superficie ruvida, il secondo è uno strato di elettrodi e infine uno strato di ipoderma, nonostante l’aspetto del prototipo non sia dei più gradevoli, i ricercatori sostengono che si possano aprire scenari molto interessanti.

Skin-On può essere applicata su smartphone, touchpad e indossabili, anziché limitarsi a interagire toccando schermi bidimensionali e dure superfici sensibili al tocco, la periferica aggiunge una terza dimensione all’interazione.

Sono stati realizzati alcuni prototipi per mostrare le potenzialità: Skin-On è stata applicata su un touchpad di un computer, i ricercatori mostrano come sia possibile interagire affondando un dito nella pelle e a seconda della pressione apportata, l’input che riceve la macchina è differente, ad esempio pizzicandola avremmo la possibilità di stringere una foto.

La cover di pelle artificiale sullo smartphone, ci permetterebbe con un semplice pizzicotto di aumentare e diminuire il volume in base alle esigenze e trasformando cosi le cover da semplici oggetti estetici a strumenti interattivi.

Nel corso della presentazione i ricercatori hanno esposto il loro obiettivo: creare dispositivi “antropomorfi”.

Il principale ideatore, Marc Teyssier si riferisce a “sensazioni tattili”: “Quando parliamo con qualcuno di persona, a volte usiamo il tocco per trasmettere emozioni e, più in generale, per arricchire il discorso. Ora che la comunicazione viene eseguita attraverso i dispositivi, abbiamo perso questa modalità di comunicazione». Con Skin On invece «Una stretta forte trasmette rabbia, solleticare la pelle mostra un’emoji sorridente, picchiettando si crea un’emoji sorpresa».

Alex Sicorello

Sentiero Italia Cai: un progetto in continua evoluzione

Abbiamo la piena consapevolezza di essere solo all’inizio, nella fase in cui il sogno prende forma ma è ben lungi dall’essere realizzato: iniziativa in continuativa evoluzione, infatti, il Sentiero Italia CAI è destinato alla mutevolezza e all’aggiornamento continuo”.

Scrive così il Presidente generale del Club alpino italiano Vincenzo Torti sulla rivista Montagne360 di dicembre. Un numero che contiene uno speciale proprio sul Sentiero Italia CAI, dopo un anno, il 2019, durante il quale i circa 7200 km del percorso dalla Sardegna al Friuli Venezia Giulia sono stati tracciati e le tappe individuate, con il posizionamento della segnaletica e l’organizzazione delle prime escursioni.

Per il 2020 il primo obiettivo del Club alpino sarà la creazione di una rete capillare di “Punti di Accoglienza”: “strutture di natura diversa (sia di proprietà Cai, sia private), capaci però di offrire servizi e di rappresentare un punto di riferimento all’inizio e alla fine di ogni tappa. Strutture adatte per accogliere gli escursionisti, in grado di fornire non solo vitto e alloggio, ma anche informazioni sul cammino”, scrive il Vicepresidente generale del CAI Antonio Montani, sempre sul numero di questo mese di Montagne360. “Queste strutture saranno convenzionate e riconosciute con un’apposita targa”.

Per stimolare la fruizione del cammino da parte delle Sezioni del Club di tutta Italia, è stato lanciato poi il progetto “Cammina Italia CAI 2020 – Le Sezioni in cammino”, curato dalla Commissione Centrale Escursionismo: l’obiettivo è comporre un lungo calendario di escursioni e di trekking che si snodi attraverso l’Italia, in grado di valorizzare il sentiero. Le iniziative saranno inserite in un elenco che sarà disponibile sul sito www.sentieroitalia.cai.it, in modo da facilitare la partecipazione di tutti gli interessati.

Con il Ministero della Pubblica Istruzione, inoltre, è in fase di definizione un progetto rivolto a studenti e insegnanti, che consenta loro di camminare lungo il percorso e li coinvolga in un concorso per promuovere una fruizione consapevole e responsabile della montagna.

Come spiega il Presidente Torti, infine “nel corso del 2020 saranno realizzate le prime Guide ufficiali di tutto il Sentiero Italia CAI, strutturate in modo da fornire ogni più opportuna indicazione su percorsi, distanze, punti d’appoggio, luoghi e riferimenti storici e culturali, segnalazioni sull’ambiente e curiosità sulle realtà di ciascun territorio”.

“Il Cai, che ha sempre avuto un ruolo di primo piano nello sviluppo del turismo montano (dalla genesi delle guide alpine ai rifugi), è ben consapevole che investire sulla promozione del territorio e del trekking in certe aree (come ad esempio quelle del sud, bellissime e frequentabili anche in inverno) significherebbe invertire il paradigma e creare nuovi motivi d’attrazione anche in stagioni comunemente poco appetibili“, conclude il Vicepresidente Montani.

Per maggiori informazioni: www.sentieroitaliacai.it

“Mesmerizing Eyes”, il nuovo singolo di Mario Biondi che anticipa il nuovo album

Esce il 6 dicembre “Mesmerizing Eyes”, il nuovo singolo di Mario Biondi, primo estratto dal disco in uscita nella primavera 2020. Il brano è stato presentato per la prima volta live al Ronnie Scott’s, storico jazz club di Londra, e registrato con l’High Five Quintet, prima band di Mario Biondi che lo ha accompagnato dagli inizi di “This is what you are”.Sabato 30 novembre è andato in scena l’ultimo degli otto concerti sold out di Biondi al Ronnie Scott’s, ultime date del suo tour internazionale, mentre l’artista annuncia i primi due appuntamenti italiani del nuovo tour 2020 – il 17 maggio a Roma (Auditorium parco della musica), il 30 maggio a Milano (Teatro degli Arcimboldi) – e nuove date all’estero.

Già iniziate le prevedenite. “Questi 8 show al Ronnie Scott’s sono stati il miglior modo per chiudere un capitolo e aprirne uno nuovo. Negli ultimi due anni ho avuto il piacere di suonare in tanti Paesi, calcando i palchi di venue spettacolari come Il Kennedy Center di Washington, l’Acropoli di Atene, il Teatro Martì a L’Habana… e, per ultimo, il ritorno nel leggendario jazz club di Londra da cui ho deciso di ripartire presentando un brano inedito, primo assaggio di un nuovo progetto che vedrà la luce nella prossima primavera. È stato emozionante tornare in studio con il mio storico gruppo, gli High Five Quintet. Non vedo l’ora di tornare con un album che allo stesso tempo mi riporta alle origini e mi fa sperimentare nuovi suoni, ma soprattutto sono felice di presentarlo qui in Italia a maggio, nelle date di Roma e Milano, per poi tornare all’estero. Sarà una stagione molto intensa, un nuovo inizio, e questo non può che stimolarmi”.

Il concerto di Londra è stato registrato e andrà in onda su Radio Monte Carlo sabato 7 dicembre dalle 22 alle 23. La stessa RMC da oggi trasmetterà in anteprima esclusiva il nuovo singolo “Mesmerizing Eyes”, che dal 6 dicembre sarà in rotazione su tutte le radio e sarà disponibile sulle piattaforme digitali.E se le prime due date italiane del 2020 sono prodotte e organizzate da Friends & Partners, Beyond e Imarts International Music and Arts si occupa delle date estere del tour 2020, quelle già fissate sono: 19 maggio Zurigo (Kaufleuten); 29 maggio Londra (Unione Chapel), il 2 giugno a Glasgow (St Luke’s), il 3 giugno a Edimburgo (Queen’s Hall).

“Inge Morath. La vita. La fotografia”, a Roma una mostra della celebre fotoreporter da non perdere

Nella lunga e intensa carriera di Inge Morath, non poteva mancare Roma, la Città Eterna. Quando nel 1954 si reca per la prima volta nella Capitale, la fotografa americana ha da poco iniziato a lavorare per l’agenzia Magnum. Ora Roma ospita nel Museo di Roma in Trastevere la sua retrospettiva italiana: “Inge Morath. La vita. La fotografia”, aperta al pubblico dal 30 novembre al 19 gennaio 2020.Il percorso espositivo si sviluppa in 12 sezioni che ripercorrono tutte le principali esperienze professionali e umane di Morath, attraverso circa 140 fotografie e decine di documenti originali. Compaiono anche immagini, realizzate da grandi maestri come Henri Cartier-Bresson e Yul Brinner, che ritraggono Inge Morath in diversi momenti della sua carriera.Viaggiatrice instancabile, poliglotta, donna dai poliedrici interessi e di profonda cultura, Morath nasce a Graz, in Austria, nel 1923.

Cresciuta in un ambiente colto e intellettuale, studia lingue romanze all’università di Berlino e ama viaggiare. Non teme barriere culturali, linguistiche o geografiche. La meta del suo primo viaggio in Italia è Venezia. Proprio nella Laguna prende corpo la passione per la fotografia, quando Inge rivolge il suo obiettivo verso i luoghi meno frequentati e i quartieri popolari della città, cogliendo le persone nella loro quotidianità. Un soggiorno più lungo, nell’autunno 1955, è dedicato agli scatti per il volume illustrato “Venice Observed” della storica dell’arte Mary McCarthy.

A Roma, Inge ritorna invece nel 1960 per un lavoro su commissione: fotografare la bellissima attrice e modella Rosanna Schiaffino, che immortala all’interno della sua abitazione romana. Nei pochi anni che intercorrono tra i due momenti romani, Inge Morath si è ormai affermata. Il suo sviluppo è stato graduale. Dopo l’esordio come traduttrice e scrittrice in Austria, aveva iniziato a scattare nel 1952. L’anno successivo, grazie a Robert Capa, comincia a lavorare per Magnum Photos a Parigi.

Il suo primo importante reportage, datato 1953, è dedicato ai “Preti operai”. È di questi anni l’incontro con Henry Cartier-Bresson, con cui inizia un sodalizio decennale che ne segnerà l’esistenza. Proprio nel 1960, l’anno del ritratto di Rosanna Schiaffino, Inge accompagna infatti Cartier-Bresson a Reno, per lavorare sul set de “Gli Spostati”, pellicola con Marilyn Monroe e Clarke Gable diretta da John Huston. Qui scatta uno dei suoi più bei ritratti: una Marilyn quasi scomposta che sola, lontana dal set, prova dei passi di danza. Durante le riprese Inge conoscerà lo scrittore e drammaturgo Arthur Miller, sceneggiatore della pellicola, che diventerà suo marito nel 1962.Che si trattasse di celebrità o di gente comune, di singole persone o di comunità, le sue sono immagini che sanno cogliere le intimità più profonde dei soggetti. Riesce a fissare l’anima di grandi artisti – da Henri Moore, a Alberto Giacometti, Jean Arp, Pablo Picasso – e di scrittori come André Malraux, Doris Lessing, Philip Roth e celebrità come Igor Stravinskij, Yul Brynner, Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Pierre Cardin, Fidel Castro. Immortala l’anima dei luoghi. Imperdibili le sue foto della casa di Boris Pasternak, della biblioteca di Puskin, della casa di Cechov, degli studi di artisti permeate dallo spirito delle persone che vi avevano vissuto.Inge Morath è stata, soprattutto, una viaggiatrice. Nel corso della sua carriera ha realizzato reportage fotografici in Spagna, Medio Oriente, Stati Uniti, Russia e Cina, tutti preparati con cura maniacale.

La sua conoscenza di diverse lingue straniere le ha permesso di analizzare in profondità ogni situazione e di entrare in contatto diretto e profondo con la gente. Preparazione, conoscenza, empatia. Così può giungere al momento magico, quello della “chiusura dell’otturatore. Un momento di gioia, paragonabile alla felicità del bambino che in equilibrio in punta di piedi, improvvisamente e con un piccolo grido di gioia, tende una mano verso un oggetto desiderato”.

L’esposizione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e curata da Marco Minuz, Brigitte Blüml – Kaindl, Kurt Kaindl. Organizzazione: Suazes, in collaborazione con Fotohof e Magnum photos, e con il supporto di Zètema Progetto Cultura. Catalogo: Silvana editoriale. L’ingresso è gratuito per i possessori della MIC Card.

Passerella di piazza Savio a Genova, lavori al via all’inizio del 2020

Genova. Aggiudicato al raggruppamento temporaneo formato dalle imprese  Traversone S.a.s. (mandataria) – Metallica S.r.l. (mandante) – Calzolari Perforazioni S.r.l. (mandante) l’intervento per la realizzazione della passerella pedonale di piazza Savio.

L’importo dei lavori è di  313.502,09 (oltre Iva) di cui 38.535,50 euro previsti per gli oneri della sicurezza. 

L’intervento è finanziato da Società per Cornigliano. «La nuova passerella – spiegano da Sviluppo Genova che ha appena aggiudicato la gara d’appalto – consentirà di collegare piazza Savio (in corrispondenza del capolinea bus) all’area posta immediatamente di fronte alla fermata ferroviaria di Genova Cornigliano, sovrappassando la rampa veicolare di accesso alla Guido Rossa. Una volta conclusi i lavori, potrà dunque essere finalmente rimosso il semaforo pedonale all’altezza dell’imbocco della rampa di discesa alla strada a mare, eliminando in tal modo i potenziali rischi per i pedoni diretti o provenienti dalla stazione».

Una volta concluso il termine dilatorio previsto dalla legge dopo l’aggiudicazione, si potrà procedere alla stipula del contratto, con previsione di avvio dei lavori all’inizio dell’anno 2020.